L’amministrazione Biden guarda alla prossima fase di COVID: NPR


La Casa Bianca dice che sta pianificando la prossima fase della pandemia di coronavirus. Politicamente, il COVID ha il presidente Biden in una posizione precaria.

Brendan Smialowski/AFP tramite Getty Images


nascondi didascalia

attiva/disattiva didascalia

Brendan Smialowski/AFP tramite Getty Images


La Casa Bianca dice che sta pianificando la prossima fase della pandemia di coronavirus. Politicamente, il COVID ha il presidente Biden in una posizione precaria.

Brendan Smialowski/AFP tramite Getty Images

Con l’attenuarsi del picco di omicron, l’amministrazione Biden guarda alla prossima fase della pandemia.

“Come risultato di tutti questi progressi e degli strumenti che abbiamo ora, ci stiamo muovendo verso un momento in cui il COVID non è una crisi, ma è qualcosa da cui possiamo proteggerci e curare”, Jeffrey Zients, coordinatore della risposta al coronavirus della Casa Bianca, Mercoledì detto. “Il presidente e il nostro team COVID stanno pianificando attivamente questo futuro”.

Gli americani sono ansiosi di arrivare a quel futuro. Recenti sondaggi hanno dimostrato che mentre le persone sono ancora preoccupate per la minaccia del coronavirus, un numero uguale o maggiore è pronto ad andare avanti.

Ma l’amministrazione Biden non ha ancora definito una tabella di marcia su come farlo. Il presidente Biden ha detto a NBC News la scorsa settimana che pensava fosse “probabilmente prematuro” che diversi governatori democratici stessero annunciando la fine dei mandati delle maschere al chiuso.

Ciò ha fatto seguito a una dichiarazione simile della dott.ssa Rochelle Walensky, direttrice dei Centers for Disease Control and Prevention, ma mercoledì ha segnalato che l’agenzia è sul punto di annunciare nuove linee guida, incluso il mascheramento.

“Penso che le persone siano stanche”, ha detto Kathleen Sebelius, ex segretaria della salute e dei servizi umani sotto l’ex presidente Barack Obama ed ex governatore del Kansas. “Voglio dire, due anni sono tanti, e due anni quando pensi che stia per finire, [and] no non lo è. … [W]Siamo in una forma molto migliore, lasciate che sia molto chiaro, di quanto non fossimo a marzo del 2020. Siamo in condizioni molto migliori per affrontare qualsiasi cosa accada dopo. Ma le persone sono stanche di questo e nessuno sa davvero come sarà esattamente la nuova normalità”.

Politicamente, la pandemia ha Biden in una posizione precaria. Le sue prospettive sono legate alla gestione del COVID da parte della sua amministrazione ed è stato eletto, in parte, per aiutare a impostare il paese su una rotta migliore rispetto al suo predecessore.

Quindi è nel suo interesse dare speranza agli americani e mostrare loro una luce alla fine del tunnel della pandemia. Ma Biden è già stato bruciato dipingendo quello che si è rivelato un quadro troppo roseo la scorsa estate. Quindi, ha quasi dichiarato l’indipendenza dal virus, solo per essere deragliato dall’ascesa della mortale variante delta.

Le persone hanno bisogno di una “tabella di marcia”

“Segui la scienza” è stato un ritornello di Democratici e di sinistra, ma non c’è unanimità tra gli esperti di salute pubblica su quando e come portare il Paese alla fase successiva.

Ezekiel Emanuel, un medico e professore dell’Università della Pennsylvania che ha consigliato le amministrazioni democratiche sull’assistenza sanitaria, inclusa questa, ha affermato di essere d’accordo con Biden sul fatto che le recenti mosse per sbarazzarsi dei mandati delle maschere indoor sono premature.

Ha detto che c’è una differenza tra le cose “migliorare” ed essere “migliorato”. Emanuel lo basa su parametri, ha detto, fatti come le 10.000 persone a settimana che muoiono ancora a causa del COVID o la mancanza di spazio in molti ospedali in tutto il paese.


il governatore di New York Kathy Hochul parla di far scadere il mandato statale per la maschera da interni durante una conferenza stampa il 22 febbraio. 9. È stata tra i diversi governatori democratici ad annunciare la fine dei mandati.

Timothy A. Clary/AFP tramite Getty Images


nascondi didascalia

attiva/disattiva didascalia

Timothy A. Clary/AFP tramite Getty Images

Ma è critico su come l’amministrazione Biden lo abbia comunicato al pubblico americano.

“Abbiamo bisogno di una guida più nazionale e più coerente”, ha detto Emanuel, “e penso che sia un imperativo. Una delle cose che senti da tutti ora, è che la comunicazione sul COVID è stata tutt’altro che ottimale dall’inizio .”

Ha detto che la salute pubblica e la comunicazione vanno di pari passo; non è un “add-on”.

“Parte dell’essere un medico”, ha detto Emanuel, “non è solo fare la diagnosi giusta, fare il trattamento giusto, ma coinvolgere il paziente, in modo che faccia effettivamente i passi necessari per guarire, perché se faccio la diagnosi giusta, Io prescrivo il trattamento giusto e il paziente non lo prende, nessuno sta meglio”.

Ha sottolineato che le persone hanno bisogno di una “tabella di marcia” per quando potranno tornare a un senso di normalità.

“Il pubblico vuole sapere che non sei solo un freelance”, ha detto Emanuel, “che stai davvero seguendo parametri importanti che sono significativi e hai delle soglie, in modo che le persone capiscano che si tratta di decisioni molto ben informate, e loro stessi può guardare i dati su vari siti web.”

“È dove sono le persone in questi giorni”

Sebelius, che ha affermato di essere anche in contatto regolare con la Casa Bianca, è d’accordo con i governatori che hanno abbandonato i mandati delle maschere. Ha detto che avrebbe preso la stessa decisione e che parte di quel processo decisionale è la comprensione dei desideri e dei bisogni delle persone.

“Penso che quello che hai visto sia che i governatori si allontanano prima del CDC sull’eliminazione della guida alle maschere”, ha detto, “e in molti modi ha un buon senso. È dove si trovano le persone in questi giorni”.

Inoltre, Sebelius ha osservato che i governatori sono spesso più in grado di comprendere ciò che è necessario nelle loro comunità rispetto al governo federale e hanno iniziative politiche più personalizzate.

“Il presidente Biden sta guardando al paese e sta cercando di avere una regola in atto seguendo la scienza che si occupa del paese”, ha detto. “I singoli governatori hanno la capacità di guardare i confini dei loro stati e dire, se siamo uno stato altamente vaccinato e altamente potenziato e alcune persone si rifiutano di farlo, le persone possono fare scelte individuali sul proprio rischio per la salute e indossare un maschera se lo desiderano. Ma costringere tutti a continuare a indossare una maschera non ha senso in questo momento”.

Soprattutto negli stati con tassi di vaccinazione relativamente alti e per le persone che hanno seguito le regole dall’inizio – vaccinate, potenziate – c’è una frustrazione crescente, ha detto Sebelius.

“È la fatica del COVID per quelli in prima linea”, ha detto, aggiungendo, “ed è come, ‘Perché dovrei continuare a farlo quando ci sono chiaramente persone che non hanno mai seguito le regole e sembravano ancora camminare in giro?’ “

Il discorso sullo stato dell’Unione è in arrivo il 1 marzo ed è un momento importante per Biden in questa pandemia. Deve infilare un ago tra l’apparire troppo cauto e l’essere troppo veloce per andare avanti, come l’estate scorsa.

“Non c’è bisogno di fare un discorso tipo “Missione compiuta”” ha detto Sebelius, riferendosi all’ex presidente George W. Bush e alla guerra in Iraq, “ma penso che le persone abbiano bisogno di aiuto e abbiano la sensazione che l’estate del 2022 sarà migliore”.

Leave a Comment