La riforma della giustizia penale si trova di fronte a un ronzio politico mentre il GOP affina il suo messaggio di medio termine

Durbin (D-Ill.), nel frattempo, si è detto preoccupato per le prospettive del disegno di legge, in particolare date le accuse repubblicane durante le udienze di conferma di Jackson secondo cui la giustizia in attesa era morbida nei confronti del crimine. Il presidente della magistratura ha classificato la giustizia penale in cima alla sua lista di priorità, anche se ha affermato che la legislazione in materia di criminalità e forze dell’ordine “potrebbe essere difficile quanto l’immigrazione” – un’area notoriamente difficile di compromesso bipartisan a Capitol Hill.

Mentre sia Durbin che Grassley affermano che la legislazione successiva è necessaria per attuare ed espandere completamente gli aggiornamenti delle sentenze nella legge First Step, le politiche della campagna elettorale che circondano la riforma della giustizia penale minacciano un più ampio sostegno del GOP. Sebbene 38 senatori repubblicani abbiano appoggiato il disegno di legge del 2018, ci sono voluti gli appelli personali di Trump per coinvolgere molti. E con i Democratici che hanno il pieno controllo di Washington, l’emergente messaggio di medio termine dei repubblicani – che i liberali sono responsabili dell’aumento della criminalità violenta – potrebbe rendere molto più difficili le modifiche alle sentenze.

Sen. John Cornyn (R-Texas), membro del Comitato giudiziario e stretto consigliere di Minority Leader Mitch McConnelldeve ancora rivedere la proposta, ma prevede una strada difficile da percorrere.

“Particolarmente dato il picco di violenza nei centri urbani, sarebbe probabilmente controverso a seconda di quale fosse la proposta specifica”, ha detto Cornyn. I tempi non sono dei migliori vista la vicinanza dei midterm e delle primarie che restano ancora da disputare”.

La giuria ha già approvato l’anno scorso le basi per il potenziale pacchetto di riforma della giustizia penale di Durbin e Grassley. Darebbe ai detenuti che sono stati condannati prima dell’approvazione della legge First Step la possibilità di presentare una petizione per le sue linee guida sulla pena ridotta, applicandole retroattivamente se approvate.

Un altro disegno di legge incluso aumenterebbe l’ammissibilità a un programma che consente ad alcuni detenuti anziani di scontare il resto della pena a casa. C’è anche una discussione sull’ampliamento della portata di uno statuto federale sul furto d’auto, secondo un assistente del Comitato giudiziario del GOP.

Gli assistenti del Senato che hanno familiarità con il pacchetto affermano che è in corso uno sforzo per ampliare il sostegno e stanno portando altri membri per negoziare. Tra quei senatori ci sono Cory Booker (DNJ) e Mike Lee (R-Utah), che ha svolto un ruolo chiave nell’elaborazione della legge del 2018, hanno affermato gli assistenti.

Una spinta separata ma correlata alla giustizia penale nella camera alta, tuttavia, illustra che i sostenitori delle riforme non stanno esattamente riponendo le loro speranze in un accordo più ampio quest’anno. I sostenitori dell’eliminazione della disparità di condanna federale di lunga data tra i reati di crack e cocaina in polvere originariamente discussi includendo tale disposizione nella proposta più ampia del comitato.

Ora i sostenitori del cambiamento vogliono che il Senato elabori un disegno di legge autonomo sulla disparità crack-cocaina che i sostenitori chiamano “Equal Act”, citando il suo sostegno da 11 repubblicani del Senato – abbastanza per superare un ostruzionismo.

“Stanno lavorando a quel pacchetto per quasi un anno e l’Equal Act è pronto in questo momento”, ha affermato Holly Harris, direttore esecutivo del Justice Action Network, che sta esortando il Senato ad agire poco dopo Pasqua recesso. “La mia speranza è ovviamente che possiamo portare a compimento l’Equal Act qui. Voglio dire, è letteralmente sulla linea di porta”.

Il Justice Action Network senza scopo di lucro ha recentemente pubblicato una nuova lista di annunci per ringraziare i co-sponsor della legislazione per eliminare la disparità di condanna per crack e polvere di cocaina e sollecitare il sostegno dei repubblicani in alcuni stati, tra cui Utah, Louisiana, Kansas e Nord Dakota.

I sostenitori della legislazione che elimina la disparità crack-cocaina, approvata in modo schiacciante alla Camera a settembre, vanno dal conservatore sen. Cinzia Lummis (R-Wyo.) al Leader della Maggioranza al Senato Chuck Schumer. È sostenuto da gruppi di forze dell’ordine, tra cui la Major Cities Chiefs Association e la National District Attorneys Association.

Anche se Schumer non ha ancora stabilito una tempistica per quando avrebbe messo in discussione il disegno di legge sulla disparità di crack e cocaina, i membri del Congressional Black Caucus all’inizio di questo mese gli hanno scritto e Durbin esortando il Senato a prendere in considerazione il disegno di legge “senza indugio”. .” La legislazione è una priorità assoluta per il caucus, che ha già affrontato battute d’arresto sulla riforma della polizia e sui diritti di voto. E i fautori della riforma la inquadrano come una legislazione sull'”equità” invece che sulla criminalità, evidenziando il sostegno dei Rep. Jim Giordano (R-Ohio) e Louie Gohmert (R-Texas).

Ma gli assistenti del Senato su entrambi i lati della navata avvertono che, nonostante il sostegno bipartisan del disegno di legge sulla chiusura delle disparità, potrebbe comunque affrontare un percorso impegnativo verso il passaggio finale, compreso un dibattito potenzialmente arduo sugli emendamenti. I repubblicani che si oppongono al disegno di legge vorranno quasi certamente costringere i democratici del Senato vulnerabili a prendere severi voti di emendamento tra le notizie sull’aumento della criminalità violenta nelle principali città e le prossime elezioni di novembre.

Grassley, che non è un co-sponsor, ha anche espresso preoccupazioni sul fatto che ci sarebbe abbastanza sostegno repubblicano al Senato per portare la legislazione oltre il traguardo. Sebbene l’anno scorso la commissione giudiziaria abbia tenuto un’audizione sul disegno di legge sulla disparità crack-cocaina, non ha ancora programmato un markup.

Nel frattempo, Durbin non rinuncia al suo più ampio pacchetto di riforma della giustizia penale. Almeno non ancora.

Mentre le udienze di Jackson hanno messo in evidenza l'”estremo” dell’opposizione del GOP, ha detto di rimanere fiducioso che “ci siano repubblicani e democratici imparziali che possono formare la base di un accordo”.

Leave a Comment