La bambina di 6 anni scomparsa è stata nascosta sotto le scale di New York per ore prima di essere trovata, dice il capo della polizia

SAUGERTIES, NY — Paislee Shultis, la bambina di 6 anni che è stata dichiarata scomparsa nel 2019, è stata nascosta in uno scompartimento buio e angusto sotto una scala per ore lunedì prima che la polizia l’avesse fatta a pezzi e l’avesse scoperta.

“È del tutto possibile che siano rimasti sotto le scale per quattro, quattro ore e mezza, quasi cinque ore, prima di essere scoperti”, ha detto mercoledì il capo della polizia di Saugerties Joseph A. Sinagra, riferendosi alla ragazza e alla sua madre biologica. che sono stati trovati insieme. “È rimasta così immobile e così tranquilla con i poliziotti che camminavano sotto quella scala, letteralmente, sopra di loro, sopra di loro.”

La polizia ha eseguito un mandato di perquisizione lunedì sera a casa di Kirk Shultis Sr., 57 anni, il nonno paterno della ragazza, dopo aver ricevuto una soffiata.

Paislee Shultis è stato trovato detenuto in un luogo nascosto in una residenza a Saugerties, New YorkDipartimento di Polizia di Saugerties

Shultis era lì con suo figlio, Kirk Shultis Jr., 32 anni, che ha negato di sapere dove si trovasse Paislee, anche se, mentre eseguivano il mandato, gli investigatori hanno trovato una camera da letto con il nome di Paislee scritto sul muro e un letto che sembrava dormito di recente, ha detto Sinagra.

Ha detto che la polizia era stata nella stessa casa una dozzina di volte da quando la ragazza era stata dichiarata scomparsa nel luglio 2019 da Spencer, a circa tre ore da Saugerties.

Per più di due anni, le autorità della piccola cittadina dello stato di New York avevano ricevuto informazioni sul fatto che una bambina scomparsa era lì con i suoi genitori biologici, anche se avevano perso la custodia nel 2019.

Sinagra si è lamentato della frequenza con cui la polizia è stata fuorviata.

“Capisco come genitore che nessuno vuole perdere la custodia dei propri figli”, ha detto. Ma, ha aggiunto, alla polizia è stato “mentito ogni volta che andavamo alla loro porta di casa – ‘No, non è qui’”.

La polizia ha quasi concluso la ricerca di lunedì dopo aver concluso che Paislee probabilmente non era all’interno, ha detto Sinagra alla filiale della NBC WNYT di Albany.

Ma dopo aver notato qualcosa di strano su una scala per il seminterrato, il detective Erik Thiele ha puntato una torcia attraverso le assi del pavimento e ha visto quella che sembrava essere una coperta, ha detto Sinagra.

“Hanno iniziato a fare a pezzi le scale e hanno osservato due piccoli piedi”, ha detto.

Thiele, ha aggiunto Sinagra, era “l’eroe del momento”.

Sotto le scale c’era anche Kimberly Cooper, 33 anni, la madre biologica di Paislee, che aveva un mandato di arresto nella contea di Ulster, ha detto Sinagra.

Sebbene Paislee inizialmente fosse spaventata, ha detto Sinagra, ha preso una svolta per il meglio quando un detective le ha offerto un pasto felice. La ragazza è rimasta gioiosa quando si è riunita con il suo tutore legale e la sorella adolescente, ha detto Sinagra.

Non c’erano indicazioni che fosse stata abusata fisicamente o sessualmente, ma gli investigatori hanno appreso che non sa leggere o scrivere, ha detto Sinagra.

Sinagra ha detto che i genitori biologici di Paislee hanno bisogno del supporto dei servizi sociali per andare avanti.

“Questo è l’unico modo in cui ci sarà un processo di guarigione e l’unico modo in cui quei bambini avranno mai la possibilità di tornare con i loro genitori”, ha detto Sinagra.

Il padre e il nonno di Paislee, Kirk Shultis Jr., 32 anni, e Shultis Sr., sono stati accusati di un conteggio ciascuno di interferenza criminale di primo grado e reato che metteva in pericolo il benessere di un bambino, ha detto la polizia. Sono stati rilasciati di propria iniziativa, ha detto la polizia.

Cooper è stato accusato di interferenza di custodia di secondo grado e reato minore che metteva in pericolo il benessere di un bambino. È stata rinviata in custodia cautelare per il mandato d’arresto della contea di Ulster, ha detto la polizia.

Un uomo ha rifiutato di commentare a casa di Shultis Sr. mercoledì. Sul prato davanti alla casa c’erano due palestre nella giungla.

Un vicino, Nick Hudson, 44 anni, ha detto mercoledì di non conoscere la famiglia che viveva nelle vicinanze. Ha detto che le accuse contro di loro, sebbene scioccanti, non sono la prima volta che si presume che i genitori siano andati agli estremi nei casi di custodia.

“La custodia è una questione incredibilmente complessa. Ovviamente, quello che hanno fatto è stato sbagliato”, ha detto Hudson. “Immagino che i genitori affidatari sarebbero rimasti incredibilmente traumatizzati perdendo la loro figlia”.

Gli Shultis sono comparsi in tribunale mercoledì pomeriggio. Si sono rifiutati di rispondere alle domande dei giornalisti mentre entravano. La loro prossima apparizione è prevista per il 27 aprile.

L’avvocato di Shultis Sr. ha lasciato il tribunale mercoledì senza commenti. L’avvocato di suo figlio ha rifiutato di commentare a nome del suo cliente.

Cooper è arrivato in tribunale più tardi mercoledì. È entrata e uscita dall’aula indossando più strati di indumenti con cappuccio sopra la testa. Ha rifiutato di rispondere alle domande dei giornalisti prima di essere scortata su un SUV da un ufficiale del tribunale.

Il pubblico ministero Lauren Swan ha dichiarato prima che l’udienza si concludesse: “La madre è indagata con il potenziale per ulteriori accuse”.

L’avvocato di Cooper, Carol K. Morgan, ha parlato brevemente a nome del suo cliente dopo l’udienza, esortando il pubblico a smettere di cercare storie sensazionali.

“Hanno bisogno di conoscere davvero tutti i fatti”, ha detto.

La prossima data in tribunale di Cooper era prevista per il 2 marzo.

È probabile che altre persone che vivono a casa di Shultis Sr. vengano presto arrestate in connessione con l’ostruzione alla giustizia, ha detto mercoledì Sinagra.

Leave a Comment