Il raduno conservatore annuale mette sotto controllo l’influenza di Trump rispetto alla crescente DeSantis

Di Alessandra Ulmer

(Reuters) – La foto principale sul sito web della Conservative Political Action Conference (CPAC), l’incontro annuale dei notabili di destra americani, è quella di un sorridente Donald Trump.

Quando la conferenza inizierà a Orlando, in Florida, questa settimana, l’ex presidente conterà su una folla adorante per consolidare il suo dominio sul Partito Repubblicano in vista delle elezioni del Congresso di novembre, oltre a una potenziale corsa presidenziale nel 2024.

La foto accanto a quella di Trump nell’elenco degli oratori è del governatore della Florida Ron DeSantis, il cui profilo nazionale in aumento sta guidando la speculazione sul fatto che anche l’ex procuratore federale di 43 anni stia cercando di correre per la Casa Bianca.

La giustapposizione è simbolica della scelta incombente del Partito Repubblicano: si fonde attorno a un volto nuovo oa Trump, che avrebbe 78 anni nel 2024 e la cui presidenza è stata segnata da turbolenze?

“Sono sicuro che Trump sarà accolto come un eroe”, ha detto Mike DuHaime, uno stratega repubblicano. “La domanda sarà: ci sono delle crepe in quell’armatura?”

Se nel suo discorso di sabato Trump sostiene false affermazioni secondo cui la frode elettorale è stata la causa della sua sconfitta contro il presidente democratico Joe Biden nel 2020, rafforzerà i timori del partito di guardare indietro, ha aggiunto DuHaime.

Mentre i sondaggi mostrano che una percentuale significativa di repubblicani ritiene che le elezioni del 2020 siano state rubate, metà dei repubblicani ha anche affermato che era tempo di “andare avanti” dalle affermazioni di frode di Trump del 2020, secondo un sondaggio di Politico-Morning Consult condotto a febbraio 2020. 12-13.

La fissazione di Trump per il 2020 ha alimentato le preoccupazioni tra i repubblicani dell’establishment sul fatto che stia mettendo la vendetta personale al di sopra del successo del partito approvando gli sfidanti che corrono contro i repubblicani in carica che lo hanno incrociato.

Ma data l’attrazione di Trump con gli elettori, le preoccupazioni tra Washington, DC, gli addetti ai lavori potrebbero non avere molto peso: i raduni di Trump attirano grandi folle, i candidati al Congresso bramano il suo appoggio e le sue operazioni di raccolta fondi gli hanno lasciato oltre $ 100 milioni in contanti. È ampiamente considerato il capofila del 2024, se dovesse buttarsi il cappello.

Anche così, le aspirazioni presidenziali di Trump potrebbero essere ancora ostacolate da diverse indagini che lo coinvolgono, tra cui un’indagine civile dello stato di New York sulla sua azienda di famiglia e un pannello del Congresso che esamina il mortale gen. 6, 2021, attacco al Campidoglio degli Stati Uniti.

DeSantis, nel frattempo, si è guadagnato il plauso dei conservatori per essersi opposto ai mandati di maschere COVID-19 ed essere in prima linea in questioni di “guerra culturale” come l’aborto e quanto i genitori dovrebbero avere sull’istruzione dei propri figli.

Anche se nessuno dei due ha detto che si candiderà alla Casa Bianca nel 2024, partecipando al 20 febbraio 2020. L’incontro 24-27 CPAC, che si autodefinisce il “più grande e influente” raduno mondiale di conservatori, sarà importante per entrambi.

Darà a DeSantis l’accesso alla copertura mediatica nazionale e l’esposizione ai conservatori di tutto il paese. Per Trump, “è un’opportunità per vedere se la sua base è ancora solida o mostra crepe”, ha detto DuHaime.

I rappresentanti di Trump e DeSantis non hanno risposto alle richieste di commento.

Il CPAC terrà un sondaggio di paglia su chi dovrebbe candidarsi alla presidenza. L’anno scorso a Orlando, secondo quanto riferito, Trump ha ottenuto il 55% dei voti, più del doppio di DeSantis, che era anche un oratore in primo piano. Secondo quanto riferito, Trump ha ricevuto il 70% dei voti alla convention estiva del CPAC a Dallas lo scorso luglio.

UN NUOVO ‘TRUMPISMO’?

Trump il mese scorso ha sbattuto i politici “insensati” che non rivelano il loro stato di vaccinazione contro il COVID-19, in quello che è stato visto come uno scavo a DeSantis, che non ha rivelato se ha ricevuto un’iniezione di richiamo. Trump in seguito ha affermato che le notizie di una spaccatura con DeSantis erano “notizie false”.

Dan Eberhart, un importante donatore repubblicano e CEO della società di servizi petroliferi Canary, LLC, ha affermato che qualsiasi altra bordata verbale al CPAC sarebbe un segno di quanto “seriamente” l’ex presidente prende DeSantis come sfidante.

Eberhart ha detto che sostiene entrambi gli uomini. Ma ha aggiunto: “DeSantis presenterebbe il trumpismo con una lucentezza più nuova e meno divisiva”.

Alcuni sostenitori di Trump, come lo stratega politico Roger Stone, sottolineano che DeSantis deve a Trump per la sua approvazione del 2018 che ha contribuito a spingere l’allora membro del Congresso degli Stati Uniti di basso profilo al vertice della Florida.

“Pertanto mi auguro che il governatore DeSantis dia ampio spazio al presidente”, ha detto in un’intervista Stone, che ha apertamente criticato DeSantis e lo ha invitato a sostenere Trump nel 2024. Stone, un ex consigliere di Trump, al momento non ha un ruolo nell’operazione di Trump. Trump ha graziato Stone nel dicembre 2020, spazzando via le convinzioni più importanti sotto la lunga indagine elettorale in Russia.

Il campo di DeSantis sta cercando di smorzare i discorsi sulla tensione e mantenere l’attenzione sulla Florida. Il discorso di DeSantis al CPAC cercherà di evidenziare l’approccio non restrittivo dello stato al COVID-19 a chiunque “cerchi di fuggire dal blocco e dagli stati di mandato”, ha affermato Nick Iarossi, un lobbista di Tallahassee e raccoglitore di fondi di DeSantis.

(Segnalazione di Alexandra Ulmer; segnalazione aggiuntiva di Jason Lange; montaggio di Ross Colvin e Leslie Adler)

Leave a Comment