Il contesto dietro la citazione virale Wolves-Grizzlies di Draymond Green

Draymond Green è sempre buono per una citazione post-partita allettante, anche se viene consegnata tramite il suo podcast. Ma non tutte le citazioni di spaccone che fa sono fatte per il gusto di parlare schifoso.

Dopo la partita 4 della serie del secondo round dei Golden State Warriors, Green ha detto nel suo podcast: “Questo non è il Minnesota Timberwolves. Non stai più giocando con quella squadra; questo è il basket a livello di campionato”.

La sua dichiarazione suona sicuramente come un colpo piuttosto improvviso non solo ai Memphis Grizzlies, ma anche ai Minnesota Timberwolves.

Sebbene piccante, c’è un contesto ragionevole che ammorbidisce la valutazione di Green. In realtà stava facendo riferimento alla prestazione dominante dei Warriors in Gara 3 della loro serie contro i Grizzlies, uno scoppio di 142-112, in contrasto con come hanno giocato in Gara 4, un 101-98 mangia-unghie.

Ciò che ha colpito di più Green durante la partita 3 è stato il modo in cui Golden State ha mantenuto il suo vantaggio anche dopo che Ja Morant è diventato caldo. “Ja ha iniziato ad andare su tutte le furie segnando ogni gioco, e penso che alzò lo sguardo come, ‘Wow, sto iniziando a impazzire.’ Aveva un paio di quei layup di Ja che solo Ja fa. E lui guardò in alto ed erano giù di 25″. disse il verde.

Da lì, la star di Warriors è proseguita con la citazione di “basket a livello di campionato” di cui sopra che un famoso account di aggregazione NBA ha ritagliato una grafica incisiva sui social media. Tranne che anche la parte finale della citazione di Green è meno controversa di quanto si legge sulla grafica: “È stato importante per noi perché era mostrare loro che non sono i Minnesota Timberwolves, non giochi più con quella squadra; questo è il basket a livello di campionato, ecco come lo facciamo. È stato bello da vedere”.

Per essere chiari, la valutazione di Green non è esattamente un complimento, anche nel giusto contesto. I Timberwolves continuano a essere la squadra che viene insultata. Ma questo non è stato tanto un colpo a Memphis quanto un modo per parlare di come giocano i Warriors con il loro vero pedigree del campionato – qualcosa che il Minnesota oggettivamente manca in confronto.


In questa post-stagione, Green ha fornito riflessioni e reazioni approfondite sul suo podcast, “The Draymond Green Show”, fornendo al contempo risposte molto più brevi ai giornalisti durante le interviste post-partita assegnate. L’idea alla base della decisione dei media di Green era quella di avere un maggiore controllo della propria narrativa. È un problema a cui tiene chiaramente; ha trascorso una conferenza stampa post-partita denunciando l’integrità dei media e ha detto ai giornalisti che non avrebbe detto molto altro perché non era “sicuro di potermi fidare di dove andranno le mie parole da qui”.

E ora, abbastanza ironicamente, una citazione dal mezzo podcast che Green sperava avrebbe portato alla fine dei ritagli fuori contesto ha invece portato a una grafica fuori contesto con oltre 6.400 Mi piace su Twitter e non so quante impressioni, con molti fan nelle risposte che credono che Green abbia dato un colpo a due squadre.

Green potrebbe credere che il suo podcast gli dia il controllo totale, ma l’intero episodio suggerisce il contrario. L’aggregazione dei media è un affare di predatori selvaggi che aspettano che qualcuno abbassi la guardia e si lanceranno su qualsiasi opportunità di coinvolgimento che riescono a trovare.

Leave a Comment