I tweet di Nestor Cortes sono il primo ostacolo alla sua ascesa agli Yankees

BALTIMORA—Nestor Cortes stava facendo domande nel suo armadietto sul suo straordinario successo, sull’essere la migliore storia sportiva perdente al di qua di Rich Strike, quando la marea si è improvvisamente ribaltata. Un funzionario delle PR degli Yankees si trovava nelle vicinanze durante l’intervista individuale, quindi il lanciatore doveva sapere cosa sarebbe successo.

Doveva sapere che qualsiasi conversazione pubblica in quel giorno avrebbe dovuto rendere conto del prezzo dell’essere un personaggio pubblico.

Un utente di Twitter aveva portato alla luce alcuni tweet razzisti offensivi del passato di Cortes, e ora l’ex scelta al 36esimo round che era stato preso a calci in giro per il baseball come il guanto di un vecchio ricevitore ha dovuto rispondere per loro. Il giorno dopo aver chiuso i White Sox e aver disputato otto inning per la prima volta, lasciando Chicago con un’ERA di 1,35 leader della Lega americana, il 27enne Cortes è stato costretto a rispondere del suo io più giovane e irresponsabile.

In realtà, non era obbligato a fare nulla. Cortes avrebbe potuto nascondersi nella stanza dell’allenatore per la disponibilità mediatica di un’ora prima della vittoria per 6-2 degli Yankees su Baltimora, e sperava che qualche altro problema avesse attirato l’attenzione di tutti prima del suo prossimo inizio e permesso ai suoi peccati sui social media di svanire. Ma quando la porta della clubhouse si è aperta ai media accreditati, Cortes è saltato fuori da una sedia e si è diretto verso il suo armadietto, dove ha salutato con entusiasmo un giornalista in avvicinamento per iniziare una serie di interviste che includevano domande scomode sui suoi post su Twitter.

Cortes ha detto che era “un po’ incazzato con me stesso” per il linguaggio che usava. Ha detto di aver cancellato il suo account Twitter, ma ha pianificato di tornare sui social media tra pochi giorni per continuare a inviare messaggi positivi a coloro che lo seguono. “Ora sono maturato. Sono cresciuto”, ha detto Cortes. “Ma non c’è giustificazione per quello che ho twittato.”

Nestore Cortes
Nestor Cortes ha risposto per i tweet insensibili che ha inviato in passato.
Charles Wenzelberg/New York Post

No non c’è. Nessuno dovrebbe essere giudicato dai peggiori giorni dell’adolescenza, ma Cortes ha fatto questo a se stesso. Nel bel mezzo di una stagione apparentemente magica, ha appena assorbito un colpo autoinflitto alle costole.

Lo scuoterà? Lo farà perdere il gioco? Il margine tra vincere e perdere è così terribilmente piccolo negli sport professionistici che qualsiasi cosa che abbia un impatto negativo sul ritmo di un atleta a breve termine potrebbe influire negativamente sulle prospettive della sua squadra a lungo termine.

E gli Yankees hanno bisogno di Nestor Cortes a lungo termine.

Una volta, David Cone mi ha detto che le squadre del campionato spesso hanno bisogno che succeda qualcosa fuori dal campo sinistro lungo la strada. Ha citato Derek Jeter, 1996, come un ottimo esempio. I fan dei New York Football Giants potrebbero citare Victor Cruz, 2011, come un altro.

Cortes potrebbe essere quel qualcosa se gli Yankees vincessero il loro primo campionato dal 2009. Alla domanda se pensava che la sua squadra potesse essere la squadra da battere a ottobre, Cortes ha detto: “Cento percento. [Anthony] Rizzo ha già vinto, [Aaron] Il giudice è stato in una corsa da MVP, [Giancarlo] Stanton e Josh [Donaldson] hanno vinto MVP. Abbiamo ragazzi con molto talento ed esperienza e possono vedere che la dinamica qui è di calibro da campionato. Per i ragazzi che non ci sono mai stati e stanno arrivando, iniziamo a crederci”.

Abbastanza giusto. Ma Judge e Stanton non possono semplicemente battere questa squadra per un titolo. E nulla ha rafforzato l’idea che questi Yankees potrebbero essere speciali più della vista delle Cortes generosamente quotate da 5 piedi-11 e 210 libbre che dominano una formazione dopo l’altra con l’inganno che cambia l’angolo del braccio e la velocità che nessuno ha visto provenire dal 1.094a scelta nel draft 2013.

Nestore Cortes
Nestore Cortes
Charles Wenzelberg/New York Post

“Penso di aver scioccato tutti in tutto il mondo”, ha detto Cortes. “Non è normale che un mancino dal lancio morbido con un punteggio di 5-10 abbia il successo che stiamo avendo noi. Tutti guardano il prototipo 6-4, lanciatore 6-5 che lancia 97, 98 mph. … Ma ho aggiunto uno slider e il mio [velocity] ha migliorato un po’ e ha anche migliorato molto il mio cutter.

L’allenatore degli Yankees, Matt Blake, ha spiegato che Cortes è diventato più aggressivo con la sua quattro cuciture, il che mette molta pressione sui battitori più interessati al suo caratteristico cutter, costringendoli a fare scelte difficili sul perimetro della zona di strike. “Sento che questa è la spina dorsale di quello che è”, ha detto Blake. “E poi usare il cursore più grande e ampio come un passo rubato per rallentare i ragazzi.”

Blake ha definito la capacità di Cortes di modificare il suo piano di gioco e di leggere le situazioni “buone come tutte quelle che abbiamo” e ha descritto il suo comportamento calmo come una delle sue risorse più preziose. “Non ha paura”, ha detto l’allenatore. “Crede in se stesso. È autentico… È competitivo, ma non ci sono queste grandi aspettative fuori posto che lo rendono frenetico per quello che sta succedendo. Lo sta prendendo al passo”.

La situazione è cambiata lunedì, quando Cortes ha affrontato il tipo di avversità che non aveva nulla a che fare con gli Orioles che si erano sbarazzati di lui una volta e gli Yankees che si erano sbarazzati di lui due volte. Ha promesso di fare molto meglio sui social media e nella vita. Ha in programma di tornare a essere un modello per i bambini sfavoriti.

“Voglio che mi guardino”, ha detto, “e si sentano come, ‘Ehi, probabilmente posso essere quel ragazzo un giorno. Non era una superstar in arrivo nel sistema.’ ”

Nestor Cortes ha lanciato come una superstar. Se si rivela uno yankee speciale, ciò aumenta le probabilità di un ottobre speciale nel Bronx.

.

Leave a Comment