La bevanda versata ha portato a sparatorie mortali, dice il capo della polizia di Norfolk

“Sento che dobbiamo riprendere il centro.”

Norfolk, Virginia (WAVY) – Il capo della polizia di Norfolk ha detto che un drink versato ha lanciato l’argomento che si è concluso con cinque persone che sono state uccise a colpi di arma da fuoco, due a morte, nel cuore del quartiere degli affari del centro di Norfolk sabato mattina presto.

Il capo Larry Boone, rivolgendosi lunedì sera alla Downtown Norfolk Civic League, ha affermato che “questo è un altro incidente in cui non esisteva una risoluzione del conflitto”.

Secondo la polizia, la richiesta la telecamera di ripresa intorno all’1:55 di sabato nell’isolato 300 di Granby Street, nelle vicinanze del Chicho’s Backstage e del Tidewater Community College. In totale cinque persone sono state uccise. Sierra Jenkins e Devon “Malik” Harrisentrambi 25, sono morti per le ferite riportate.

Boone ha detto che la discussione è iniziata all’interno di Chicho’s Backstage. A questo punto, nessun sospetto è stato identificato.

“Non abbiamo alcun vantaggio duro e veloce in questo momento su quell’individuo”, ha detto Boone. “Sono cautamente ottimista sulla base di dove ciò è avvenuto che faremo un arresto”.

Ha detto che i testimoni sono ancora in fase di interrogatorio e che si sta prendendo in considerazione il denaro della ricompensa.

Queste sono state le prime dichiarazioni di Boone dopo la sparatoria. Finora, ha rifiutato le richieste di intervista di 10 On Your Side. La polizia di Norfolk non ha risposto immediatamente alle domande su ciò che è accaduto sulla strada pubblica.

Al fine di cercare di fornire una maggiore tranquillità in centro, Boone ha detto che giovedì in Granby Street inizierà una maggiore presenza della polizia.

Mentre Boone ha affermato che il dipartimento sta affrontando una carenza “astronomica” di oltre 200 ufficiali – un numero con almeno 60 posti vacanti aggiuntivi rispetto a quanto riportato l’anno scorso – Boone ha detto che il personale extra proverrà da unità speciali per completare gli ufficiali che pattugliano l’area del centro.

Boone ha detto che gli ufficiali lavoreranno per chiudere Granby Street al traffico veicolare durante l’orario di chiusura di bar e club, al fine di “incanalare” le persone alle loro auto. Boone ha detto che la strategia ha funzionato bene la scorsa estate dopo diverse sparatorie nel Neon District.

“Abbiamo assistito a una riduzione drastica e drastica delle nostre sparatorie”, ha detto Boone.

Infine, ha intenzione di chiedere al consiglio comunale se approva l’uso di telecamere di sorveglianza e droni in occasione di eventi speciali.

“Quei tipi di cose che dicono alle persone che vengono osservate, cambiano il comportamento”, ha detto Boone.

L’argomento di rendere il centro più sicuro è cresciuto negli ultimi anni poiché si sono verificate più sparatorie nell’area. Alla fine dell’anno scorso, il consiglio comunale è arrivato fino a chiudere i club dopo molteplici sparatorie successo fuori.

I membri del consiglio Courtney Doyle e Andria McClellan rappresentano il centro di Norfolk. Entrambi hanno detto ai membri della Lega Civica che sostengono le modifiche alla politica cittadina per aiutare ad affrontare anche la sicurezza del centro.

“Sento che dobbiamo tornare in centro”, ha detto Doyle.

Doyle ha detto che prevede di presentare molte delle sue proposte martedì alla sessione di lavoro del consiglio comunale. Includono una revisione di tutti i permessi per l’uso condizionale (CUP) di bar e ristoranti del centro, vietando l’emissione di nuovi CUP in centro e richiedendo a tutte le attività di chiudere a mezzanotte.

“Tutti chiudono a mezzanotte. Non succede niente di buono dopo la mezzanotte. Lo sappiamo tutti”, ha detto Doyle.

Ha chiuso dicendo che alla fine le piacerebbe vedere un “Nonno senza armi”.

McClellan l’ha supportata in quella chiamata.

“È sempre qualcosa che si bilancia quando si ha gente fuori a tarda notte e si ha a che fare con l’alcol. Succedono cose sfortunate, ma cose come questa non devono accadere”, ha detto McClellan. “Non so perché, ma questa pandemia ha indotto le persone a comportarsi in modi che non abbiamo mai visto”.

Solo nel Norfolk, la polizia ha denunciato 26 sparatorie dal 19 gennaio. 1 — esclusa la violenza di questo fine settimana.

Ma la violenza non si limitava solo a Norfolk. Sedici persone sono state uccise in sei delle sette città durante il fine settimana e quattro di loro sono morti.

Nel 2021, 530 pazienti con ferite da arma da fuoco sono stati curati al Norfolk General Hospital, che è il centro di trama della regione. Nel 2019 sono stati curati 300 pazienti con ferite da arma da fuoco. Il Norfolk General ha visto un aumento del 76% delle vittime di arma da fuoco negli ultimi tre anni.

“C’era un tempo in cui la gente sapeva quando si sarebbero verificate le sparatorie”, ha detto Boone. “Negli ultimi due anni, è difficile identificare dove si verificheranno in modo da poter adottare alcune misure proattive. È un mondo diverso in cui viviamo in questo momento”.

Sabato, il procuratore del Commonwealth di Norfolk Ramin Fatehi ha inviato le sue condoglianze in a post sui social:

“A livello locale, faremo del nostro meglio per cercare giustizia e responsabilità con le leggi che abbiamo, ma le soluzioni alla violenza armata iniziano con buone scelte personali e riforme sensate delle nostre leggi nazionali e statali per tenere le armi fuori dalle mani dei cattivi attori. Dobbiamo unirci».

Ha esortato chiunque abbia filmati di sorveglianza, video di telefoni cellulari o informazioni a contattare la polizia di Norfolk.

Virginia Governatore Glenn Youngkin ha anche condiviso le sue condoglianze:

I nostri cuori si stanno spezzando per le vite perse nel Norfolk, inclusa Sierra Jenkins. La First Lady ed io preghiamo per le loro famiglie, i loro amici e la comunità pilota della Virginia.

Chi ha informazioni può inviare un suggerimento anonimo chiamando il numero 1-888-LOCK-U-UP, scaricando l’app P3 tips su un dispositivo mobile o visitando www.p3tips.com e inviando una mancia.

Leave a Comment