I Rangers sono migliorati dal basso verso l’alto alla scadenza del commercio NHL

Proprio come i Big Ten hanno 14 scuole nella conferenza, gli ultimi sei dei Rangers hanno circa 10 attaccanti tra i quali l’allenatore Gerard Gallant potrà scegliere dopo le manovre sulla scadenza commerciale di lunedì.

Ma i primi sei potrebbero avere solo cinque attaccanti che rientrano legittimamente in quella categoria, un dato di fatto esacerbato dalla notizia che Kaapo Kakko sarà fuori almeno per il resto di marzo prima che il finlandese possa tornare dall’infortunio al polso che lo ha messo da parte da gennaio 21.

Nel migliore dei casi, Kakko potrebbe avere una pista di tre settimane per i playoff in cui entrare in condizione di hockey e affinare i suoi tempi mentre tenta di raggiungere un ritmo di playoff. Sarà una sfida per lui.

E sarà una sfida per i Rangers, che dipendono così tanto dai loro nomi in prima fila ma hanno segnato il minor numero di gol cinque contro cinque tra le 16 squadre attualmente in posizione di playoff.

Quindi per l’immediato futuro, quello che hai visto nelle ultime tre partite è probabilmente quello che otterrai: Mika Zibanejad tra Chris Kreider e Alexis Lafreniere con il free agent in attesa Ryan Strome che pattina tra Artemi Panarin e Frank Vatrano.

È questo il luogo per notare che Panarin ha segnato una volta in cinque contro cinque nelle ultime 19 partite e due volte nelle ultime 28 gare? O che Strome ha segnato nove gol di fila senza un gol cinque contro cinque con tre nelle ultime 23 partite? O che Kreider ha segnato una volta nelle ultime sette a pieno regime e che Zibanejad ha segnato otto di fila senza uno, e con tre nelle ultime 26 partite? È questo il luogo per ripetere che la squadra ha segnato due gol o meno in 10 delle ultime 16 partite?

Pubblica membri Sports+, iscriviti a chiedi a Mollie Walker di scriverti l’ultima parola sui Rangers e di rispondere con i tuoi pensieri e domande. Non sei ancora iscritto a Sports+? Provalo ora.

Rangers
Chris Drury
Getty Images

Una volta che Vancouver ha reso impossibile per i Rangers ottenere JT Miller e poi quando il prezzo di Anaheim per il Piano B (o C) Rickard Rakell è aumentato oltre la zona di comfort del GM Chris Drury, questo è stato il risultato inevitabile. I primi sei avranno bisogno di quanto più supporto possibile dagli ultimi sei.

Drury è stato in grado di aggiungere quel supporto al roster uscendo dal suo primo rodeo in scadenza con l’ambita metà di Winnipeg Andrew Copp e l’ultimo a sei di Vancouver Tyler Motte in attacco e con il difensore destro veterano di Philadelphia Justin Braun sul retro. E Drury lo ha fatto senza cedere in cambio nessuna delle risorse blue-chip dell’organizzazione.

Un passel di scelte al draft nelle due stagioni successive è stato sacrificato, inclusi un paio di secondi condizionali ai Jets in cambio di Copp, uno dei quali sarebbe diventato il primo turno di quest’anno se le Blueshirts avessero raggiunto le finali della conference. Questo è un compromesso che chiunque farebbe.

Morgan Barron, l’attaccante che non riusciva proprio a decifrare la formazione, è stato inviato ai Jets come parte dell’accordo per Copp. Questo diluisce ulteriormente la pipeline organizzativa nel mezzo, che sembra quasi spoglia. Ma ammettiamolo, se Drury e la gerarchia avessero percepito Barron come una prospettiva legittima, avrebbero trovato un modo per trattenerlo.

Rangers
Tyler Mott
NHLI tramite Getty Images
Rangers
Andrea Copp
NHLI tramite Getty Images

Ogni ragazzo di mezza età spostato alla scadenza viene confrontato con la versione 2020 di Blake Coleman o Barclay Goodrow. Copp, 27 anni, ha la versatilità e il vantaggio per essere quel facsimile e un componente chiave di una terza linea con, diciamo, Goodrow e Chytil. C’è anche abbastanza vantaggio nel gioco offensivo di Copp che potrebbe salire di tanto in tanto tra i primi sei.

C’è anche questo. Sebbene Copp sia in affitto, potrebbe diventare un’opzione per diventare il centro di seconda linea del club la prossima stagione se Strome fugge. Di recente una terza parte mi ha detto che le trattative per una proroga del contratto erano state “difficili”. Quindi questa sarà una specie di audizione per il prodotto dell’Università del Michigan che ha registrato 35 punti (13-22) in 56 partite giocando principalmente con Nikolaj Ehlers e Mark Scheifele. Copp era anche nella prima unità di penalità dei Jets.

Se i primi nove si allineano come suggerito in precedenza, ciò lascia Motte, Dryden Hunt, Ryan Reaves, Jonny Brodzinski, Greg McKegg e Julien Gauthier a suonare sedie musicali fino a quando Kevin Rooney, anche lui escluso almeno per il resto del mese, si unisce alla folla. Almeno ci sarà una manciata di giocatori agli allenamenti opzionali.

Rangers
justin marrone
PAPÀ

Non è chiaro se Braun urterà Braden Schneider in abiti urbani sulla terza coppia o se il 35enne orientato alla difesa che ha giocato 12 anni sulla destra tenterà di spostarsi sul lato sinistro, urtando così Patrik Nemeth dalla allineare.

C’è questo da considerare: Gallant generalmente fa sedere Schneider negli ultimi 10-12 minuti di una partita. Il tempo di Nemeth si riduce anche nel crunch time. Tagliare la panchina diventa una sfida nel postseason. Braun era anche nella migliore unità PK dei Flyers. Gallant potrebbe voler usarlo al posto di Adam Fox in alcune situazioni di stenografia per dare un colpo al numero 23.

All’interno delle linee guida di protezione del futuro, Drury ha fatto bene lunedì. Forse un controfigura.

Sottosopra!

.

Leave a Comment