Klay Thompson, Warriors classificato in Gara 6 vs. Grizzly

Boom.

E proprio così, i Golden State Warriors sono tornati alle finali della Western Conference per la sesta volta in otto anni.

Non era carino. Spesso era brutto. Ma i Dubs hanno comunque chiuso la porta con enfasi, battendo i Memphis Grizzlies 110-96 in gara 6 per andare avanti.

Le palle perse daranno allo staff tecnico degli incubi, ma per ora celebriamo Gara 6 Klay, l’eroismo di Kevon Looney e un po’ di genialità di Andrew Wiggins.

E classifichiamo i giocatori, valutando le nostre aspettative su ciascuno.

Valutazione: la percentuale media di tiri reali (TS) della lega in questa stagione è stata del 56,6%

Draymond Green

39 minuti, 14 punti, 15 rimbalzi, 8 assist, 1 recupero, 4 palle perse, 4 falli, 6 su 14 tiri, 0 su 3 tre, 2 su 2 tiri liberi, 47,0% TS, +19

Non è stata una prestazione efficiente, ma è sempre bello vedere Green segnare in doppia cifra. Tutto sembra funzionare meglio quando è disposto a sparare e quando è disposto ad attaccare.

I fatturati erano terribili: sembrava che ne avesse sette o otto. E la difesa con la palla non è stata così buona come ci aspettavamo. Ma Dray è ancora uno dei migliori giocatori in vita e merita enormi oggetti di scena per la sua uscita di rimbalzo.

Grado: B

Bonus post partita: Ha guidato la squadra negli assist.

Andrea Wiggins

41 minuti, 18 punti, 11 rimbalzi, 1 recupero, 3 muri, 2 falli, 2 palle perse, 7 su 16 tiri, 3 su 5 tre, 1 su 2 tiri liberi, 53,3% TS, +20

Come tanti Warriors, non è stato un buon primo tempo per Wiggins. Ma il secondo tempo è stato uno dei migliori basket che abbia mai giocato.

Ha messo a segno numerosi tiri grossi e ha avuto una serie di possedimenti in cui ha preso la palla.

La sua difesa è stata fenomenale, ed era ovunque sul vetro. Se questi fossero solo i voti del secondo semestre, sarebbe un A+ facile.

Eppure, così com’è…

Grado: A

Bonus post partita: Ha condotto la squadra in più/meno.

Kevon Looney

35 minuti, 4 punti, 22 rimbalzi, 5 assist, 1 muro, 2 palle perse, 4 falli, 2 su 7 tiri, 28,6% TS, +10

Prima di elogiare Looney per la sua prestazione eccezionale, dobbiamo elogiare Green e Steph Curry per aver parlato contro la bizzarra insistenza dello staff tecnico nel voler iniziare giocatori che non vogliono davvero giocare, come hanno fatto con Jonathan Kuminga nei Giochi 4 e 5.

Steven Adams ha guidato i Grizzlies con 10 rimbalzi. looney ne aveva 11 offensivo rimbalzi. Era un animale, e il motivo principale per cui i Dubs hanno avuto 70 (70!!!) rimbalzi in questo gioco.

Looney era una forza. E anche se il suo punteggio non è stato forte, ha fatto molto per facilitare l’attacco. Dato che il suo ruolo è cambiato da una notte all’altra, non possiamo dire abbastanza del lavoro che ha svolto, tornare alla formazione titolare, giocare 35 minuti e dominare la vernice.

Grado: A+

Bonus post partita: Ha guidato la squadra nei rimbalzi.

Stefano Curry

40 minuti, 29 punti, 7 rimbalzi, 5 assist, 1 recupero, 2 stoppate, 3 palle perse, 3 falli, 10 su 27 tiri, 6 su 17 tre, 3 su 4 tiri liberi, 50,4% TS, +16

Curry è stato molto dolce con i Grizzlies dopo la partita. Ha abbracciato Ja Morant e Dillon Brooks. Ha parlato con entusiasmo ai media di Morant e al futuro dell’organizzazione. Ha detto che gli piaceva la loro meschinità.

Quello che non ha detto è quanto sarà felice di averli nello specchietto retrovisore. Memphis gioca con Curry meglio di qualsiasi squadra della NBA, e questo è stato di nuovo in mostra venerdì. Curry semplicemente non è riuscito a farlo funzionare per tre quarti e mezzo. Quando finalmente ha trovato il suo tiro, i secchi hanno iniziato a scorrere e ha messo via il gioco.

Ma non è stata una partita molto buona per lui. Sai, per i suoi standard altissimi. Al prossimo round. Non vorrei essere il tipo a difenderlo nelle finali di Conference.

Grado: C

Klay Thompson

42 minuti, 30 punti, 8 rimbalzi, 2 assist, 3 stoppate, 3 palle perse, 2 falli, 11 su 22 tiri, 8 su 14 tre, 68,2% TS, +14

Voglio dare a Klay un A+ per il suo lavoro sui social media svolto dallo spogliatoio post-partita.

Che icona.

Ma il gioco merita anche un A+. È stato il miglior gioco di Klay, statisticamente parlando? Neanche vicino. Ma quando i Warriors stavano girando la palla come se stesse andando fuori moda e venendo bloccati da Memphis, Klay ha messo al tappeto i tiri. E quando hanno iniziato a costruire un vantaggio, Klay ha messo a segno dei colpi. E quando hanno iniziato a mettere via il gioco, Klay ha messo al tappeto i colpi.

Era un gioco che richiedeva un duro, duro, DIFFICILE performance, e Klay lo ha consegnato.

Gioco 6 Argilla per sempre.

Grado: A+

Bonus post partita: Ha condotto la squadra in punti.

Nemanja Bjelica

8 minuti, 0 punti, 2 rimbalzi, 2 assist, 1 fallo, 0 su 1 tiri, 0 su 1 tre, 0,0% TS, -2

Bjeli non ha avuto molto tempo per giocare, ma ho pensato che avesse giocato abbastanza bene. Ha schiantato il vetro più di quanto suggeriscano i suoi numeri e ha fatto cose decenti in attacco.

Grado: B

Damion Lee

11 minuti, 3 punti, 2 rimbalzi, 1 persa, 1 fallo, 1 su 2 tiri, 1 su 2 tre, 75,0% TS, -4

Lee ha dovuto giocare un ruolo in questo gioco con tutti gli infortuni accumulati dai Dubs. Teneva il suo, ma non sembrava particolarmente bravo. Ha avuto un pessimo turnover, ma poi di nuovo, chi non l’ha fatto?

Grado: B-

Bonus post partita: Il peggior più/meno della squadra.

Jordan Poole

24 minuti, 12 punti, 3 rimbalzi, 2 assist, 1 muro, 2 palle perse, 4 su 15 tiri, 2 su 11 tre, 2 su 3 tiri liberi, 36,8% TS, -3

Poole sarà anche molto, molto felice di non dover affrontare di nuovo i Grizzlies fino alla prossima stagione. È rimasto un po’ rinchiuso in questa serie e venerdì non ha fatto eccezione. Ha aggiunto alla chippiness, che è stato divertente, ma non ha aggiunto molto in campo.

Molti secchi mancati, alcune decisioni sbagliate sui colpi e non troppo controllo.

Grado: D+

DNP di venerdì: Jonathan Kuminga, Moses Moody, Juan Toscano-Anderson

Venerdì inattivo: Andre Iguodala, Gary Payton II, Otto Porter Jr., James Wiseman

Leave a Comment