Il sito web che ha raccolto milioni per le proteste di “Freedom Convoy” va offline dopo un possibile hack

Il sito web di crowdfunding cristiano utilizzato per raccogliere fondi per la manifestazione guidata dai camionisti “Freedom Convoy” contro le restrizioni COVID-19 in Canada è stato rimosso dopo che sono trapelate informazioni sui donatori.

Distributed Denial of Secrets (DDOS), un sito di informatori senza scopo di lucro, ha condiviso domenica di aver acquisito informazioni sui donatori che hanno utilizzato il sito Web GiveSendGo per contribuire al Freedom Convoy, inclusi nomi, indirizzi e-mail e codici postali autodichiarati.

A causa delle informazioni personali incluse nei dati, DDOS ha affermato che avrebbe offerto i dati solo a giornalisti e ricercatori.

Da giovedì pomeriggio GiveSendGo è ancora offline. Un messaggio sulla pagina web diceva che era in fase di “manutenzione e aggiornamenti del server”.

Primo ministro canadese Giustino TrudeauJustin Pierre James TrudeauTrudeau invoca i poteri di emergenza per porre fine alle proteste dei camionisti Assistenza sanitaria notturna: maschera finale DC, mandati di vaccini Il sito Web che ha raccolto milioni per le proteste di “Freedom Convoy” va offline dopo un possibile hack ALTRO ha annunciato lunedì di aver pianificato di utilizzare i poteri di emergenza per porre fine alle manifestazioni che stanno colpendo l’economia del paese.

“I blocchi stanno danneggiando la nostra economia e mettendo in pericolo la sicurezza pubblica”, ha detto Trudeau durante una conferenza stampa. “Non possiamo e non permetteremo che le attività illegali e pericolose continuino”.

Ha minacciato di bloccare i conti bancari personali di chiunque fosse coinvolto nei blocchi e nelle proteste e ha detto che alla polizia sarebbero stati forniti “più strumenti” per gestire i manifestanti, anche se ha affermato che i militari non sarebbero stati coinvolti.

“I blocchi illegali hanno sconvolto la vita di troppi canadesi qui nelle famiglie della nostra capitale, le piccole imprese hanno sopportato l’ostruzione illegale dei nostri quartieri. Occupare strade, molestare le persone, infrangere la legge: questa non è una protesta pacifica”, Trudeau disse.

“Al confine in diverse parti del nostro Paese i blocchi stanno danneggiando la nostra economia e mettendo in pericolo la sicurezza pubblica”, ha aggiunto. “Le catene di approvvigionamento critiche sono state interrotte. Ciò sta danneggiando i lavoratori che fanno affidamento su questi lavori per nutrire le loro famiglie”.

I camionisti che partecipano al Freedom Convoy hanno bloccato i valichi di frontiera tra Stati Uniti e Canada, incluso l’Ambassador Bridge, che collega Windsor, Ontario e Detroit. Il ponte è stato successivamente riaperto dopo che le autorità hanno arrestato più di due dozzine di manifestanti.

La protesta ha ricevuto il sostegno di figure di destra negli Stati Uniti, tra cui il sen. Ran PaoloRandal (Rand) Howard PaulIl sito web che ha raccolto milioni per le proteste di “Freedom Convoy” va offline dopo un possibile hack Cinque grandi domande dopo che i camionisti canadesi sono stati cancellati dal ponte di confine degli Stati Uniti GUARDA: Storie del fine settimana che potresti esserti perso ALTRO (R-Ky.), che ha detto che era “tutto per questo” la scorsa settimana.

La popolare piattaforma di crowdfunding GoFundMe ha annullato una raccolta fondi per il Freedom Convoy, spingendo House Minority Whip Steve ScaliseStephen (Steve) Joseph ScaliseIl sito web che ha raccolto milioni per le proteste di “Freedom Convoy” va offline dopo un possibile attacco I repubblicani della Camera lanciano un’indagine su GoFundMe sulla raccolta fondi di “Freedom Convoy” Palin testimonia che è stato “devastante” leggere l’editoriale del New York Times al centro del processo ALTRO (R-La.) e Rep. Giacomo ComerJames (Jamie) R. ComerIl sito web che ha raccolto milioni per le proteste di “Freedom Convoy” va offline dopo un possibile hack I repubblicani della Camera lanciano un’indagine su GoFundMe sulla raccolta fondi di “Freedom Convoy” House approva il disegno di legge per riformare le operazioni del servizio postale ALTRO (R-Ky.) per invitare i Democratici alla Camera a tenere un’audizione su quella che hanno definito la discriminazione selettiva di GoFundMe.

.

Leave a Comment