Il dimagrito Tyson Fury pesa oltre 11 libbre in più dello sfidante Dillian Whyte

LONDRA — Tyson Fury ha oziato sulla scala di “Freed from Desire” di Gala ed è stato accolto da una folla chiassosa di inglesi che ha accolto The Gypsy King venerdì prima della sua prima lotta per il titolo sul suolo britannico.

Il campione dei pesi massimi si è spogliato prima di sparare con una grande mano destra in cielo e di salire sulla bilancia: 264,8 libbre, quasi 13 libbre in meno di quanto pesasse per la sua vittoria di ottobre su Deontay Wilder.

Dillian Whyte, che sfiderà Fury sabato davanti a oltre 94.000 allo stadio di Wembley (14:00 ET, ESPN + pay-per-view) solo nel terzo incontro per il titolo dei pesi massimi tutto britannico negli oltre 130 anni di storia della divisione, si è registrato a 253,25 sterline.

“Per l’ultimo combattimento, non è un segreto, [trainer SugarHill Steward] posso dirtelo, abbiamo avuto circa quattro, cinque settimane di allenamento per quello, e in quel periodo abbiamo dovuto attraversare l’Atlantico per Las Vegas in un fuso orario diverso, “Fury ha detto a ESPN quando gli è stato chiesto di spiegare tutti i chili che sono stati versati”. Per questo campo, abbiamo avuto 14 settimane di preparazione. Siamo in forma!”

Come sempre, il fisico di Fury smentisce il suo condizionamento impeccabile, un motore da 12 colpi che è tra i migliori di tutta la boxe, non solo della divisione dei pesi massimi.

Nel Fight of the Year 2021 di ESPN, un 11° round KO di Wilder in un infernale slugfest, Fury pesava 277 libbre in carriera. Anche dopo tutti quei turni estenuanti, Fury ha avuto l’energia per cantare una canzone celebrativa sul ring prima di festeggiare sul palco con il DJ Steve Aoki in un nightclub di Las Vegas fino a notte fonda.

Il 33enne Fury è in cima al gioco e gli sono garantiti $ 29.538.000. Se Fury (31-0-1, 22 KO) emerge vittorioso, guadagnerà un record di $ 33.640.500 (un bonus di vittoria di $ 4.102.500 è in palio). È valutato n. 1 da ESPN nei pesi massimi e n. 6 libbre- per sterlina, ma insiste sul fatto che si ritirerà dopo la resa dei conti di sabato con Whyte.

La promessa arriva nonostante la tentazione di una lotta per il campionato incontrastato entro la fine dell’anno contro il vincitore della rivincita del 23 luglio tra Oleksandr Usyk e Anthony Joshua. Il potenziale incontro per tutti e quattro i titoli dei pesi massimi è uno dei più ricchi nella storia della boxe, ma Fury giura di allontanarsi da tutto.

“Sto prendendo tutto, come ogni persona che è venuta, significa il mondo per me”, ha detto Fury. “C’è stata una volta in questo paese in cui i fan mi fischiavano, che ci crediate o no. Ora mi abbracciano e mi amano ed è una sensazione travolgente; felicissimo di tutto questo. Fantastico supporto dal popolo britannico”.

Whyte (28-2, 19 KO) è nato in Giamaica ma ha risieduto in Inghilterra per molto tempo prima di trasferirsi di recente in Portogallo. Il 34enne è stato protagonista del pay-per-view molte volte nel Regno Unito ed è una grande attrazione di per sé, un grande motivo per cui questa lotta è così fortemente attesa.

Da quando è diventato il contendente numero 1 della WBC nell’ottobre 2017 con una vittoria su Robert Helenius, Whyte ha aspettato più di 1.600 giorni per il suo titolo. Probabilmente, è il combattente più abile della boxe a non vivere mai per un campionato.

“Sono pronto per andare in guerra domani”, ha detto Whyte, valutato il numero 6 dei pesi massimi da ESPN. “… Ognuno ha il suo tempo, e sento che questo è il mio momento.”

.

Leave a Comment