Kyle Schwarber e Joe Girardi reagiscono alla zona d’attacco di Angel Hernandez nella sconfitta dei Phillies

Questa non è stata solo una partita di baseball – e un’altra sconfitta dei Phillies – è stato uno spot pubblicitario televisivo di due ore e 49 minuti a sostegno di coloro che credono che lo sport abbia bisogno di una zona di sciopero automatizzata.

ESPN si è presentato per trasmettere un incontro di inizio stagione tra i Phillies e i Milwaukee Brewers domenica sera e si è ritrovato con una star indesiderata dello spettacolo: l’arbitro di casa Angel Hernandez.

Per tutta la notte, Hernandez ha attirato le ire di entrambe le squadre per la sua zona di strike difettosa. Mentre il gioco andava avanti, rimanendo teso e senza reti dopo otto inning, era solo questione di tempo prima che qualcuno diventasse vulcanico, e alla fine del nono è successo.

Con uno eliminato in una partita di una corsa, Hernandez ha chiamato Kyle Schwarber su un campo di conteggio completo che tutto, dal bulbo oculare ai dati elettronici, diceva che era fuori dal piatto. Schwarber era stato vittima dell’interpretazione di Hernandez della zona d’attacco tre inning prima. Questa volta, è andato balistico, picchiando la mazza e l’elmo, infuriandosi con Hernandez e guadagnandosi un’espulsione.

I Phillies hanno finito per perdere, 1-0, su una corsa nella parte superiore del nono. Hanno sprecato una gemma da Aaron Nola nel processo. I Phils hanno perso quattro serie consecutive da quando ne hanno prese due su tre per aprire la stagione contro Oakland. Sono 6-10, sono stati esclusi due volte e tenuti a una corsa tre volte.

I Phils hanno molte ragioni per essere frustrati e Hernandez gliene ha dato un altro.

“Deve essere migliore di così, giusto, è proprio così”, ha detto l’allenatore Joe Girardi pochi istanti dopo l’ultima uscita. “So che ci sta provando, ma…”

Ci sono stati 26 strikeout nel gioco: nove di Nola, un record di 13 in carriera dal mancino di Milwaukee Eric Lauer. Cinque degli strikeout sono stati chiamati terzi strike da Hernandez. Tutti e cinque i tiri di strikeout erano fuori dal piatto, secondo Statcast.

Secondo i dati, Hernandez ha chiamato un totale di 10 strike sui battitori dei Phillies che erano fuori dalla zona. Ha chiamato un totale di sette strike contro i battitori di Milwaukee che erano fuori dalla zona.

Schwarber è stato straordinariamente composto mentre parlava con i giornalisti nel suo armadietto dopo aver fatto saltare in aria Hernandez nel nono inning.

“È un posto importante lì”, ha detto. “Stai affrontando un ottimo più vicino (Josh Hader) e ottieni un campo che non pensi ci sia. Puoi essere in prima base in un punto nel nono inning down. Ecco perché sono andato. .. Voglio dire, tutti hanno visto cosa stava succedendo. Non sono qui per seppellire nessuno, ma non è stato molto bello. Non so come dirlo davvero. Semplicemente non era molto buono. I ragazzi stavano facendo davvero un ottimo lavoro stasera senza dire molto. Mi è solo arrivato il punto in cui stavo per difendere altri ragazzi. “

Uno dei peggiori errori della serata di Hernandez è arrivato con uno eliminato nel quinto inning. I Phillies avevano caricato le basi in una partita senza reti con l’uomo in vantaggio Jean Segura in arrivo.

Hernandez ha messo Segura in una buca quando ha chiamato uno strike su un campo che era all’interno di diversi centimetri. Segura, non contento della chiamata, è saltato fuori due tiri dopo. Rhys Hoskins ha poi colpito per porre fine alla minaccia. Non gli piaceva nemmeno una delle chiamate di Hernandez.

“Quello è dentro”, ha detto Girardi del primo lancio a Segura. “Rende davvero difficile. Perché poi i ragazzi oscilleranno su campi che normalmente non farebbero perché li hanno chiamati strike. Ma rende davvero difficile.

“Ed è su entrambi i lati. Ventisei strikeout, 54 out. Sai. È dura”.

La scarsa prestazione di Hernandez è stata sicuramente vista in prima serata dai funzionari della Major League Baseball che hanno sperimentato l’uso di una zona di strike automatizzata a livello di lega minore.

Girardi è tutto per questo.

“Beh, non mi dispiacerebbe. Non lo farei”, ha detto. “Ho sempre pensato che gli arbitri dovessero stare dietro al lanciatore. Penso che tu stia molto meglio lì e tu sia più protetto. (Quando dietro il piatto) devono spostarsi un po’ di lato perché non possono hanno 20 commozioni cerebrali, è anche il loro sostentamento e capisco perché lo fanno.

“Non è un lavoro facile. Non lo è. Ecco perché sono un po’ per la zona di sciopero automatizzato. Ne toglie un po’.”

Schwarber non preferisce una zona di attacco automatizzata. Anche dopo una notte come quella di domenica in cui è stato chiamato fuori due volte sui campi fuori piatto, ha perso le staffe e ha perso la partita…

“Sono tutto per gli arbitri. Non sono contro di loro. Sono pro-arbitro”, ha detto. “Non voglio la zona di sciopero elettronico. Mi piace l’elemento in cui i campi a volte non vengono chiamati. I ragazzi non lo ricevono bene o qualunque cosa sia. È una parte divertente del gioco. Ma quando hai cose che vengono espulsi dal piatto con un lancio davvero buono dalla loro parte, può essere più difficile segnare. Hai visto da entrambe le parti che è stata una partita più difficile da segnare”.

A Schwarber è stato chiesto se credeva che l’arbitraggio fosse costato la partita ai Phillies.

“Non lo so,” disse. “Avrebbe potuto. Avrebbe potuto.”

Leave a Comment