Il presidente Biden svelerà la nuova tassa sui miliardari in bilancio

Biden ha a lungo favorito tasse più elevate sugli americani più ricchi, ma la Casa Bianca non ha introdotto un piano fiscale specificamente progettato per colpire i miliardari fino ad ora. Il piano arriva tra i segnali che le trattative dell’amministrazione con il Sen. Joe Manchin III (DW.Va.) per la proposta economica in stallo della Casa Bianca potrebbe riprendersi. Ma tutti i precedenti sforzi per tassare i miliardari sono falliti in mezzo ai maggiori venti contrari politici, e non è chiaro se Manchin e il senatore. Kyrsten Sinema (D-Ariz.) seguirà il piano.

Molti miliardari possono pagare aliquote fiscali molto più basse rispetto agli americani medi perché il governo federale non tassa l’aumento del valore delle loro partecipazioni fino a quando quei beni non vengono venduti. I miliardari sono in grado di prendere in prestito contro i guadagni accumulati senza far scattare le tasse sui guadagni in conto capitale, consentendo agli enormi accumuli di ricchezza di essere praticamente non tassati dal governo federale.

L’Ufficio per la gestione e il bilancio della Casa Bianca e il Consiglio dei consulenti economici hanno stimato questo autunno che 400 famiglie miliardarie hanno pagato un’aliquota fiscale federale media di poco superiore all’8% del loro reddito tra il 2010 e il 2018. Tale aliquota è inferiore a quella pagata da milioni di americani.

Il piano della Casa Bianca obbligherebbe i miliardari a pagare un’aliquota fiscale di almeno il 20% sul loro pieno reddito, o la combinazione di forme tradizionali di reddito salariale e qualunque cosa possano aver realizzato in guadagni non realizzati, come i prezzi delle azioni più elevati.

I miliardari che pagano una tariffa inferiore a quella dovranno pagare la differenza tra ciò che pagano ora e la tariffa del 20%. I miliardari che già pagano più del 20% non dovrebbero pagare tasse aggiuntive. Le tasse pagate per la tassa minima conterebbero per tutto ciò che i miliardari devono una volta che devono pagare le normali tasse sulle plusvalenze.

“L’imposta sul reddito minimo miliardario assicurerà che gli americani più ricchi paghino un’aliquota fiscale di almeno il 20% sul loro reddito pieno”, afferma il documento della Casa Bianca. “Questa tassa minima assicurerebbe che gli americani più ricchi non paghino più un’aliquota fiscale inferiore a quella di insegnanti e vigili del fuoco”.

Secondo il documento, i funzionari della Casa Bianca stimano che la tassa raccoglierebbe circa 360 miliardi di dollari di nuove entrate nei prossimi 10 anni. La proposta è stata sviluppata dagli assistenti di Biden presso l’Office of Management and Budget, il Dipartimento del Tesoro e il Consiglio economico nazionale della Casa Bianca.

La Casa Bianca dovrebbe rilasciare un budget lunedì che include aumenti delle spese per la difesa e non per la difesa, con particolare attenzione alla salute mentale, alla cura dei bambini, ad altri programmi sociali e alla riduzione del deficit, hanno detto altre due persone che hanno familiarità con la questione. Queste persone hanno parlato a condizione di anonimato per riflettere una pianificazione non ancora resa pubblica.

La proposta di bilancio di Biden taglierà anche il deficit federale di oltre 1 trilione di dollari nel prossimo decennio, secondo un documento della Casa Bianca. La notizia della riduzione del disavanzo è stata riportata per la prima volta dall’Associated Press.

La protesta per le basse aliquote fiscali dell’élite finanziaria è emersa come un punto critico chiave nella politica americana, in particolare dopo che i democratici liberali nelle elezioni presidenziali del 2020 hanno cercato di affrontare la disuguaglianza di ricchezza prendendo di mira i miliardari.

Gli esperti fiscali hanno a lungo dibattuto sul modo migliore per trasformare questa aspirazione in realtà. Sen. Elizabeth Warren (D-Mass.) ha proposto un’imposta sul patrimonio durante quella campagna che avrebbe imposto una tassa annuale del 2% su tutti i beni superiori a $ 50 milioni. Il presidente delle finanze del Senato Ron Wyden (D-Ore.) questo autunno ha svelato una “imposta sul reddito miliardaria” che avrebbe tassato su base annua i guadagni di valore di azioni e altre “attività non realizzate”.

L’approccio della Casa Bianca rappresenta l’ennesimo tentativo di creare una tassa miliardaria che possa essere approvata dal Congresso e amministrata efficacemente dall’Internal Revenue Service. Il piano di Wyden sarebbe stato valutato su base annuale, mentre la Casa Bianca concede alle famiglie benestanti cinque anni per conformarsi alla tassa minima del 20%. Il piano della Casa Bianca crea anche un periodo iniziale di nove anni dall’entrata in vigore affinché le famiglie paghino il reddito non realizzato in precedenza.

“La proposta di Biden affronta in modo davvero efficace le sfide di implementazione pratica che abbiamo visto nelle precedenti proposte per tassare le famiglie a reddito molto alto”, ha affermato Jason Furman, un economista senior nell’amministrazione Obama.

Tuttavia, alcuni esperti fiscali preferiscono l’approccio precedente di Biden di tassare le plusvalenze non realizzate solo una volta che tali guadagni si sono realizzati alla morte. I conservatori e altri studiosi di diritto hanno affermato che non è chiaro se la Corte Suprema annullerà qualsiasi misura che considerano un’imposta sul patrimonio.

“Abbiamo ancora questioni di costituzionalità: l’IRS può riscuotere le tasse se nulla è stato venduto in base alla ricchezza, alla proprietà, ai contribuenti?” ha detto Steve Rosenthal, un senior fellow presso il Tax Policy Center, un think tank apartitico.

Non è inoltre chiaro se anche l’approccio più sfumato alla tassazione dei miliardari sarà approvato dai Democratici al Congresso. La presidente della Camera Nancy Pelosi (D-California) è stata tra i democratici che in privato si sono opposti al piano fiscale miliardario di Wyden, suggerendo che si trattava di una trovata pubblicitaria. Manchin ha denunciato la tassa miliardaria come divisiva lo scorso autunno, anche se in seguito ha detto alla Casa Bianca che poteva sostenere una misura del genere.

Leave a Comment