I legislatori canadesi estendono i poteri di emergenza per le proteste dei camion: NPR


Il primo ministro Justin Trudeau ascolta una domanda durante una conferenza stampa lunedì a Ottawa. Trudeau ha affermato che i poteri di emergenza sono ancora necessari nonostante la polizia abbia posto fine ai blocchi alle frontiere e l’occupazione della capitale della nazione da parte di camionisti e altri arrabbiati per le restrizioni COVID-19 del Canada.

Adrian Wyld/The Canadian Press/via AP


nascondi didascalia

attiva/disattiva didascalia

Adrian Wyld/The Canadian Press/via AP


Il primo ministro Justin Trudeau ascolta una domanda durante una conferenza stampa lunedì a Ottawa. Trudeau ha affermato che i poteri di emergenza sono ancora necessari nonostante la polizia abbia posto fine ai blocchi alle frontiere e l’occupazione della capitale della nazione da parte di camionisti e altri arrabbiati per le restrizioni COVID-19 del Canada.

Adrian Wyld/The Canadian Press/via AP

TORONTO — Lunedì sera i legislatori canadesi hanno votato per estendere i poteri di emergenza che la polizia può invocare per reprimere qualsiasi potenziale riavvio dei blocchi da parte di coloro che si oppongono alle restrizioni COVID-19.

I legislatori alla Camera dei Comuni hanno votato 185 contro 151 per affermare i poteri.

Il primo ministro Justin Trudeau ha affermato in precedenza che i poteri erano ancora necessari nonostante la polizia avesse posto fine all’occupazione della capitale della nazione da parte dei camionisti durante il fine settimana e la polizia avesse posto fine ai blocchi alle frontiere prima di allora.

Trudeau ha notato che c’erano alcuni camionisti appena fuori Ottawa che avrebbero potuto pianificare ulteriori blocchi o occupazioni. Il suo ministro della pubblica sicurezza ha affermato che durante il fine settimana c’è stato un tentativo di bloccare un valico di frontiera nella Columbia Britannica.

“La situazione è ancora fragile, lo stato di emergenza è ancora lì”, ha detto Trudeau.

La legge sulle emergenze consente alle autorità di dichiarare alcune aree come zone vietate. Consente inoltre alla polizia di congelare i conti bancari personali e aziendali dei camionisti e costringere le società di carro attrezzi a trasportare i veicoli.

La protesta dei camionisti è cresciuta fino a quando non ha chiuso una manciata di posti di confine tra Canada e Stati Uniti e ha chiuso parti chiave della capitale per più di tre settimane. Ma ora tutti i blocchi di confine sono terminati e le strade intorno al parlamento canadese sono tranquille.

I manifestanti di Ottawa che hanno giurato di non arrendersi mai sono in gran parte scomparsi, scacciati dalla polizia in tenuta antisommossa in quella che è stata la più grande operazione di polizia nella storia della nazione.

La Royal Canadian Mounted Police ha affermato che coloro a cui sono stati congelati i conti bancari erano “influenzatori della protesta illegale a Ottawa e proprietari e / o conducenti di veicoli che non volevano lasciare l’area”.

Il ministro delle finanze Chrystia Freeland ha affermato che chiunque sia stato colpito ha un modo semplice per sbloccare i propri account: “Smettila di far parte del blocco”, ha affermato.

Il ministro della Pubblica Sicurezza Marco Mendicino ha affermato che consentire alla polizia di designare il centro di Ottawa come una zona vietata è stato particolarmente efficace. Rimangono circa 100 posti di blocco della polizia.

“Abbiamo visto calma, pace e tranquillità”, ha detto Mendicino.

Singh, il leader dell’opposizione New Democratic, ha detto di sapere che ci sono manifestanti in attesa nelle aree circostanti di Ottawa e nella stessa capitale. “Devono essere eliminati”, ha detto Singh.

Singh ha anche notato che ci sono stati convogli che sono stati intercettati.

“Questo è un attacco alla nostra democrazia. Questo è un gruppo di persone che sono chiaramente collegate all’estrema destra”, ha detto Singh. “Gli organizzatori hanno chiaramente in mente l’obiettivo di minare la democrazia. È qualcosa che non possiamo permettere che continui”.

Le proteste dei camionisti sono cresciute fino a quando non ha chiuso una manciata di posti di confine tra Canada e Stati Uniti e ha chiuso le parti chiave della capitale per più di tre settimane.

Ma ora tutti i blocchi di confine sono terminati e le strade intorno al parlamento canadese sono tranquille. I manifestanti di Ottawa che hanno giurato di non arrendersi mai sono in gran parte scomparsi, scacciati dalla polizia in tenuta antisommossa. Il suono incessante dei clacson dei camionisti è diventato silenzioso. Una grande presenza di polizia rimane a Ottawa e alcune aree sono recintate.

Le proteste, che inizialmente miravano a un mandato di vaccinazione contro il COVID-19 per i camionisti transfrontalieri, ma comprendevano anche la furia per la gamma di restrizioni COVID-19 e l’odio per Trudeau, riflettevano la diffusione della disinformazione in Canada e il ribollente populista e di destra angelo.


Un camper è stato rimorchiato via dalle autorità domenica a Ottawa che hanno sgomberato una protesta di camionisti mirata alle misure COVID-19 a Ottawa.

Cole Burston/The Canadian Press/via AP


nascondi didascalia

attiva/disattiva didascalia

Cole Burston/The Canadian Press/via AP


Un camper è stato rimorchiato via dalle autorità domenica a Ottawa che hanno sgomberato una protesta di camionisti mirata alle misure COVID-19 a Ottawa.

Cole Burston/The Canadian Press/via AP

Il sedicente Freedom Convoy scosse la reputazione di civiltà del Canada, ispirò convogli in Francia, Nuova Zelanda e Paesi Bassi e interruppe il commercio, causando danni economici su entrambi i lati del confine. Centinaia di camion alla fine hanno occupato le strade intorno al Parlamento, un’esibizione che era in parte protesta e in parte carnevale.

Per quasi una settimana il valico di frontiera USA-Canada più trafficato, l’Ambassador Bridge tra Windsor, Ontario e Detroit, è stato bloccato. L’incrocio vede oltre il 25% del commercio tra i due paesi.

Le autorità si sono mosse per riaprire i posti di frontiera, ma la polizia di Ottawa non ha fatto altro che lanciare avvertimenti fino a venerdì, anche se centinaia e talvolta migliaia di manifestanti hanno intasato le strade della città e assediato Parliament Hill.

Venerdì, le autorità hanno lanciato la più grande operazione di polizia nella storia del Canada, arrestando una serie di manifestanti di Ottawa e aumentando la pressione sabato fino a quando le strade davanti al Parlamento non sono state libere. Alla fine, la polizia ha arrestato almeno 191 persone e ha rimorchiato 79 veicoli. Molti manifestanti si sono ritirati con l’aumento della pressione.

Trudeau ha detto che le persone a Ottawa sono state molestate per settimane e ha detto che miliardi di dollari in scambi commerciali sono stati bloccati dai blocchi di confine, mettendo a rischio il lavoro delle persone.

Le proteste sono state acclamate negli Stati Uniti da personalità di Fox News e conservatori come la formazione del presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Milioni di dollari in donazioni sono andati oltre confine ai manifestanti.

“Una marea di disinformazione e disinformazione si è riversata sul Canada, anche da fonti straniere”, ha detto Trudeau.

“Dopo che questi blocchi e occupazioni illegali hanno ricevuto importi preoccupanti di finanziamenti esteri per destabilizzare la democrazia canadese, è diventato chiaro che le autorità locali e provinciali avevano bisogno di più strumenti per ristabilire l’ordine”.

Leave a Comment