La contea di Los Angeles revoca il mandato di mascherina per le persone vaccinate venerdì, afferma il dipartimento della salute

LOS ANGELES (KABC) – Le persone vaccinate potranno andare senza maschera negli stabilimenti, nelle aziende e nei luoghi della contea di Los Angeles che verificano lo stato di vaccinazione, secondo un ordine di salute pubblica recentemente rivisto che entrerà in vigore venerdì, hanno affermato i funzionari.

“Poiché la contea continua a sperimentare una ridotta diffusione di COVID-19, è opportuno prendere in considerazione un minor numero di misure di sicurezza richieste, rilevando che le persone vulnerabili dovrebbero continuare a garantire tutte le protezioni possibili”, ha affermato in una nota il Dipartimento della salute pubblica della contea di Los Angeles. “Dato il ridotto rischio, la sanità pubblica sta modificando l’ordine del funzionario sanitario per consentire a stabilimenti, aziende e luoghi che verificano lo stato di vaccinazione di offrire un mascheramento opzionale per le persone completamente vaccinate”.

La nuova ordinanza sanitaria entrerà in vigore alle 12:01. Venerdì 25 febbraio, ha detto il dipartimento.

Stabilimenti, aziende e locali devono verificare che il 100% dei clienti dai 5 anni in su sia completamente vaccinato. In caso contrario, devono fornire la prova di un recente risultato negativo del test virale COVID-19. I test per i clienti devono essere effettuati entro due giorni dall’ingresso se un test PCR o un giorno se un test dell’antigene. I dipendenti potranno presentare un risultato negativo del test ogni tre giorni.

Tutti coloro che non sono completamente vaccinati o non mostrano la prova della vaccinazione devono comunque fornire un test negativo e continuare a indossare una maschera ben aderente mentre si è al chiuso, tranne quando mangiano o bevono attivamente.

“Man mano che la trasmissione diminuisce e c’è meno virus in circolazione, alcuni strumenti possono offrire protezioni significative contro i peggiori rischi associati al COVID”, ha affermato il direttore della sanità pubblica della contea Barbara Ferrer in una nota. “Poiché i vaccini sono uno di questi strumenti, con tassi più bassi di ricoveri ospedalieri e ricoveri COVID, è appropriato negli ambienti che verificano la vaccinazione o lo stato del test negativo, che passiamo a raccomandare fortemente il mascheramento invece di richiedere il mascheramento”.

La scorsa settimana, i funzionari sanitari della California hanno revocato il mandato della maschera per interni COVID in tutto lo stato negli ambienti pubblici per le persone vaccinate. I bambini, tuttavia, sono ancora tenuti a indossare le mascherine a scuola.

RELAZIONATO: LAUSD rilascia il mandato di maschere per esterni per studenti e personale martedì; mandato indoor ancora in vigore

Ferrer aveva precedentemente delineato le metriche che avrebbero dovuto essere soddisfatte affinché la contea abbandoni il mandato delle maschere per interni, metriche che probabilmente manterrebbero la regola in vigore fino alla fine di marzo. Ma il dissenso è cresciuto tra il consiglio dei supervisori della contea la scorsa settimana quando Hahn si è unita alla sua collega Kathryn Barger nel chiedere che la contea si allinei con lo stato sulla questione del mascheramento indoor.

Sebbene la maggior parte del consiglio di cinque membri abbia continuato a sostenere la regola di mascheramento della contea, Ferrer ha detto al panel la scorsa settimana che l’agenzia sanitaria stava esplorando la possibilità di allentare il mandato al chiuso in luoghi in cui sono presenti altri “strati di protezione”, come vaccinazioni o test COVID obbligatori.

In precedenza, Ferrer aveva affermato che la regola della maschera interna sarebbe rimasta in vigore fino a:

  • “Il livello di trasmissione del COVID nella contea scende al livello ‘moderato” come definito dai Centri statunitensi per il controllo delle malattie e rimane lì per due settimane; ORO
  • I vaccini COVID sono disponibili per i residenti di età inferiore ai 5 anni da almeno otto settimane; E
  • non sono state identificate varianti emergenti di COVID che potrebbero innescare un’altra ondata di casi.

Secondo Ferrer, il raggiungimento del livello di trasmissione “moderato” del CDC richiede che la contea abbia un tasso di infezione cumulativo in sette giorni inferiore a 50 per 100.000 residenti. A partire da lunedì, il tasso della contea era di 133 per 100.000 residenti.

Ferrer ha osservato che il tasso della contea è in costante calo e, al ritmo attuale, la contea raggiungerà la designazione “moderata” entro il 16 marzo, il che significa che il mandato della maschera indoor sarebbe revocato entro il 30 marzo.

Barger ha sostenuto, tuttavia, che il mantenimento di regole più rigide rispetto allo stato ha creato confusione tra i residenti e ha contribuito a una mancanza di conformità, che è stata messa in mostra durante il recente Super Bowl a Inglewood, dove i fan hanno quasi universalmente violato il mandato di indossare la maschera all’aperto della contea .

Quel mandato di mascheramento all’aperto è stato revocato mercoledì scorso – tre giorni dopo il Super Bowl – per i “mega-eventi” all’aperto e le attività all’aperto nelle scuole e negli asili nido.

“Da un punto di vista psicosomatico, è giunto il momento”, ha detto la dottoressa Daisy Dodd delle malattie infettive della Kaiser Permanente Orange County. “Tuttavia, come specialista in malattie infettive, consiglierei comunque che se hai problemi medici sottostanti e che sicuramente se non sei stato vaccinato, dovrebbero indossare una maschera N95 per proteggerli”.

Le mascherine sono ancora obbligatorie all’interno delle scuole in base a un’ordinanza statale che dovrebbe essere riesaminata nuovamente alla fine del mese.

CORRELATI: I medici lanciano nuovi programmi per aiutare un numero crescente di “trasportatori lunghi” COVID pediatrici

City News Service, Inc. ha contribuito a questo rapporto.

Copyright © 2022 KABC Television, LLC. Tutti i diritti riservati.

.

Leave a Comment