Il processo antisommossa del Campidoglio si apre per Cowboys per il fondatore di Trump

WASHINGTON (AP) – Un funzionario eletto del New Mexico è stato processato lunedì con un giudice – non una giuria – deciso a decidere se è colpevole delle accuse di essere entrato illegalmente nei terreni del Campidoglio degli Stati Uniti il ​​giorno in cui una mafia pro-Trump ha interrotto la certificazione della vittoria alle elezioni presidenziali di Joe Biden.

Questa non è l’unica caratteristica insolita del caso contro il commissario della contea di Otero Couy Griffin, il cui processo a Washington, DC, è il secondo tra le centinaia di persone accusate di crimini federali legati al gen. 6, 2021, assedio.

Griffin è uno dei pochi difensori antisommossa che non è accusato di essere entrato in Campidoglio o di aver intrapreso un comportamento violento o distruttivo. Afferma di essere stato perseguito selettivamente per le sue opinioni politiche.

Griffin, uno dei tre membri della Commissione della contea di Otero nel New Mexico meridionale, è tra i pochi difensori antisommossa che hanno ricoperto cariche pubbliche o si sono candidati a un posto di comando del governo nei 2 anni e mezzo prima dell’attacco.

È tra i soli tre imputati antisommossa che hanno chiesto un processo in panchina, il che significa che un giudice deciderà il suo caso senza una giuria. Il giudice del tribunale distrettuale degli Stati Uniti Trevor McFadden ascolterà un giorno di testimonianza.

Griffin, un ex rodeo rider ed ex pastore, ha contribuito a fondare un comitato politico chiamato Cowboys for Trump. Aveva promesso di arrivare al tribunale a cavallo. Invece, lunedì si è presentato come passeggero in un camioncino che aveva un rimorchio per cavalli sul retro.

In una dichiarazione in tribunale, i pubblici ministeri lo hanno definito “un provocatore incendiario e favolista che si impegna in invettive razziste e propone teorie del complotto infondate, tra cui quella secondo cui la Cina comunista ha rubato le elezioni presidenziali del 2020”.

Gli avvocati di Griffin, David Smith e Nicholas Smith, affermano che centinaia se non migliaia di altre persone hanno fatto esattamente quello che ha fatto Griffin il 15 gennaio. 6 e non sono stati accusati di alcun reato.

“Le prove mostreranno che il governo ha selezionato Griffin per l’accusa in base al fatto che ha tenuto un discorso e ha guidato una preghiera al Campidoglio, cioè lo ha selezionato sulla base di un’espressione protetta”, hanno scritto.

Più di 770 persone sono state accusate di crimini federali legati alla rivolta del Campidoglio. Più di 230 difensori antisommossa si sono dichiarati colpevoli, per lo più di reati minori, e almeno 127 di loro sono stati condannati. Circa altri 100 hanno date di prova.

All’inizio di questo mese, una giuria ha condannato un uomo del Texas, Guy Wesley Reffitt, per aver preso d’assalto il Campidoglio con una pistola nella fondina nel primo processo per un imputato di rivolta del Campidoglio. I giurati lo hanno anche condannato per aver impedito al Congresso di certificare il voto del Collegio Elettorale il 19 gennaio. 6, di aver interferito con gli agenti di polizia che stavano a guardia del Campidoglio e di aver minacciato i suoi due figli adolescenti se lo avessero denunciato alle forze dell’ordine.

La condanna di Refitt per tutte le accuse potrebbe dare ai pubblici ministeri una maggiore influenza nella negoziazione di patteggiamento in molti altri casi o scoraggiare altri imputati dall’andare in giudizio. Anche l’esito del processo di Griffin potrebbe avere un effetto a catena, aiutando gli altri a decidere se lasciare che un giudice o una giuria decidano il loro caso.

Griffin, 48 anni, è accusato di due reati minori: entrare e rimanere in un edificio o in un terreno con restrizioni e condotta disordinata e distruttiva in uno o più edifici con restrizioni.

Griffin è stato raggiunto a Washington da Matthew Struck, che ha servito come suo videografo. In un video girato in un parcheggio fuori dal Campidoglio il 15 gennaio. 5, Griffin ha detto di essere venuto a Washington per “forse il giorno più storico per il nostro paese nella mia vita” e confidava che il vicepresidente Mike Pence avrebbe “fatto la cosa giusta”.

Dopo aver partecipato alla manifestazione “Stop the Steal” del presidente Donald Trump a gennaio 6, Griffin e Struck hanno superato le barriere e hanno salito una scala per entrare in un palco in costruzione sulla Lower West Terrace del Campidoglio per l’inaugurazione di Bidensecondo i pubblici ministeri.

Colpito è elencato come uno dei tre testimoni del governo. Ha un accordo di immunità con i pubblici ministeri per la sua testimonianza.

“Al processo, il governo si aspetta che la testimonianza e i video di Matthew Struck forniscano un quadro preciso delle azioni dell’imputato e delle sue intenzioni”, hanno scritto i pubblici ministeri.

I pubblici ministeri intendono anche chiamare un ispettore di polizia del Campidoglio e un ispettore dei servizi segreti statunitensi.

I pubblici ministeri vogliono usare le stesse parole di Griffin contro di lui. Hanno in programma di riprodurre registrazioni video delle sue dichiarazioni e azioni a Washington.

Dopo aver scavalcato un muro di pietra ed essere entrato in un’area riservata fuori dal Campidoglio, Griffin ha detto: “Questa è casa nostra … dovremmo essere tutti armati”, secondo i pubblici ministeri. Lo ha definito “un grande giorno per l’America” ​​e ha aggiunto: “Le persone stanno dimostrando di averne avuto abbastanza”, hanno detto i pubblici ministeri.

Una questione chiave nel caso di Griffin è se sia entrato in un’area riservata mentre Pence era ancora presente sul terreno del Campidoglio, un prerequisito per i servizi segreti statunitensi per invocare restrizioni di accesso. Gli avvocati di Griffin affermano che Pence aveva già lasciato il Campidoglio prima che Griffin potesse entrare in un’area riservata.

“Il governo risponde che la posizione precisa del vicepresidente alla fine non ha importanza”, ha scritto il giudice in un’ordinanza emessa venerdì. “Forse, anche se la mancanza di chiarezza sui tempi e sui limiti dell’area riservata e sui movimenti del vicepresidente il 6 gennaio mina questa argomentazione”.

Gli avvocati di Griffin affermano anche che il governo non può provare che Griffin abbia intrapreso una condotta disordinata o dirompente.

“Al contrario, vedrà che Griffin ha guidato pacificamente una preghiera sui gradini del Campidoglio”, hanno scritto. “Vedrà che i membri della folla che ascoltavano Griffin erano calmi e pacificati rispetto ai manifestanti intorno a loro”.

___

Lo scrittore dell’Associated Press Jacques Billeaud a Phoenix ha contribuito a questo rapporto.

.

Leave a Comment