Ketanji Brown Jackson, J. Michelle Childs, Leondra Kruger

Il presidente Joe Biden ha intervistato almeno tre candidati alla Corte Suprema, secondo una persona che ha familiarità con la questione, e la Casa Bianca ha ribadito martedì che rimane sulla buona strada per fare una selezione finale entro lunedì.

L’addetto stampa della Casa Bianca Jen Psaki ha detto che Biden non ha preso una decisione su chi nominare. Ma il presidente ha intervistato i giudici Ketanji Brown Jackson, J. Michelle Childs e Leondra Kruger, secondo una persona che ha familiarità con la questione. Una seconda persona familiare ha detto che Biden aveva intervistato almeno tre candidati per il posto. Le persone hanno parlato a condizione di anonimato per discutere il processo interno.

Biden si è impegnata a nominare la prima donna di colore all’alta corte entro la fine del mese per riempire il posto vacante creato dal ritiro del giudice Stephen Breyer. Non è chiaro se altri candidati siano stati intervistati dal presidente.

PSAKI ha rifiutato di discutere se Biden avesse condotto interviste, ma ha insistito sul fatto che il presidente fosse “sulla buona strada” per fare la selezione nonostante le crescenti tensioni tra Russia e Ucraina.

Jackson è stato nominato dal presidente Barack Obama giudice del tribunale distrettuale. Biden l’ha elevata alla Corte d’Appello degli Stati Uniti per il Circuito del Distretto di Columbia. All’inizio della sua carriera, era anche un’impiegata legale per Breyer.

Childs, un giudice federale della Carolina del Sud, è stato nominato ma non ancora confermato per prestare servizio nello stesso tribunale di circoscrizione. Il suo nome è emerso in parte perché è una delle preferite da alcuni legislatori di alto profilo, tra cui Rep. James Clyburn, DS

Il nome di J. Michelle Child è emerso in parte perché è una delle preferite tra alcuni legislatori di alto profilo a Capitol Hill.
Foto di AP/Meg Kinnard

Kruger, laureato ad Harvard e alla facoltà di giurisprudenza di Yale, è stato in precedenza un impiegato della Corte Suprema e ha discusso una dozzina di casi davanti ai giudici come avvocato del governo federale prima di diventare giudice della Corte Suprema della California.

Il leader repubblicano del Senato Mitch McConnell sta segnalando che vuole una lotta leale per la scelta di Biden, scoraggiando coloro all’interno dei suoi ranghi GOP che sono desiderosi di inserire un dibattito più ampio sulla razza nel processo di conferma.

Parlando martedì in Kentucky, McConnell ha preso le distanze dai senatori del GOP e da altri che hanno criticato Biden per aver dichiarato la sua intenzione di nominare una donna nera.

“Ho sentito un paio di persone dire che pensavano fosse inappropriato per il presidente annunciare che avrebbe messo in campo una donna afroamericana. Onestamente, non pensavo che fosse inappropriato”, ha detto McConnell.

Leondra Kruger, giudice associato della Corte Suprema della California, posa per delle foto a San Francisco
Leondra Kruger, laureata ad Harvard e alla facoltà di giurisprudenza di Yale, è stata in precedenza un impiegato della Corte Suprema e ha completato una dozzina di casi davanti ai giudici come avvocato.
Foto di AP/Jeff Chiu, file

Il leader del GOP ha attinto alla storia per ricordare alla gente che gli ex presidenti Ronald Reagan e Donald Trump hanno entrambi promesso di mettere le donne in campo, quando Reagan ha scelto Sandra Day O’Connor come prima donna giustizia e Trump ha scelto Amy Coney Barrett per sostituire la defunta giustizia Ruth Bader Ginsburg. “Non mi sto lamentando di questo”, ha detto McConnell.

Più precisamente, i repubblicani non sono in grado di fermare la scelta di Biden nel Senato 50-50 dove i democratici hanno la maggioranza con il voto decisivo del vicepresidente Kamala Harris. Vogliono consentire che il processo di conferma si svolga senza drammi politici autoinflitti in modo da poter riprendere a sfidare il presidente sui loro argomenti preferiti dell’economia e della gestione del COVID-19 da parte dell’amministrazione.

I repubblicani credono che un modo per mostrare agli elettori come governino sia tracciare un contrasto tra questa battaglia in tribunale e la controversia esplosa intorno alla conferma del giudice Brett Kavanaugh, quando il candidato Trump è stato accusato di aggressione sessuale, un’affermazione che ha negato. I repubblicani credono che i Democratici del Senato abbiano sofferto con gli elettori dopo quelle audizioni pubbliche di conferma altamente politicizzate.

Ketanji Brown Jackson, nominato giudice di circuito degli Stati Uniti per il circuito del Distretto di Columbia, testimonia davanti a un'audizione della commissione giudiziaria del Senato sulle nomine giudiziarie in sospeso a Capitol Hill a Washington, negli Stati Uniti
Quando l’ex presidente Barack Obama era in carica, ha nominato Ketanji Brown Jackson giudice del tribunale distrettuale.
REUTERS

“Questa conferma non avverrà in questo modo”, ha detto McConnell. Ha detto che si aspetta un processo di conferma di cui gli americani possono essere orgogliosi. “Riteniamo che un candidato alla Corte Suprema debba essere trattato con rispetto, accuratamente controllato e quindi votato”.

La scrittrice di AP Lisa Mascaro ha contribuito a questo rapporto.

.

Leave a Comment