La Russia prende di mira le aree urbane; Biden giura che Putin “pagherà”

KIEV, Ucraina (AP) — Il leader ucraino ha denunciato l’escalation degli attacchi della Russia alle città affollate come una palese campagna di terrore, mentre il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha avvertito che se il leader russo non avesse “pagato un prezzo” per l’invasione, l’aggressione non si sarebbe fermata con un solo paese.

“Nessuno perdonerà. Nessuno dimenticherà”, ha promesso il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy dopo lo spargimento di sangue di martedì nella piazza centrale di Kharkiv, la seconda città più grande del Paese, e il micidiale bombardamento di una torre della televisione nella capitale. Ha definito l’attacco alla piazza “terrore franco e non mascherato” e un crimine di guerra.

L’assalto a Kharkiv è continuato mercoledì, anche se la Russia ha detto che sarebbe pronta a riprendere i colloqui con la parte ucraina in serata. Un attacco russo alla polizia regionale e al quartier generale dell’intelligence, secondo il servizio di emergenza dello stato ucraino. Ha detto che tre persone sono rimaste ferite.

Lo sciopero ha fatto esplodere il tetto dell’edificio della polizia e ha dato fuoco all’ultimo piano, e pezzi dell’edificio di cinque piani sono stati sparpagliati nelle strade adiacenti, secondo i video e le foto rilasciati dal servizio di emergenza.

Negli scioperi di mercoledì, quattro persone sono morte, nove sono rimaste ferite e i soccorritori hanno tirato fuori dalle macerie 10 persone, secondo il servizio.

Biden ha usato il suo primo indirizzo sullo stato dell’Unione per evidenziare la determinazione di un’alleanza occidentale rinvigorita che ha lavorato per riarmare l’esercito ucraino e adottare severe sanzioniche ha detto che ha lasciato il presidente russo Vladimir Putin “isolato nel mondo più di quanto non lo sia mai stato”.

Miniatura del video di Youtube

“Nel corso della nostra storia abbiamo imparato questa lezione: quando i dittatori non pagano un prezzo per la loro aggressività, causano più caos”, ha detto Biden. “Continuano a muoversi. E i costi e le minacce per l’America e il mondo continuano ad aumentare”.

Mentre Biden parlava, un convoglio di 40 miglia (64 chilometri) di centinaia di carri armati russi e altri veicoli avanzò lentamente su Kievla capitale di quasi 3 milioni di persone, in quella che l’Occidente temeva fosse un’offerta di Putin rovesciare il governo e instaurare un regime favorevole al Cremlino.

Le forze d’invasione hanno anche spinto il loro assalto ad altre città, compresi i porti strategici di Odesa e Mariupol nel sud.

All’alba del settimo giorno di guerra, la Russia si è trovata sempre più isolataassediato dalle sanzioni che hanno messo in subbuglio la sua economia e lasciato il Paese praticamente senza amici, a parte alcune nazioni come Cina, Bielorussia e Corea del Nord. La principale banca russa Sberbank ha annunciato mercoledì che si starà ritirando dai mercati europei a causa dell’inasprimento delle sanzioni occidentali.

Mentre infuriavano i combattimenti, la situazione umanitaria è peggiorata. Circa 660.000 persone sono fuggite dall’Ucrainae innumerevoli altri si sono rifugiati sottoterra.

Il bilancio delle vittime è stato meno chiaro, poiché né la Russia né l’Ucraina hanno rilasciato il numero di truppe perse. L’ufficio per i diritti umani delle Nazioni Unite ha affermato di aver registrato 136 morti tra i civili, anche se il bilancio effettivo è sicuramente molto più alto.

Un alto funzionario dell’intelligence occidentale ha stimato che 5.000 soldati russi erano stati catturati o uccisi nella più grande guerra di terra in Europa dalla seconda guerra mondiale.

Molti esperti militari temono che la Russia possa cambiare tattica. La strategia di Mosca in Cecenia e Siria era quella di utilizzare l’artiglieria e i bombardamenti aerei per polverizzare le città e schiacciare la determinazione dei combattenti.

Il ministero della Difesa britannico ha affermato di aver assistito a un aumento degli attacchi aerei e di artiglieria russi nelle aree urbane popolate negli ultimi due giorni. Ha anche detto che Kharkiv e Mariupol sono stati circondati dalle forze russe e che le truppe si sarebbero spostate nel centro di una terza città, Kherson. Il ministero della Difesa russo ha dichiarato di aver sequestrato Kherson, anche se l’affermazione non può essere confermata.

Le autorità ucraine hanno affermato che cinque persone sono rimaste uccise nell’attacco alla torre della TV vicino al centro di Kiev. Una sala di controllo televisiva e una sottostazione elettrica sono state colpite e almeno alcuni canali ucraini hanno interrotto brevemente le trasmissioni, hanno detto i funzionari.

L’ufficio di Zelenskyy ha riferito che anche il sito del memoriale dell’Olocausto di Babi Yar, che è adiacente alla torre della TV, è stato colpito. Un portavoce del memoriale ha detto che un cimitero ebraico nel sito, dove gli occupanti nazisti hanno ucciso più di 33.000 ebrei in due giorni nel 1941, è stato danneggiato, ma l’estensione non sarebbe stata chiara fino alla luce del giorno.

Zelenskyy ha espresso indignazione mercoledì per l’attacco a Babi Yar e preoccupazione che altri siti storicamente significativi e religiosi, come la Cattedrale di Santa Sofia, possano essere presi di mira.

“Questo è al di là dell’umanità. Tale attacco missilistico significa che per molti russi la nostra Kiev è assolutamente straniera”, ha detto Zelenskyy in un discorso pubblicato su Facebook. “Hanno l’ordine di cancellare la nostra storia, il nostro Paese e tutti noi”.

La Russia in precedenza aveva detto alle persone che vivevano vicino alle strutture di trasmissione utilizzate dall’agenzia di intelligence ucraina di lasciare le loro case. Ma il portavoce del ministero della Difesa russo Igor Konashenkov ha affermato mercoledì che l’attacco aereo sulla torre della TV non ha colpito alcun edificio residenziale. Non ha affrontato le morti riportate o il danno a Babi Yar.

A Kharkiv, con una popolazione di circa 1,5 milioni, almeno sei persone sono rimaste uccise quando l’edificio amministrativo della regione in Piazza della Libertà è stato colpito da quello che si credeva fosse un missile. Il ministero degli Esteri sloveno ha detto che il suo consolato a Kharkiv, situato in un altro grande edificio sulla piazza, è stato distrutto.

L’attacco alla piazza, il fulcro della vita pubblica della città, è stato visto da molti ucraini come una sfacciata prova del fatto che l’invasione russa non consisteva solo nel colpire obiettivi militari, ma anche nel rompere il loro spirito.

Il bombardamento ha fatto esplodere finestre e muri degli edifici che circondano la piazza, che era colma di detriti e polvere. All’interno di un edificio, pezzi di intonaco erano sparsi e le porte si trovavano attraverso i corridoi.

Un altro attacco aereo russo ha colpito una zona residenziale della città di Zhytomyr. I servizi di emergenza ucraini hanno affermato che lo sciopero di martedì ha ucciso almeno due persone, bruciato tre case e rotto le finestre di un vicino ospedale. A circa 85 miglia (140 chilometri) a ovest di Kiev, Zhytomyr è la sede della 95a Brigata d’assalto aereo d’élite, che potrebbe essere stato l’obiettivo previsto.

Nella città portuale meridionale di Mariupol, il sindaco ha affermato che gli attacchi sono stati implacabili.

“Ci stanno appiattendo ininterrottamente da 12 ore”, ha affermato il sindaco di Mariupol Vadym Boychenko dall’agenzia di stampa Interfax. “Non possiamo nemmeno prendere i feriti dalle strade, dalle case e dagli appartamenti oggi, poiché i bombardamenti non si fermano”.

Boychenko ha definito le azioni della Russia un “genocidio”, usando la stessa parola che Putin ha usato per giustificare l’invasione.

Zelenskyy ha deriso l’affermazione della Russia di perseguire solo obiettivi militari, osservando che lunedì sono stati uccisi 16 bambini.

“Dove sono i bambini? In che tipo di fabbriche militari lavorano?” disse Zelenskyj.

Human Rights Watch ha affermato di aver documentato un attacco con una bomba a grappolo fuori da un ospedale nell’est dell’Ucraina nei giorni scorsi. I residenti hanno anche riferito dell’uso di tali armi a Kharkiv e nel villaggio di Kiyanka. Il Cremlino ha negato l’uso di bombe a grappolo.

Bombe a grappolo sparano “bombole” più piccole su una vasta area, molti dei quali non esplodono fino a molto tempo dopo essere stati lasciati cadere. Se il loro uso fosse confermato, ciò rappresenterebbe un nuovo livello di brutalità nella guerra.

Mentre i combattimenti infuriavano, il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha detto che un russo sarebbe pronto a riprendere i colloqui mercoledì sera con i funzionari ucraini, un giorno dopo che Zelenskyy aveva detto che la Russia avrebbe dovuto prima smettere di bombardare.

I primi colloqui tra Russia e Ucraina dall’invasione si sono svolti lunedì, ma si sono conclusi solo con un accordo per parlare di nuovo.

Mosca ha lanciato nuove minacce di escalation martedì, giorni dopo aver sollevato lo spettro della guerra nucleare. Un alto funzionario del Cremlino ha avvertito che la “guerra economica” dell’Occidente contro la Russia potrebbe trasformarsi in una “vera guerra”.

All’interno della Russia, una delle principali stazioni radio critiche nei confronti del Cremlino è stata sospesa dopo che le autorità hanno minacciato di chiuderla per la copertura dell’invasione. Tra le altre cose, il Cremlino non permette che i combattimenti vengano definiti “invasione” o “guerra”.

Il ministero della Difesa ucraino ha affermato di avere prove che la Bielorussia, un alleato russo, si sta preparando a inviare truppe in Ucraina. Una dichiarazione del ministero pubblicata all’inizio di mercoledì su Facebook afferma che le truppe bielorusse sono state portate in preparazione al combattimento e sono concentrate vicino al confine settentrionale dell’Ucraina. Il presidente bielorusso Alexander Lukashenko ha affermato che il suo paese non ha intenzione di unirsi alla lotta.

Un alto funzionario della difesa degli Stati Uniti ha affermato che il progresso militare della Russia, incluso il massiccio convoglio, è rallentato, afflitto da problemi logistici e di approvvigionamento. Alcune colonne militari russe hanno esaurito il gas e il cibo, ha detto il funzionario, e di conseguenza il morale ha sofferto.

Nel complesso, l’esercito russo è stato bloccato da una feroce resistenza sul terreno e da una sorprendente incapacità di dominare completamente lo spazio aereo dell’Ucraina.

L’immenso convoglio, con veicoli ammassati lungo strade strette, sembrerebbe “un grosso bersaglio grasso” per le forze ucraine, ha detto l’alto funzionario dell’intelligence occidentale in condizione di anonimato. Ma ha anche mostrato che la Russia era a proprio agio nel fatto che non sarebbero arrivati ​​attaccati da aria, missili o missili, ha detto il funzionario.

___

Isachenkov e Litvinova hanno riferito da Mosca; Karmanau riportato da Leopoli, Ucraina. Mstyslav Chernov a Mariupol, Ucraina; Sergei Grits a Odesa, Ucraina; Robert Burns, Zeke Miller ed Eric Tucker a Washington; Francesca Ebel, Josef Federman e Andrew Drake a Kiev; Lorne Cook a Bruxelles; e altri giornalisti di AP di tutto il mondo hanno contribuito a questo rapporto.

___

Segui la copertura dell’AP sulla crisi ucraina su https://apnews.com/hub/russia-ukraine

.

Leave a Comment