La media su sette giorni dei nuovi casi di omicron scende al di sotto del picco del delta in Oregon

Il numero di nuovi casi noti di COVID-19 in Oregon è in discesa da 25 giorni, per poi scendere finalmente al di sotto della media registrata durante il picco del delta alla fine dell’estate scorsa.

La media mobile di sette giorni di nuovi casi è stata di 2.195, al di sotto del picco raggiunto durante l’impennata del delta di 2.329 casi il 2 settembre. Anche la media di martedì è stata di gran lunga inferiore al picco alimentato da omicron di oltre 8.200 casi medi al giorno registrato su gen. 21.

Il precipitoso calo è stato guidato dall’ennesimo giorno di diminuzione dei casi: martedì sono state segnalate 1.613 nuove infezioni. Lo stato ha anche riportato 20 nuovi decessi, sebbene alcuni di essi siano avvenuti lo scorso autunno. Gli esperti di salute pubblica, tuttavia, avvertono che i casi sono ancora molto alti e che i residenti dovrebbero continuare a prendere precauzioni, come indossare le mascherine.

Il mandato statale per le maschere indoor dovrebbe scadere entro il 31 marzo o quando il numero di pazienti ricoverati in ospedale con COVID-19 scenderà a 400. L’Oregon sembra sulla buona strada per battere la data di fine marzo, con il numero di martedì che scenderà a poco al di sopra di 800, mettendo Oregon circa due settimane e mezzo prima di una previsione dell’Oregon Health & Science University che inizialmente prevedeva che i ricoveri non avrebbero raggiunto i 400 fino a circa la fine di marzo.

Dove i nuovi casi sono per contea: Baker (2), Benton (22), Clackamas (100), Clatsop (15), Columbia (8), Coos (36), Crook (18), Curry (12), Deschutes (95), Douglas (85), Gilliam (1), Grant (5), Harney (1), Hood River (8), Jackson (146), Jefferson (16), Josephine (54), Klamath (26), Lake (20), Lane (166) , Lincoln (22), Linn (45), Malheur (23), Marion (148), Morrow (2), Multnomah (189), Polk (60), Sherman (1), Tillamook (9), Umatilla (50) , Union (11), Wallowa (2), Wasco (17), Washington (140), Wheeler (6) e Yamhill (52).

Deceduti: Lo stato ha riportato 20 nuovi decessi legati al COVID-19.

Un uomo di 61 anni della contea di Marion è morto il 16 settembre al PeaceHealth Sacred Heart Medical Center di Riverbend, con i risultati del test del 18 settembre che mostravano che era positivo.

Un uomo di 58 anni della contea di Multnomah è morto il 1 ottobre al PeaceHealth Sacred Heart Medical Center di Riverbend, con i risultati del test del 2 ottobre che mostravano che era positivo.

Una donna di 79 anni della contea di Marion è risultata positiva il 5 novembre ed è morta il 9 dicembre al Santiam Hospital.

Un uomo di 41 anni della contea di Multnomah, risultato positivo al test il 7 dicembre, è morto lo stesso giorno all’Adventist Health Portland.

Una donna di 82 anni della contea di Deschutes è risultata positiva il 30 dicembre ed è morta il 19 gennaio. 6 a St. Charles Bend.

Un uomo di 76 anni della contea di Lane è risultato positivo al test il 12 febbraio. 9 e morì feb. 10 presso il PeaceHealth Sacred Heart Medical Center a Riverbend.

Un uomo di 92 anni della contea di Lane è risultato positivo al test il 21 gennaio. 29 e morì feb. 12 presso il PeaceHealth Sacred Heart Medical Center a Riverbend.

Un uomo di 48 anni della contea di Lane è risultato positivo il 24 gennaio. 28 e morì feb. 10 presso il PeaceHealth Sacred Heart Medical Center a Riverbend.

Un uomo di 85 anni della contea di Lane è risultato positivo il 24 gennaio. 25 e morì feb. 10 al McKenzie-Willamette Medical Center.

Un uomo di 78 anni della contea di Lane è risultato positivo al test il 21 gennaio. 26 e morì feb. 11 presso il PeaceHealth Sacred Heart Medical Center a Riverbend.

Un uomo di 77 anni della contea di Lane è risultato positivo il 24 gennaio. 18 e morì feb. 9 a casa sua.

Un uomo di 79 anni della contea di Lane è risultato positivo il 6 dicembre ed è morto il 16 dicembre nella sua casa.

Un uomo di 69 anni della contea di Lane è risultato positivo il 29 novembre ed è morto il 15 dicembre nella sua casa.

Un uomo di 65 anni della contea di Umatilla è risultato positivo al test il 12 febbraio. 6 e morì feb. 11 presso il Providence St. Mary Medical Center.

Un uomo di 82 anni della contea di Josephine è risultato positivo al test il 24 gennaio. 31 e morì feb. 13 presso l’Asante Three River Medical Center.

Un uomo di 84 anni della contea di Jefferson è risultato positivo al test il 24 gennaio. 21 e morì feb. 9 a St. Charles Bend.

Una donna di 77 anni della contea di Jefferson è risultata positiva a gennaio. 10 e morì feb. 12 a St. Charles Bend.

Un uomo di 78 anni della contea di Jackson è risultato positivo al test il 12 febbraio. 3 ed è morto il 13 febbraio all’Asante Rogue Regional Medical Center.

Un uomo di 72 anni della Contea di Jackson è risultato positivo il 19 gennaio. 24 e morì feb. 12 presso il Centro medico regionale di Asante Rogue.

Un uomo di 70 anni della contea di Coos è risultato positivo al test il 21 gennaio. 22 e morì feb. 13 al Bay Area Hospital.

Ricoveri: 805 persone con infezioni confermate da coronavirus sono ricoverate in ospedale, 60 in meno da lunedì. Ciò include 147 persone in terapia intensiva, cinque in meno rispetto a lunedì.

Da quando è iniziato: L’Oregon ha riportato 680.852 infezioni confermate o presunte e 6.393 decessi, tra i numeri pro capite più bassi della nazione. Ad oggi, lo stato ha riportato 7.308.197 dosi di vaccino somministrate, vaccinando completamente 2.849.040 persone e vaccinando parzialmente 296.818 persone.

Per vedere più dati e tendenze, visita https://projects.oregonlive.com/coronavirus/

–Aimee Green; agreen@oregoniano.com; @o_aimee

Leave a Comment