La Corte Suprema respinge l’offerta del GOP di bloccare la mappa del Congresso del Wisconsin

I giudici non hanno fornito alcuna spiegazione per la loro decisione di non intervenire nella questione. Quel piano di riorganizzazione aveva una tendenza repubblicana, ma era ancora favorito dai democratici a causa del potenziale che avrebbe potuto dare loro almeno un seggio aggiuntivo alla Camera degli Stati Uniti.

La Corte Suprema, tuttavia, anche mercoledì ha emesso un’ordinanza in un caso separato di riorganizzazione distrettuale del Wisconsin che ha bloccato una mappa legislativa statale adottata dalla Corte Suprema del Wisconsin sostenuta dai Democratici.

La Corte Suprema degli Stati Uniti ha affermato che, adottando la mappa, la Corte Suprema del Wisconsin aveva “commesso un errore legale nell’applicazione delle decisioni di questa Corte in merito al rapporto tra la garanzia costituzionale di pari protezione e” il Voting Rights Act.

I giudici Sonia Sotomayor – in un dissenso raggiunto dal giudice Elena Kagan – hanno definito la mossa nel caso della mappa legislativa statale “senza precedenti”.

“L’intervento di questa Corte oggi non è solo straordinario, ma anche non necessario”, ha scritto.

Controversie tra governatore e legislatori repubblicani

La mappa del Congresso era stata proposta dal Governatore Democratico. Tony Evers alla Corte Suprema del Wisconsin, che lo ha adottato con una sentenza 4-3, dopo che Evers e il legislatore non sono riusciti a raggiungere un accordo su un nuovo piano del Congresso.

I membri repubblicani della Camera degli Stati Uniti hanno chiesto alla Corte Suprema di lanciare quella mappa. I repubblicani hanno accusato la Corte Suprema dello stato del Wisconsin di aver violato la Costituzione degli Stati Uniti, presumibilmente cambiando a metà del contenzioso gli standard che la corte avrebbe utilizzato per valutare le mappe proposte nel contenzioso.

“La decisione della Corte Suprema del Wisconsin di nascondere la palla fino a quando tutte le parti non avranno presentato le mappe viola chiaramente la Due Process Clause, secondo la giurisprudenza di questa Corte”, hanno affermato i repubblicani.

Hanno anche affermato che la mappa proposta da Evers violava il precedente della Corte Suprema che richiedeva che i distretti congressuali fossero disegnati con lo stesso numero di persone.

Interesse della Corte Suprema sull’uso della razza nella riorganizzazione dei distretti

Nel suo appello alla Corte Suprema degli Stati Uniti in merito alla mappa legislativa statale, il legislatore del GOP ha sostenuto che la mappa adottata dalla corte suprema statale era un gerrymander razziale incostituzionale.

La mappa era stata proposta da Evers, che aveva chiesto alla Corte Suprema di lasciare la mappa che i giudici del Wisconsin avevano scelto. I legislatori repubblicani, nel loro appello, hanno sottolineato in modo specifico come il piano di riorganizzazione dei distretti del governatore abbia aumentato il numero dei distretti delle assemblee statali a maggioranza nera da sei a sette.

'Hanno ottenuto quello che hanno ordinato, giusto?': I democratici cercano un messaggio di medio termine alle riunioni del partito

I repubblicani hanno accusato la Corte Suprema del Wisconsin di “massimizzare” il numero dei distretti a maggioranza nera nel piano statale, andando oltre quanto richiesto dal Voting Rights Act e violando i limiti che la Costituzione degli Stati Uniti pone sull’uso della razza, ai sensi La Corte Suprema degli Stati Uniti ha ridefinito il precedente.

Mercoledì, la Corte Suprema degli Stati Uniti ha dichiarato in un’ordinanza non firmata che i suoi precedenti per quando la razza poteva essere considerata nella riorganizzazione distrettuale non erano stati adeguatamente seguiti nel contenzioso della Corte Suprema del Wisconsin. La Corte Suprema degli Stati Uniti ha rinviato il caso alla corte del Wisconsin per un altro ciclo di procedimenti “non in contrasto con questa opinione”.

“Raccomandiamo che la corte sia libera di raccogliere ulteriori prove se preferisce riconsiderare le mappe del Governatore piuttosto che scegliere tra le altre osservazioni. Qualsiasi nuova analisi, tuttavia, deve essere conforme alla nostra giurisprudenza di pari protezione”, afferma l’ordinanza della Corte Suprema degli Stati Uniti .

L’ultima mossa della Corte Suprema degli Stati Uniti nei casi del Wisconsin arriva dopo un miscuglio di sentenze per i repubblicani. Il mese scorso i leader del GOP dell’Alabama hanno ottenuto un ordine dai cinque giudici più conservatori di sospendere le sentenze dei tribunali di grado inferiore che richiedono che la sua mappa del Congresso venga ridisegnata. La Corte Suprema esaminerà quel caso – in cui i repubblicani sono accusati di diluire i voti dei neri in violazione del Voting Rights Act – nei prossimi mesi, con esperti legali che si aspettano che la corte conservatrice ridimensioni ulteriormente l’ambito del Voting Rights Act .

Ma i Democratici hanno ottenuto due vittorie chiave nei casi della Pennsylvania e della Carolina del Nord che sono stati appellati alla Corte Suprema all’inizio di quest’anno. In quei due casi, la Corte Suprema degli Stati Uniti ha respinto le richieste di intervento del GOP e ha lasciato indisturbate le mappe preferite dai democratici che erano state adottate dalle corti supreme statali in quegli stati.

.

Leave a Comment