Il sondaggio mostra un’approvazione sempre bassa per la California. Sen. Dianne Feinstein

Viste del sen. Le prestazioni lavorative di Dianne Feinstein sono crollate al punto più basso nei suoi tre decenni di carriera al Senato, con solo il 30% di Gli elettori della California le danno voti positivi in ​​un nuovo sondaggio dell’UC Berkeley Institute of Governmental Studies sponsorizzato dal Los Angeles Times.

Gli intervistati hanno dato voti altrettanto poco entusiasti al vicepresidente Kamala Harris, la cui popolarità è sott’acqua, con il 38% di approvazione e il 46% di disapprovazione, mentre sono equamente divisi nella valutazione del presidente Biden. Le valutazioni di Biden e Harris sono diminuite drasticamente rispetto alla scorsa estate, in linea con il calo dei numeri dei sondaggi a livello nazionale.

In mezzo allo stato d’animo ampiamente pessimista degli elettori californiani, due terzi dei quali credono che il paese stia andando nella direzione sbagliata, spicca l’approvazione in ritardo per i democratici Feinstein e Harris, ha affermato Mark DiCamillo, direttore del sondaggio IGS.

“Sono rimasto stupito dalla disaffezione per entrambe le donne”, ha detto DiCamillo.

Il 49% degli elettori registrati che danno a Feinstein una valutazione negativa include gli intervistati dei principali blocchi democratici: quelli che si identificano come “fortemente liberali”, gli elettori sotto i 40 anni e i latini e gli asiatici americani. In tutte le regioni dello stato, compresi i principali centri abitati di Los Angeles e la Bay Area, da dove viene, la maggioranza degli elettori disapprova la sua performance.

“Non ho mai visto quei collegi elettorali spostarsi verso il lato negativo all’unisono come stiamo vedendo ora”, ha detto DiCamillo, che ha condotto sondaggi all’UC Berkeley e, prima ancora, al Field Poll in tutto lo stato, sulla popolarità di Feinstein da quando si è unita al Senato.

La cosa più sorprendente è la perdita di popolarità di Feinstein tra le donne elettori. La Feinstein si era tipicamente esibita con le donne sin dalla sua elezione nel 1992, quando lei e l’ex senatore sen. Barbara Boxer è diventata la prima donna senatrice della California. Ora, un terzo delle donne intervistate approva la sua performance, mentre il 42% disapprova.

“Per lei essere sott’acqua tra le donne elettori è un segno molto significativo e inquietante per lei”, ha detto DiCamillo.

Durante il suo mandato, Feinstein ha generalmente ricevuto voti positivi dagli elettori ed è stato eletto al Senato sei volte. Ma la sua campagna più recente, nel 2018, quando aveva 85 anni, ne ha classificate alcune nello stato; ora, all’età di 88 anni, è la senatrice più anziana in carica e ha dovuto respingere numerose speculazioni sul suo ritiro.

La sua posizione si è logorata negli ultimi anni con il fianco progressista del suo partito, che si è lamentato del fatto che Feinstein, in qualità di massimo democratico nel Comitato giudiziario, non è stato abbastanza duro nel formare i candidati del presidente Trump alla Corte Suprema. Ha fatto alcune aperture agli elettori fortemente liberali; vale a dire, ammorbidire il suo sostegno alla regola sull’ostruzionismo del Senato al fine di far avanzare la legislazione sui diritti di voto. Ma la sua popolarità è stata bassa da gennaio 2021.

Il suo collega, il senatore democratico. Alex Padilla, ottiene voti leggermente più alti dagli elettori nel sondaggio IGS: 34% approva; 26% disapprovato. La maggioranza degli intervistati – il 40% – non ha un’opinione sulle sue prestazioni lavorative, segnalando che Padilla, 48 anni, rimane uno sconosciuto per molti nello stato da quando è stato nominato dal governatore. Gavin Newsom l’anno scorso per servire il resto del mandato al Senato di Harris.

Per Biden e Harris, la tiepida accoglienza degli elettori nell’affidabile California blu sottolinea i loro maggiori problemi in termini di opinione pubblica.

Gli intervistati sono equamente divisi per quanto riguarda Biden, con il 47% di approvazione e il 48% di disapprovazione. Ciò segna un cambiamento negativo a due cifre dall’ultimo sondaggio IGS, a luglio, quando la sua posizione era al 59% di approvazione e al 37% di disapprovazione.

Mentre Biden, 79 anni, ha ancora l’approvazione del 72% dei Democratici della California, il supporto è diminuito di 14 punti negli ultimi sei mesi. Tra gli elettori senza preferenze di partito, i suoi indici di approvazione sono crollati di 15 punti in quel periodo, con il 50% che ora disapprova la sua performance.

Il sondaggio di Harris ha seguito la stessa traiettoria discendente di quello di Biden; non è raro che i numeri di un vicepresidente siano in ritardo rispetto a quelli del presidente. Ma c’è poco segno che Harris, 57 anni, stia ricevendo una spinta nel sostegno che ci si aspetterebbe dagli elettori nel suo stato d’origine.

Anche nelle regioni dello stato in cui ha un legame personale – la Bay Area, dove ha trascorso la maggior parte della sua vita, e Los Angeles, dove ha una casa con il marito Douglas Emhoff – la sua approvazione è solo leggermente superiore alla sua media in tutto lo stato .

“Ho la sensazione dal nostro sondaggio che lo stato non si sia davvero scaldato con lei come vicepresidente in carica”, ha detto DiCamillo.

Gli elettori della California continuano a tenere in scarsa considerazione il Congresso degli Stati Uniti, con il 72% degli intervistati che disapprova la sua performance e il 20% che approva. I risultati si adattano a una tendenza a lungo termine di insoddisfazione nei confronti del Congresso; negli ultimi 12 anni, almeno sette californiani su 10 gli hanno dato un voto negativo.

Anche gli elettori nello stato rimangono cupi riguardo al futuro del paese. Meno di un quarto degli elettori registrati ritiene che gli Stati Uniti siano sulla strada giusta, mentre il 67% afferma che si stanno dirigendo nella direzione sbagliata. La valutazione negativa vale per tutte le affiliazioni di partito, le regioni geografiche e i gruppi razziali.

In particolare, gli elettori più giovani dello stato hanno una prospettiva particolarmente cupa. Solo il 18% degli elettori registrati tra i 18 ei 29 anni pensa che il Paese sia sulla strada giusta. DiCamillo ha ipotizzato che questo gruppo sia stato particolarmente colpito da COVID-19.

“C’è frustrazione con il governo e la sua incapacità di fare molte cose”, ha detto. “Non credo che si affezionino nemmeno a questo mondo iperpartisan in cui vivono. C’è davvero una disaffezione per la politica che forse in passato non c’era”.

Il sondaggio IGS di Berkeley ha intervistato 8.937 elettori registrati in California. 3-10. Il sondaggio è stato gestito online in inglese e spagnolo. L’errore di campionamento stimato è più o meno 2 punti percentuali.

Leave a Comment