Il principe Andrea per risolvere il caso di abuso sessuale, donare in beneficenza

NEW YORK (AP) — Il principe Andréj britannico ha accettato di dirimere una causa intentata da Virginia Giuffreche ha detto di essere stata trafficata sessualmente con la famiglia reale britannica dal finanziere Jeffrey Epstein quando aveva 17 anni.

L’accordo descritto in un deposito del tribunale martedì a New York evita un processo che avrebbe portato ulteriore imbarazzo alla monarchia. Richiede che il principe faccia una donazione sostanziale alla carità del suo accusatore dicendo che non ha mai avuto intenzione di diffamare il suo carattere. Non specificava se Giuffre avrebbe ricevuto personalmente denaro nell’ambito dell’accordo.

L’avvocato David Boies, in rappresentanza di Giuffre, ha informato il giudice che presiede il caso a New York che è stato raggiunto un accordo di principio e che gli avvocati di entrambe le parti chiederanno l’archiviazione della causa entro un mese.

Un avvocato di Andrew non ha immediatamente restituito un messaggio in cerca di commenti.

La lettera firmata da Boies diceva che tutti gli avvocati chiedevano al giudice di sospendere tutte le scadenze del caso e di metterlo in attesa.

Giuffre ha citato in giudizio Andrew in agosto. L’americana ha accusato la reale britannica di averla abusata sessualmente mentre viaggiava con Epstein.

Andrew ha strenuamente negato le accuse di Giuffre e ha tentato di far archiviare la causa all’inizio di quest’anno.

In allegato alla lettera di Boies c’era una dichiarazione che diceva: “Virginia Giuffre e il principe Andrea hanno raggiunto un accordo extragiudiziale. Al ricevimento della transazione da parte della signora Giuffre (il cui importo non è oggetto di comunicazione) le parti presenteranno un provvedimento di licenziamento”.

“Il principe Andrea intende fare una cospicua donazione all’ente di beneficenza della signora Giuffre a sostegno dei diritti delle vittime. Il principe Andréj non ha mai avuto intenzione di diffamare il carattere della signora Giuffre, e accetta che abbia sofferto sia come vittima accertata di abusi sia come risultato di attacchi pubblici ingiusti.

Secondo la dichiarazione, il principe Andrea ha riconosciuto che Epstein ha trafficato “innumerevoli ragazze” per molti anni e ha detto che il principe “si rammarica della sua associazione con Epstein e loda il coraggio della signora Giuffre e degli altri sopravvissuti nel difendere se stessi e gli altri”.

Si è anche impegnato a sostenere le vittime del traffico sessuale come parte della dimostrazione del suo rammarico.

Il tentativo di transazione arriva settimane dopo che il mese scorso il giudice Lewis A. Kaplan ha respinto il tentativo del principe di ottenere un rigetto anticipato della causail che significa che potrebbero iniziare le deposizioni e altre raccolte di prove.

Dopo il governo di Kaplan, Andrew – che si era già ritirato dai doveri reali – fu privato dei suoi titoli militari onorari e ruoli e leadership di vari enti di beneficenza, noti come patrocini reali. Inoltre, non può più usare il titolo “sua altezza reale” nelle impostazioni ufficiali.

La decisione è stata uno sforzo per isolare la Casa di Windsor dalle ricadute di potenzialmente anni di titoli sordidi se la causa fosse andata avanti.

È successo dopo che più di 150 veterani e membri in servizio delle forze armate hanno chiesto alla regina di privare il suo secondo figlio dei suoi titoli militari, dicendo che non era stato all’altezza dei “più alti standard di probità, onestà e condotta onorevole” che sono ci si aspetta dagli ufficiali britannici.

Mark Stephens, un avvocato internazionale, ha affermato che le pressioni della famiglia reale avrebbero spinto Andrew a stabilirsi, in particolare quando la regina Elisabetta II celebra il suo Giubileo di platino, o 70 anni sul trono. L’accordo accuratamente formulato – in cui Andrew ammette solo una sfortunata associazione con Epstein – gli consente di salvare la faccia, ha detto Stephens.

“Essenzialmente, quello che ha fatto è gettarsi su questa granata giudiziaria per prevenire danni più ampi alla famiglia reale”, ha detto Stephens all’Associated Press. “E penso che non avesse altra alternativa che accontentarsi perché altrimenti questo caso avrebbe davvero oscurato il Queen’s Jubilee, e avremmo sentito i dettagli di ciò che avrebbe fatto con Virginia Giuffre. E tutto ciò avrebbe davvero causato problemi alla famiglia reale in senso più ampio”.

Stephens ha stimato che Andrew ha pagato circa $ 10 milioni per saldare, avendo ottenuto il denaro dopo aver venduto uno chalet per gli sci a un prezzo di “svendita”. Ha ipotizzato che il denaro sarebbe stato diviso in tre porzioni disuguali – con Guiffre, i suoi avvocati e gli enti di beneficenza che ne avrebbero preso una parte.

Oltre all’accordo, Guiffre può sostenere il suo sostegno alle vittime di abusi ed evitare di dover rivivere “l’intera esperienza nel circo pubblico di un’aula di tribunale”, ha detto.

“È stata vendicata nel senso che il principe Andrew riconosce di essere una vittima di abusi sessuali”, ha detto Stephens.

Giuffre ha affermato di aver incontrato Andrew mentre viaggiava spesso con Epstein tra il 2000 e il 2002, quando i suoi avvocati affermano che era “di guardia per Epstein per scopi sessuali” ed è stata “prestata ad altri uomini potenti”, incluso Andrew. La sua causa ha affermato che soffre ancora di notevoli sofferenze e danni emotivi e psicologici.

Andrew ha ripetutamente negato le accuse di Giuffre e ha detto che non ricorda di averla mai incontrata.

Andrew prestò servizio nella Royal Navy per due decenni, incluso come pilota di elicotteri durante la guerra delle Falkland del 1982. I ruoli militari onorari che ha perso includevano molti all’estero, come il suo titolo di colonnello in capo del reggimento logistico dell’esercito reale della Nuova Zelanda.

Ha passato anni a combattere le preoccupazioni sui suoi legami con Epstein, il finanziere statunitense che si è tolto la vita all’età di 66 anni nel 2019 in un carcere federale di Manhattan in attesa del processo per traffico sessuale di minori. La compagna di lunga data di Epstein, Ghislaine Maxwell, è stata condannata per accuse correlate il mese scorso.

L’Associated Press in genere non identifica le persone che affermano di essere vittime di aggressioni sessuali a meno che non scelgano di farsi avanti pubblicamente, come ha fatto Giuffre.

___

La scrittrice dell’Associated Press Danica Kirka ha riferito da Londra.

.

Leave a Comment