La Russia si prepara per una grande offensiva nell’Ucraina orientale, il D-Day del Donbas non è chiaro: alto funzionario della difesa

L’Occidente ha capito bene e la Russia ha sbagliato molto quando si trattava di intelligence prima della guerra in Ucraina.

Ora, secondo un esperto di servizi segreti russi, il presidente Vladimir Putin sta cercando la spia che lo ha fregato. “Sentiamo alcune nuove voci e ulteriori informazioni su un’apparente caccia a un traditore all’interno dell’FSB, il servizio di sicurezza federale russo, perché molte persone si stanno chiedendo in questo momento a Mosca, perché l’intelligence statunitense era così precisa, così precisa prima l’invasione”, disse Andrei Soldatov.

Soldatov pensa che gli Stati Uniti e la NATO abbiano appreso i dettagli della pianificazione russa da qualcosa di più delle semplici intercettazioni elettroniche, perché afferma che la Russia ha un sistema bizantino e il modo in cui vengono prese le decisioni non è mai chiaro. Quindi Putin penserebbe che qualcuno cantasse. E sarebbe conveniente imputare le sue perdite militari a quel qualcuno.

Leggi di più: Quanto è paranoico Putin?

La Russia potrebbe creare il contesto per utilizzare le armi di distruzione di massa in Ucraina

La Russia ha continuato ad accusare gli Stati Uniti di aver gestito un programma di armi biologiche in Ucraina negli ultimi giorni, sollevando timori che potrebbero tentare di creare un pretesto per usare le proprie armi di distruzione di massa nel paese.

I timori arrivano dopo che il Ministero della Difesa russo ha pubblicato un elenco di nomi di cittadini statunitensi e dell’UE che secondo Krlemin sono stati coinvolti in un programma di armi biologiche in Ucraina, con il capo delle forze di difesa radiologica, chimica e biologica della Russia, il tenente generale. Kirillov fa accuse simili, hanno riferito i media russi.

I media russi hanno anche riferito che il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov ha accusato gli Stati Uniti e gli alleati di aver condotto una “guerra ibrida totale” contro il russo, che secondo lui è stata progettata per isolare il mondo dalle informazioni russe.

Rebekah Koffler, autrice ed ex ufficiale dell’intelligence della DIA, teme che questo possa essere il pretesto per la Russia per iniziare a usare armi di distruzione di massa contro l’Ucraina.

“La Russia sta intensificando la sua campagna di disinformazione contro gli Stati Uniti, utilizzando le accuse di presunta esecuzione di programmi di armi di distruzione di massa in Ucraina come potenziale giustificazione per l’impiego della guerra di armi di distruzione di massa in Ucraina”, ha detto Koffler a Fox News giovedì. “Sentendosi affrettato a rivendicare una vittoria entro il 9 maggio e spaventato dai piani in sospeso di Svezia e Finlandia per aderire alla NATO, Putin sta prendendo in considerazione misure catastrofiche nell’ultima e ‘più calda’ fase della guerra della Russia contro l’Ucraina”.

Il politico ucraino filorusso ha trovato beni confiscati

Viktor Medvedchuk, il pro-Putin che è stato ripreso dalle autorità ucraine all’inizio di questa settimana, ha visto confiscare un tesoro di beni, ha annunciato l’Ufficio investigativo statale.

Gli oggetti sequestrati includevano 26 auto, 30 appezzamenti di terreno, 23 case, 32 appartamenti, 17 parcheggi e uno yacht a motore.

Medvedchuk è il più stretto alleato di Putin in Ucraina, arrivando al punto di affermare che il leader russo è il padrino di sua figlia.

Medvedchuk è stato posto agli arresti domiciliari nel maggio del 2021 con l’accusa di tradimento, ma è scappato a febbraio.

Il Pentagono non può confermare che la nave della marina russa è stata colpita dall’esercito ucraino

Il segretario stampa del Pentagono John Kirby ha affermato che gli Stati Uniti non possono confermare le affermazioni ucraine secondo cui le loro forze armate hanno colpito una nave della marina russa con un missile, anche se ha notato che il Pentagono non può confutare il rapporto.

Kirby ha affermato che gli Stati Uniti possono confermare che la nave ha subito una sorta di esplosione e che l’incendio era ancora in corso fino a questa mattina.

L’addetto stampa ha aggiunto che la perdita della nave, un incrociatore, potrebbe infliggere un duro colpo alle capacità russe poiché era una delle sole tre che i russi hanno nel loro inventario.

La Russia avvia un'”operazione di modellamento” per prepararsi all’offensiva di terra: alto funzionario della difesa

La Russia sta organizzando una “operazione di modellamento” in preparazione per un’importante offensiva di terra mentre concentra i suoi sforzi bellici nell’Ucraina orientale, ha detto ai giornalisti giovedì un alto funzionario della difesa degli Stati Uniti.

L’alto funzionario della difesa ha affermato che i russi si stanno muovendo in unità di artiglieria, “abilitatori” di comando e controllo e supporto aereo.

Nelle ultime 24 ore i funzionari della difesa hanno visto elicotteri essere portati nella parte settentrionale della regione del Donbas.

“Stanno facendo le cose che crediamo ritengano necessario fare per creare le condizioni adeguate per una rinnovata offensiva di terra”, ha detto l’alto funzionario della difesa.

Il procuratore generale ucraino annuncia 6.500 casi di crimini di guerra

Giovedì il procuratore generale ucraino ha affermato di aver trovato 6.492 casi di presunti crimini di aggressione e crimini di guerra dall’assalto dell’invasione russa quasi sette settimane fa.

La procura ha indicato 570 “sospetti” affiliati all’esercito o alla sfera politica che si ritiene siano stati coinvolti. Sono stati inoltre annunciati altri 2.941 “crimini contro la sicurezza nazionale”.

Il numero di ucraini uccisi dall’inizio dei combattimenti a febbraio rimane poco chiaro. Leggi di più qui.

Un alto funzionario della difesa statunitense non è in grado di verificare cosa abbia causato l’esplosione dell’incrociatore russo

Un alto funzionario della difesa statunitense non è stato in grado di verificare cosa abbia causato l’esplosione di una nave da guerra russa nel Mar Nero giovedì.

Il funzionario ha notato che la nave da crociera, a circa 60 miglia a sud di Odesa, potrebbe essere stata colpita da un missile, ma ha anche affermato che le navi trasportano molti materiali combustibili.

“Semplicemente non lo sappiamo”, ha detto ai giornalisti l’alto funzionario della difesa.

L’Ucraina riprende 30 cittadini in scambio di prigionieri di guerra

In un quarto scambio di prigionieri di guerra dall’inizio dell’invasione russa sette settimane fa, giovedì l’Ucraina ha accolto a casa 30 dei suoi cittadini.

Lo scambio è stato annunciato dal vice primo ministro Iryna Vereshchuk che ha affermato che lo scambio includeva 17 soldati, cinque ufficiali e otto civili, tra cui una donna, in un post su Telegram.

Non è chiaro quanti soldati russi siano stati scambiati nello scambio di prigionieri.

La repressione russa mette a tacere i manifestanti di guerra

Le dure tattiche del Cremlino per mettere a tacere i russi contrari all’invasione di Mosca in Ucraina hanno fatto sì che centinaia di russi siano ora accusati di aver parlato apertamente.

Una legge repressiva approvata dal governo russo il mese scorso vieta la diffusione di ciò che ritiene “informazioni false” sull’invasione o qualsiasi cosa denigratoria relativa ai suoi militari.

Almeno 23 persone sono state perseguite penalmente e condannate al carcere per aver infranto la legge, mentre altre 500 sono accusate di reato minore per aver denigrato i militari.

La Russia minaccia nucleare Svezia e Finlandia per considerazione della NATO

La Russia dovrà rafforzare le sue difese nel Mar Baltico, inclusa una potenziale escalation nucleare, se Svezia e Finlandia aderiranno alla NATO, ha detto Mosca giovedì.

“Non si può più parlare di uno status di denuclearizzazione per il Baltico: l’equilibrio deve essere ripristinato”, ha affermato Dmitry Medvedev, vicepresidente del consiglio di sicurezza russo ed ex presidente della Russia, secondo quanto riportato da Reuters.

“Fino ad oggi, la Russia non ha adottato tali misure e non l’avrebbe fatto. Se la nostra mano è forzata, beh… prendi nota che non siamo stati noi a proporlo”, ha aggiunto, secondo Reuters.

Per saperne di più: la Russia minaccia nucleare Svezia e Finlandia a causa della considerazione della NATO

Il ministro delle finanze russo prevede di partecipare alla riunione del G20 la prossima settimana, afferma l’Indonesia

Secondo un rapporto, il ministro delle finanze russo Anton Siluanov prevede di partecipare virtualmente a un incontro del G20 con altri rappresentanti economici globali, l’Indonesia, che ospiterà il vertice del G20 questo autunno.

Il presidente russo Vladimir Putin prevede di partecipare al vertice del G20 a Bali alla fine di ottobre, ha affermato l’ambasciatore del paese in Indonesia alla fine del mese scorso.

Il presidente Biden e altri leader del G20 nelle ultime settimane si sono espressi contro Putin, che Biden ha definito un “criminale di guerra”, al vertice.

Il presidente ha anche detto ai giornalisti il ​​mese scorso che pensa che Putin dovrebbe essere rimosso dal G20.

La guerra in Ucraina è una “tempesta perfetta”, che minaccia crisi alimentari, energetiche e del debito in tutto il mondo: l’ONU

L’invasione russa dell’Ucraina sembra aver innescato una “tempesta perfetta”, innescando molteplici crisi in tutto il mondo nei settori del cibo, dell’energia e del debito, con impatti devastanti per i paesi in via di sviluppo, hanno avvertito le Nazioni Unite in un rapporto mercoledì.

“La guerra in Ucraina, in tutte le sue dimensioni, sta producendo effetti a cascata allarmanti su un’economia mondiale già martoriata dal COVID-19 e dai cambiamenti climatici, con impatti particolarmente drammatici sui paesi in via di sviluppo”, avverte il rapporto. “Recenti proiezioni dell’UNCTAD [the United Nations Conference on Trade and Development] stimano che l’economia mondiale sarà di un punto percentuale della crescita del PIL inferiore alle attese a causa della guerra, che sta sconvolgendo gravemente i mercati alimentari, energetici e finanziari già ristretti”.

Il rapporto descrive questa interruzione come una “tempesta perfetta”, che arriva “sull’orlo di una crisi del debito globale”.

Per saperne di più: la guerra in Ucraina è una “tempesta perfetta”, che minaccia crisi alimentari, energetiche e del debito in tutto il mondo: rapporto delle Nazioni Unite

L’invasione russa dell’Ucraina è fallita su numerosi fronti, quindi Putin si rivolge al “Piano D” per “salvare la faccia”

L’ex vice consigliere per la sicurezza nazionale KT McFarland ha detto a Fox News Digital che la Russia ha ripiegato sul “Piano D” dopo aver fallito nel mantenere un lungo assedio a Kiev.

La Russia ha rivalutato la sua strategia e il 25 marzo ha iniziato a concentrare l’attenzione sulla sicurezza dell’Ucraina orientale, che è culminata nel ritiro a sorpresa da Kiev e dalle città circostanti, una mossa che alcuni esperti dell’intelligence e dell’esercito sostengono sia poco più che un tentativo di salvare la faccia dopo un disastro militare.

“Il loro piano A era quello di ammassarsi lungo il confine come per invadere, e presumere che l’Ucraina avrebbe capitolato sull’adesione alla NATO e sul Donbas”, ha detto McFarland. “Quando l’Ucraina non l’ha fatto, il piano B della Russia doveva invadere e avere il controllo in pochi giorni”.

Per saperne di più: L’invasione russa dell’Ucraina è fallita su numerosi fronti, quindi Putin si rivolge al “Piano D” per “salvare la faccia”

La Russia ha lanciato ripetutamente attacchi “indiscriminati” alle città ucraine: Ministero della Difesa britannico

La Russia ha ripetutamente lanciato attacchi “indiscriminati” ai centri urbani in Ucraina dall’inizio dell’invasione, ha affermato il ministero della Difesa del Regno Unito in un aggiornamento di giovedì mattina.

“È probabile che le città di Kramatorsk e Kostiantynivka siano bersagli russi per livelli di violenza simili”, afferma l’aggiornamento.

Il ministero ha aggiunto che la Russia si sta preparando per una rinnovata offensiva nel Donbas, nell’Ucraina orientale.

“La combinazione di attacchi diffusi di missili e artiglieria e sforzi per concentrare le forze per un’offensiva rappresenta un ritorno alla tradizionale dottrina militare russa”, continua l’aggiornamento. “Tuttavia, ciò richiederà livelli di forza significativi. La continua difesa dell’Ucraina di Mariupol sta attualmente bloccando un numero significativo di truppe e attrezzature russe”.

Le Figi indagano sull’arrivo del superyacht dell’oligarca russo sanzionato

Le Fiji stanno indagando sull’arrivo di un superyacht di proprietà di un oligarca russo sanzionato senza sdoganamento, affermano i rapporti.

Il miliardario Suleiman Kerimov è stato sanzionato da Stati Uniti, Regno Unito e Unione Europea, secondo Reuters.

Secondo quanto riferito, lo yacht è stato sequestrato dalle autorizzazioni delle Fiji e l’equipaggio è stato arrestato.

“Gli Stati Uniti sono impegnati a trovare e sequestrare i beni degli oligarchi che hanno sostenuto la brutale e non provocata guerra d’elezione della Federazione Russa contro l’Ucraina”, ha affermato l’ambasciata americana alle Fiji in una dichiarazione sul sequestro dello yacht. “Noi e molti dei nostri partner dell’UE abbiamo già congelato o sequestrato molti beni di questi oligarchi. Stiamo lavorando a stretto contatto con i governi e i partner del settore privato in Europa e nel mondo intero, comprese le Figi, su questo tema”.

L’ammiraglia russa della flotta del Mar Nero è stata gravemente danneggiata

L’ammiraglia russa della sua flotta del Mar Nero è stata gravemente danneggiata e ha dovuto essere evacuata mercoledì, secondo quanto riferito dalla Russia.

Il governo russo ha affermato che un incendio sulla nave ha causato un’esplosione, secondo i media russi, ma i funzionari ucraini hanno affermato che la nave era stata colpita da due missili.

Maksym Marchenko, governatore della regione di Odesa, ha affermato che “i missili Nettuno a guardia del Mar Nero hanno causato danni molto gravi” all’incrociatore missilistico russo Moskva, secondo Reuters.

Il mese scorso, l’Ucraina ha dichiarato di aver danneggiato un’altra nave russa nel Mar d’Azov.

Per saperne di più: nave da guerra russa gravemente danneggiata nel Mar Nero

I rifugiati ucraini stanno entrando negli Stati Uniti attraverso il confine meridionale

Il corrispondente nazionale senior di Fox News William La Jeunesse spiega perché i rifugiati ucraini entrano negli Stati Uniti attraverso il Messico su “Special Report”.

Clicca qui per la diretta di mercoledì.

.

Leave a Comment