La Corte Suprema infligge il colpo di grazia all’offerta di Trump di ostacolare Jan. 6 pannelli

Martedì la Corte Suprema ha respinto l’ultimo ricorso dell’ex Presidente TrumpDonald TrumpOn The Money — Gli occhi del Congresso sfrecciano per evitare la chiusura Hillicon Valley — L’app sostenuta da Trump va online Durante la notte Difesa e sicurezza nazionale — Putin riconosce l’indipendenza delle regioni ribelli ALTRO nella sua disputa con gli investigatori del Congresso che perseguivano i documenti della sua amministrazione come parte dell’indagine sul gen. 6, 2021, attacco al Campidoglio.

La mossa della corte ha rappresentato un colpo finale – almeno per ora – all’offerta legale di mesi di Trump di impedire ai legislatori di ottenere orari, registri delle chiamate, e-mail e altri documenti della Casa Bianca che il comitato afferma di aver bisogno di rimpolpare le circostanze che circondano il micidiale professionista -Rivolta Trump Capitol.

La sconfitta probabilmente mette a tacere anche la preoccupazione che Trump possa utilizzare una strategia di contenzioso prosciugato per ostacolare il gennaio. 6 sonda. Trump ha adottato l’approccio in modo efficace come presidente, utilizzando una serie di tattiche di ritardo per trascinare fuori le cause, ostacolare gli investigatori e respingere le richieste di documenti.

“Sebbene vi sia una possibilità non banale che Trump possa nuovamente tentare di bloccare il rilascio di documenti attraverso un nuovo contenzioso, la risoluzione di questo caso dovrebbe probabilmente segnare la fine di questo particolare ostacolo per il 10 gennaio. 6 del comitato per ricevere i documenti presidenziali”, ha affermato Bradley Moss, avvocato per la sicurezza nazionale e partner dell’Ufficio legale di Mark S. Zaid.

“All’orizzonte, tuttavia, si pone la questione più difficile per il comitato se citare in giudizio Trump e la sua famiglia nel tentativo di ottenere una testimonianza reale”, ha aggiunto Moss.

La sentenza dei giudici, arrivata con una breve ordinanza non firmata emessa senza commenti, arriva dopo che la Corte Suprema ha respinto la richiesta d’urgenza di Trump di bloccare il trasferimento dei suoi documenti della Casa Bianca dagli archivi nazionali al comitato ristretto della Camera, un processo iniziato il mese scorso .

L’ordinanza lascia intatta una sentenza della corte d’appello federale inferiore che ha ritenuto poco convincente l’affermazione di Trump sul privilegio esecutivo e altre teorie legali alla luce Presidente BidenJoe Biden L’ambasciatore degli Stati Uniti presso le Nazioni Unite definisce “nonsense” le forze di pace di Putin Gli Stati Uniti trasferiscono il personale dell’ambasciata ucraina in Polonia Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite per tenere una riunione di emergenza su richiesta dell’Ucraina ALTROil rifiuto di invocare il privilegio, nonché il pressante compito del collegio della Camera.

Trump si è rivolto alla Corte Suprema a dicembre dopo che i tribunali federali inferiori hanno respinto le sue richieste di impedire agli archivi nazionali di trasmettere i documenti della sua amministrazione. I suoi avvocati avevano chiesto ai giudici di proteggere i materiali contestati dalla divulgazione mentre consideravano il suo appello formale.

Gli avvocati di Trump, nei documenti del tribunale, avevano anche respinto l’affermazione del comitato secondo cui una lunga lotta legale minaccia di minare il suo lavoro.

“Gli intervistati non saranno danneggiati dal ritardo”, hanno scritto gli avvocati di Trump, riferendosi al pannello della Camera. “Nonostante la loro insistenza sull’urgenza dell’indagine, è passato più di un anno dal 6 gennaio 2021. Mancano anni al prossimo passaggio di potere”.

“Il Comitato e la Corte hanno il tempo di fare un’analisi rapida ma misurata di queste importanti questioni e assicurarsi che nella fretta di condurre le sue indagini, il Comitato non causi danni strutturali irreparabili nel processo”, hanno aggiunto.

I giudici, tuttavia, hanno respinto la richiesta di emergenza di Trump a gennaio. 19 sentenza. In poche ore, il comitato ristretto della Camera ha iniziato a ricevere record, uno sviluppo che il presidente del pannello Benni ThompsonBennie Gordon Thompson, l’ex portavoce della campagna Trump, Katrina Pierson, risponde alle domande di gennaio. 6 giuria: rapporto Le regole del giudice Trump deve affrontare cause civili nel corso del 10 gennaio 6 gen. 6 membri della giuria hanno citato in giudizio le persone che hanno aiutato Trump a fare campagna per gli sforzi degli “elettori alternativi” DI PIÙ (Miss. D) e Vicepresidente Liz CheneyElizabeth (Liz) Lynn CheneyGli americani non devono ignorare il consiglio dei nostri più grandi presidenti, critici del GOP di Trump, di riunirsi a Washington per offrire la “controprogrammazione” del CPAC Il giudice nel caso di cospirazione Trump collega gennaio 6 alla storia della violenza razzista MORE (R-Wyo.) salutato come “una vittoria per lo stato di diritto e la democrazia americana”.

La sentenza del mese scorso è arrivata con un ordine non firmato di un paragrafo. giustizia Clarence TommasoClarence ThomasChi è più qualificato per diventare il prossimo giudice della Corte Suprema? On The Trail: il caso dell’Arkansas pone una nuova minaccia al Voting Rights Act Il caso conservatore per la nomina di una donna di colore alla Corte Suprema ALTROun convinto conservatore, è stato il solo a indicare che avrebbe accolto la richiesta di Trump.

I giudici hanno scritto che, sebbene la disputa senza precedenti tra un ex presidente e i legislatori abbia sollevato “preoccupazioni serie e sostanziali”, la corte d’appello federale con sede a Washington, DC, aveva adeguatamente analizzato le questioni in questione.

“Poiché la Corte d’Appello ha concluso che le affermazioni del presidente Trump sarebbero fallite anche se fosse stato l’incumbent, il suo status di ex presidente non ha necessariamente influito sulla decisione della corte”, ha scritto la corte.

IlJan. Il 6 attacco ha visto la morte di quattro persone, tutti sostenitori di Trump, inclusa una donna colpita dalla polizia del Campidoglio. Separatamente, un agente di polizia del Campidoglio ha subito un ictus fatale il giorno dopo aver riportato ferite nella rivolta, e altri quattro agenti delle forze dell’ordine che hanno risposto quel giorno sono morti suicidi.

Quasi 800 rivoltosi sono accusati.

La mossa della corte martedì non solo ha segnato una negazione della richiesta formale di appello di Trump, ma ha anche inviato quello che probabilmente sarà il segnale finale che i tribunali non sarebbero intervenuti su richiesta di Trump, come spesso faceva la magistratura quando era presidente.

Un portavoce di Trump non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento. Lo stesso Trump è rimasto muto sulle sentenze della Corte Suprema contro di lui, anche se in precedenza non ha evitato di criticare le decisioni con cui non è d’accordo, o addirittura di chiamare i giudici per nome.

Se il tribunale avesse agito su una delle richieste di Trump, avrebbe potuto mettere in moto il tipo di lunga battaglia in tribunale che Trump ha condotto alla Casa Bianca, spesso montando un appello dopo l’altro, con casi a volte in bilico tra il tribunale distrettuale, ricorso intermedio corte e Corte Suprema, poi di nuovo.

Ad esempio, il procuratore distrettuale di Manhattan Cy Vance Jr. (D) ha ottenuto un mandato di comparizione da parte del gran giurì per le dichiarazioni dei redditi di Trump nell’agosto 2019. Ma il suo ufficio ha impiegato 18 mesi per combattere Trump in tribunale prima che Vance ottenesse finalmente i documenti nel febbraio dello scorso anno .

Quando Trump ha lasciato l’incarico nel gennaio 2021, numerosi casi contro di lui e la sua amministrazione erano ancora in bilico.

La prospettiva che Trump organizzi una lunga battaglia giudiziaria contro il gen. 6 inquirenti avevano sollevato timori tra alcuni esperti che potesse ancora una volta trascinare il processo legale a suo vantaggio.

Sebbene il contenzioso di Trump sia stato portato a una tempestiva conclusione, il comitato deve affrontare sfide legali separate alla sua autorità investigativa negli scontri giudiziari in corso con l’ex consigliere di Trump Stephen Bannon e l’ex capo di stato maggiore della Casa Bianca Marco PratiMark MeadowsL’ala destra critica i media per la mancanza di copertura sulla sonda di Durham Durham sostiene che gli analisti informatici hanno “sfruttato” l’accesso al server Trump della Casa Bianca I democratici sono furiosi mentre i documenti di Trump fanno rivivere il trauma delle e-mail di Clinton ALTROcosì come il portavoce di Trump Taylor Budowich e il consulente legale post-elettorale John Eastman.

IlJan. Il comitato 6 non ha fissato una scadenza fissa per il completamento delle sue indagini, ma Thompson ha affermato che il gruppo spera di concludere entro l’inizio della primavera. Le imminenti elezioni di medio termine, che molti prevedono di affidare il controllo della Camera ai repubblicani, che probabilmente interromperanno le operazioni del comitato, presentano al panel una scadenza de facto a gennaio.

.

Leave a Comment