La società di contabilità di lunga data di Trump taglia i legami, non può resistere al deposito delle dichiarazioni

NEW YORK, 14 febbraio (Reuters) – La società di contabilità che ha gestito i bilanci dell’azienda di Donald Trump l’ha abbandonata come cliente e ha affermato che non poteva più resistere a un decennio di dichiarazioni, ha mostrato lunedì un deposito del tribunale.

Mazars USA, in un feb. 9, resa pubblica lunedì, ha detto alla Trump Organization, l’attività immobiliare dell’ex presidente con sede a New York, che i suoi rendiconti finanziari dal 2011 al 2020 non dovrebbero più essere invocati.

La divulgazione è stata effettuata nell’ambito dell’indagine civile del procuratore generale di New York Letitia James sull’Organizzazione Trump, che potrebbe comportare sanzioni pecuniarie. Tale indagine si sovrappone in parte a un’indagine penale del procuratore distrettuale di Manhattan, a cui James si è unito a maggio, sulle pratiche dell’azienda.

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Mazars ha affermato di aver basato la sua conclusione su una dichiarazione di gennaio del procuratore generale di New York, sulla propria indagine e su informazioni provenienti da fonti interne ed esterne.

“Anche se non abbiamo concluso che i vari rendiconti finanziari, nel loro insieme, contengano discrepanze sostanziali, sulla base della totalità delle circostanze riteniamo che il nostro consiglio a voi di non fare più affidamento su quei rendiconti finanziari sia appropriato”, ha affermato Mazars nella lettera indirizzato al chief legal officer della Trump Organization, Alan Garten.

Nella lettera, depositata presso il tribunale dello stato di New York, Mazars ha affermato di aver “svolto il proprio lavoro in conformità con gli standard professionali”.

La società di contabilità ha anche affermato che non funzionerebbe più per la Trump Organization.

Il procuratore generale dello stato di New York ha accusato la Trump Organization di aver ripetutamente travisato il valore dei suoi beni per ottenere vantaggi finanziari.

Un portavoce della Trump Organization ha affermato in una dichiarazione che la società è “delusa dal fatto che Mazars abbia scelto di separarsi”. Ma il portavoce ha aggiunto che la lettera conferma che “il lavoro di Mazars è stato svolto in conformità con tutti i principi e gli standard contabili applicabili” e che i rendiconti finanziari “non contengono discrepanze materiali”.

Il procuratore generale di New York ha presentato la lettera di Mazars a sostegno dei suoi sforzi per obbligare la produzione di documenti eccezionali da Trump e dalla sua azienda, nonché la testimonianza di lui e di due dei suoi figli adulti, Donald Trump Jr. e Ivanka Trump.

In un memorandum depositato lunedì, il procuratore generale ha notato che i media riferiscono che Trump ha distrutto i documenti coperti dal Presidential Records Act e vuole che fornisca una dichiarazione giurata sul fatto che i file prodotti per la sua indagine siano completi e come potrebbero essere stati distrutti e da chi.

Trump ha denunciato l’indagine come politica.

Nel deposito di lunedì, l’ufficio di James ha affermato che la dichiarazione e le azioni della società di contabilità hanno ulteriormente supportato la legittimità dell’indagine.

James ha indagato se i Trump abbiano gonfiato i valori immobiliari per ottenere prestiti bancari e ridotto i valori per abbassare le tasse. In un esempio, ha detto che il bilancio annuale di Trump affermava che un appartamento che possedeva personalmente nella Trump Tower era di 30.000 piedi quadrati (2.787 metri quadrati), quando in realtà era un terzo di quella dimensione.

Né Trump né i suoi figli sono stati accusati di illeciti criminali.

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Reporting di Karen Freifeld Montaggio di Scott Malone, Grant McCool e Sandra Maler

I nostri standard: i principi di fiducia di Thomson Reuters.

.

Leave a Comment