La morte del giocatore di softball della James Madison University Lauren Bernett è stata classificata come suicidio, secondo il rapporto

La giocatrice di softball di James Madison Lauren Bernett, che ha aiutato i Dukes a raggiungere le Women’s College World Series dell’anno scorso, è morta all’età di 20 anni. La scuola ha annunciato la sua morte martedì e il giorno successivo lo sceriffo della contea di Rockingham Bryan Hutcheson lo ha classificato come un apparente suicidio, secondo l’Associated Press.

Hutcheson ha rifiutato di fornire ulteriori dettagli, ma ha detto che un’indagine sulla morte di Bernett è in corso.

“Il rapporto ufficiale dell’ufficio del medico legale è in sospeso e, per rispetto della sua famiglia e dei suoi amici, non ci sono altre informazioni da rilasciare in questo momento”, ha detto Hutcheson all’AP via e-mail.

In una dichiarazione congiunta che annunciava la morte di Bernett, il presidente della JMU Jonathan Alger e il direttore atletico Jeff Bourne hanno affermato che “i loro cuori fanno male” per la morte di Bernett, che hanno descritto come “un membro di successo della nostra squadra di softball e un grande ambasciatore della JMU e il nostro programma di atletica leggera”.

“Siamo grati che Lauren abbia fatto parte della nostra comunità di atletica leggera JMU e la considereremo sempre un duca”, si legge nella loro dichiarazione. “Ci mancherà moltissimo.

“I nostri pensieri vanno alla sua famiglia; ai suoi allenatori, compagni di squadra e amici; al resto del personale del nostro dipartimento e agli studenti-atleti; e all’intera comunità JMU. JMU Nation è una comunità unita e ci addoloriamo insieme”.

Il rilascio ha anche annunciato la cancellazione del doubleheader di mercoledì della JMU softball contro Longwood e ha offerto diverse risorse per la salute mentale. Il giorno in cui si sarebbe svolto il doubleheader, i Dukes hanno annunciato che anche la serie di tre partite di questo fine settimana contro il Delaware sarà cancellata.

L’annuncio della morte di Bernett è arrivato il giorno dopo che la Colonial Athletic Association l’ha nominata Giocatrice della settimana. Il secondo catcher si è guadagnato l’onore lunedì dopo essere andato 7 su 9 con sette RBI e quattro punti segnati, incluso un fuoricampo, durante una spazzata di tre partite di Drexel lo scorso fine settimana.

Per onorare Bernett, Liberty e Tennessee – che hanno entrambi giocato alla JMU nelle regionali NCAA della scorsa stagione – hanno indossato nastri viola durante la loro partita di softball mercoledì. Anche Liberty, la scuola ospitante, dipinse sul campo le iniziali e il numero di Bernett.

Molti dei compagni di squadra di Bernett hanno condiviso le loro reazioni alla tragica notizia sui social media. giocatore di utilità Kayla Boseman ha scritto Bernett “non sarà mai dimenticato” mentre è catcher/outfielder Ha aggiunto Emily Phillips le mancherà “più di ogni altra cosa”. Brocca Ha chiamato Meredith Wells Bernett “una luce per tanti”. Compagno lanciatore Alexis Bermudez ha twittato ama Bernett e spera di essere “con tutti i cuccioli che (lei) può gestire”.

L’infielder Jasmine Hall ha condiviso un video di se stessa che canta con Bernett, aggiungendo che “apprezzerà sempre” il tempo che ha trascorso con lei.

Un giorno dopo il lanciatore Alissa Humphrey ha twittato la notizia della morte di Bernett “fa davvero male”, ha scritto il secondo anno su come la sua luce continua a risplendere.

L’ex star della JMU Odicci Alexander, lanciatore dell’anno 2021 di Softball America, ha scritto “Ti amo LB” con l’emoji del cuore spezzato due minuti prima twittando “Non sai mai cosa sta passando qualcuno.”

Leave a Comment