Il giudice del Texas accoglie la richiesta dell’ACLU di un’ordinanza restrittiva temporanea sull’indagine sugli abusi sui minori nei confronti della bambina trans e dei suoi genitori

L’American Civil Liberties Union, l’ACLU del Texas e l’organizzazione per i diritti civili LGBTQ Lambda Legal hanno intentato una causa martedì a nome dei genitori di una ragazza transgender. La madre della bambina, una dipendente del Dipartimento statale per la famiglia e i servizi di protezione (DFPS), era stata sospesa dal suo lavoro a causa del parere legale della scorsa settimana del procuratore generale del Texas Ken Paxton secondo cui i trattamenti e le procedure che affermano il genere per i bambini transgender possono costituire un forma di abuso sui minori.

L’opinione legale di Paxton ha spinto il governatore. Greg Abbott incarica il commissario del DFPS Jaime Masters di “condurre un’indagine tempestiva e approfondita su tutti i casi segnalati di queste procedure abusive nello Stato del Texas”.

Il giudice Amy Clark Meachum ha scritto in un’ordinanza che la famiglia nominata querelante nella causa “subirà un danno irreparabile” a meno che gli imputati – Abbott e il commissario del DFPS Jaime Masters – non siano trattenuti dall’indagare sulle famiglie di bambini transgender.

Senza l’ordine restrittivo temporaneo, ha scritto Meachum, i querelanti – identificati come Jane, John e Mary Doe – avrebbero affrontato “l’imminente e continua privazione dei loro diritti costituzionali, la potenziale perdita delle cure mediche necessarie e lo stigma legato all’essere oggetto di un’indagine infondata sugli abusi sui minori”.

Inoltre, Meachum ha scritto che se Jane Doe, una dipendente del DFPS, fosse stata inserita in un registro degli abusi sui minori a seguito delle indagini, “potrebbe perdere la capacità di esercitare la sua professione e sia Jane che John Doe potrebbero perdere la capacità di lavorare con minori e volontari nella loro comunità”.

Abbott e Paxton sono stati elencati come candidati alle primarie repubblicane che si sono svolte martedì. Abbott ha vinto le primarie governative e Paxton passerà al ballottaggio.

Causa intentata per conto del dipendente DFPS

Secondo la causa intentata dall’ACLU e dalla Lambda Legal, i querelanti sono identificati come la psicologa clinica Dr. Megan Mooney e i genitori “di supporto”, “Jane e John Doe”, individualmente e come prossimi amici di “Mary Doe”, una 16enne -ragazza transgender di un anno a cui è stata diagnosticata la disforia di genere. La disforia di genere è un disagio psicologico che si verifica quando l’identità di genere di una persona e il sesso assegnato alla nascita non si allineano, secondo l’American Psychiatric Association.

Secondo la causa, Jane Doe, una dipendente di DFPS, ha chiesto al suo datore di lavoro di chiarire in che modo l’ordine del governatore avrebbe influenzato la politica dell’agenzia. È stata quindi messa in congedo “perché ha una figlia transgender con necessità medica per il trattamento della disforia di genere”, ha affermato la causa. I servizi di protezione dell’infanzia del DFPS hanno visitato la casa dei querelanti dopo essere stati informati che erano sotto inchiesta, ha affermato la causa.

Jane Doe è in congedo in attesa dei risultati dell’indagine del DFPS, dicono brevi documenti. Se l’indagine dovesse rilevare che i genitori hanno commesso abusi, sarebbero inseriti nel registro degli abusi sui minori “e sarebbero soggetti in modo improprio a tutti gli effetti che derivano da tale collocamento”, secondo la causa. Jane Doe potrebbe anche affrontare il licenziamento e, di conseguenza, perdere la copertura sanitaria della famiglia, ha affermato la causa.

I querelanti accusano Abbott e Masters di aver tentato “di legiferare tramite comunicato stampa” dopo che il legislatore del Texas “non ha approvato una legislazione che criminalizza il trattamento consolidato e necessario dal punto di vista medico per gli adolescenti con disforia di genere”.

La CNN ha contattato l’ufficio del governatore, Masters e Paxton per un commento.

Gli avvocati discutono sul linguaggio dell’opinione legale di Paxton

Meachum, del 201° tribunale distrettuale civile, ha ascoltato mercoledì mattina le argomentazioni di un avvocato con Lambda Legal, un’organizzazione per i diritti civili LGBTQ, chiedendo l’ordine restrittivo temporaneo come parte della sua causa con l’ACLU sostenendo che DFPS aveva già iniziato a indagare sulle famiglie di transgender adolescenti.

L’avvocato di Lambda Legal, Paul Castillo, ha affermato che i suoi clienti devono affrontare danni immediati e irreparabili dalle indagini. Ha detto di essere a conoscenza di almeno altre due famiglie, oltre alla famiglia menzionata nella causa, che stanno affrontando indagini.

Il Texas inizia a indagare sui genitori di adolescenti transgender per abusi sui minori, secondo una causa.  Un genitore lavora nel dipartimento coinvolto nelle indagini

Ryan Kercher, un avvocato dell’ufficio di Paxton, ha affermato che lo stato non sta cercando di indagare su “ogni giovane trans o ogni … giovane sottoposto a questo tipo di trattamenti e procedure”. Kercher ha affermato che il linguaggio dell’opinione è intenzionalmente “appiattito” per dire che questo tipo di assistenza sanitaria “potrebbe essere” o “può essere” una forma di abuso sui minori, specialmente se c’è una “mancanza di consenso”.

Il giudice ha detto che emetterà la sua decisione mercoledì dopo aver esaminato completamente le argomentazioni e la documentazione.

Correzione: una versione precedente di questa storia riportava erroneamente i termini dell’ordine restrittivo temporaneo. L’ordine si applica solo ai querelanti nella causa ACLU.

Gregory Lemos, Andy Rose e Raja Razek della CNN hanno contribuito a questo rapporto.

.

Leave a Comment