Kevin Durant e Charles Barkley mangiano carne di “pilota di autobus”.

La stagione di basket di Kevin Durant è finita.

Ma il meschino dei social media non smette mai di funzionare. Ora ha Charles Barkley nel mirino.

L’attaccante sconfitto dei Brooklyn Nets si è unito ai suoi compagni di squadra nell’eliminazione dai playoff lunedì, grazie a una spazzata per mano dei Boston Celtics. Dopo la partita, Barkley è stato il suo tipico sé candido in “Inside the NBA” di TNT e ha rimproverato Durant per essere un “pilota di autobus”. Qualsiasi cosa significhi.

“Non voglio parlare male del tizio”, ha detto Barkley prima di parlare male del tizio. “Ragazzi, parlate sempre di quella roba del campionato. Cerco di dirvelo. Tutti questi piloti di autobus. Non significano niente per me. Se non guidate l’autobus, non andate in giro a parlare di voi campione.

“Se guidi l’autobus, non voglio sentirlo. Tutti questi ragazzi che vanno in giro con gli anelli del campionato, tutti voi piloti di autobus. Quando sei l’autista dell’autobus e hai tutta quella pressione per cui devi giocare bene o ti prenderai la colpa. Quello è un animale diverso.”

Notate Kenny Smith – che sembra corrispondere alla definizione di “pilota di autobus” di Barkley per il suo ruolo che ha vinto due campionati insieme a Hakeem Olajuwon – facendo rotolare silenziosamente le dita sulla scrivania durante la diatriba di Barkley. Ma è Durant che si è veramente offeso per la presa di Barkley. Naturalmente.

KD risponde

Martedì mattina, senza basket per cui prepararsi, Durant è andato su Instagram per rispondere al fuoco con esempi di tutte le volte in cui crede che Barkley fosse, in effetti, un “pilota di autobus” durante la sua carriera nella NBA.

I suoi esempi scelti includono Barkley in piedi al fianco di Olajuwon, Scottie Pippen e Clyde Drexler come membro degli Houston Rockets verso la fine della sua carriera. E, colpisci, KD. Questo è il primo esempio di caccia al passato del tuo anello migliore come esiste negli sport.

Ma sono i colpi dei Philadelphia 76ers che hanno la possibilità di mettere a segno il maggior danno. Durant includeva anche immagini di Barkley in piedi accanto ad altre icone del franchise Julius Irving, Moses Malone e Maurice Cheeks, con una che includeva anche Andrew Toney con la didascalia: “Dove sarebbe Chuck senza i grandi amici”.

Durant ha rifiutato il colpo basso di sottolineare il conteggio del campionato di Barkley. Ma ha fatto il suo punto.

Come risponderà Barkley?

Nel frattempo, il punto di partenza di Barkley non è esattamente chiaro. I “piloti di autobus” in questo caso sono ovviamente attori di ruolo mentre i “conducenti di autobus” sono le star dei contendenti che portano l’onere di portare a casa un campionato – o meno, nel suo caso. Con questa definizione, Durant è sicuramente un autista di autobus. Mentre ha tentato di mettere insieme una super squadra a Brooklyn, Durant sta sicuramente guidando quell’autobus con Kyrie Irving come suo copilota.

Kevin Durant sembra pronto a spostare tutta la sua attenzione sui social media. (Foto AP/John Minchillo)

No, sembra essere più un colpo ai tempi di Durant in Golden State, dove si è unito a una squadra di Warriors che era stata a finali NBA consecutive e ha vinto un campionato NBA senza di lui. Potrebbe essere stato il miglior giocatore, ma Stephen Curry, Klay Thompson e Draymond Green sembrano essere gli “autisti di autobus” designati da Barkley in quelle squadre del titolo 2017 e ’18.

Qualunque sia il suo punto, avrà la sua possibilità di spiegare ulteriormente martedì sera quando sarà di nuovo in onda per un altro round di copertura dei playoff NBA. Sarà sicuramente pronto con una replica. Ma Durant, che è ufficialmente passato alla sua offseason, non è preoccupato.

Leave a Comment