I guardiani del giuramento che guidano l’ordine di prigione di Rodi in fase di revisione

Rhodes non aveva fatto nulla nell’anno successivo alle rivolte per giustificare la detenzione preventiva, come ostacolare la giustizia, fuggire o mettere in pericolo il pubblico, ha detto l’avvocato difensore James Lee Bright.

“Non c’è stata alcuna cospirazione per rovesciare il governo”, ha detto. “C’era sicuramente molto linguaggio roboante.”

Bright ha detto che mentre si presume che Rhodes abbia trascorso mesi pubblicamente e privatamente invitando i membri a prepararsi per una sanguinosa “guerra civile”, ha coordinato viaggi e addestramento con altri, ha portato e nascosto armi fuori Washington e si è riunito al Campidoglio quel giorno, il suo scopo era esclusivamente difensivo. Le azioni del gruppo erano basate sulla speranza che l’allora presidente Donald Trump avrebbe invocato l’Insurrection Act, trasformando gli Oath Keepers in una sorta di milizia per mantenere Trump al potere nonostante i risultati delle elezioni del 2020, ha affermato l’avvocato. Quando ciò non è accaduto, il gruppo è andato a casa, ha detto Bright.

Ma Mehta sembrava scettico, respingendo l’affermazione di Bright secondo cui Rhodes non ha mai ordinato presunti membri e associati del suo gruppo – più di una dozzina dei quali erano ampiamente registrati con elmetti e equipaggiamento mimetico che si spostavano sui gradini est del Campidoglio in una “pila” in un’unica fila quel giorno – forzare l’ingresso con una folla attraverso le porte Columbus dell’edificio e nella rotonda dell’edificio intorno alle 14:41

Il giudice ha definito “terribilmente casuale” che Rhodes abbia parlato con un leader dello stack, il co-imputato Kelly Meggs, 53 anni, della Florida, per 97 secondi alle 14:33, minuti prima che entrassero nell’edificio.

“È un po’ inconfondibile entro pochi minuti dall’avvenuta chiamata, il gruppo entra in Campidoglio. … Meggs lo ha deciso da solo?” Mehta ha detto, aggiungendo in seguito: “Quello che è stato detto in quella telefonata è un fatto davvero critico, mi sembra”.

Rhodes iniziò a comunicare con Meggs e altri coimputati sulla necessità di impedire che l’inaugurazione di Biden iniziasse giorni dopo le elezioni del 3 novembre, riunì i membri del gruppo fuori dal Campidoglio alle 16:00 di quel giorno, cenerò quella sera e continuò a complottare di bloccare la transizione presidenziale pochi giorni dopo, ha incaricato il governo.

“Si potrebbe pensare che se il signor Rhodes avesse davvero sconfessato ciò che questo gruppo ha fatto, direbbe: ‘Sono fuori. Non sono d’accordo'”, ha detto Mehta. “Ma ha continuato ad associarsi con loro. Ha continuato a usare un linguaggio suggerendo la necessità della violenza politica”.

Il giudice ha osservato di aver confermato la detenzione in attesa del processo di Meggs e altri coimputati, e ha affermato che il fatto che il governo abbia impiegato più tempo a raccogliere prove per accusare Rhodes non significava che rappresentasse un pericolo minore.

“In un caso di omicidio, non dici perché l’omicidio è avvenuto un anno fa a una persona [charged] è meno pericoloso”, ha detto Mehta. “Il fatto che si sia abbassato… in particolare quando l’attenzione del mondo e del governo federale era sulla condotta che ha portato al 6”, potrebbe non essere così favorevole al suo rilascio, ha aggiunto il giudice.

Mehta non ha immediatamente emesso una decisione sulla mozione di cauzione di Rhodes, ma ha invitato le parti a tornare in tribunale venerdì alle 13 per una risposta. Tuttavia, la breve scaramuccia di due ore di mercoledì ha fornito l’anteprima e il test di persona più completi fino ad oggi delle prove attese da entrambe le parti per il processo dal gennaio di Rodi. 13 indicazione.

Nel suo gennaio 26 decisione di trattenere Rhodes, il giudice del magistrato degli Stati Uniti Kimberly C. Priest Johnson di Plano, Texas, ha ritenuto che rappresentasse un rischio continuo di fuga e minaccia per il pubblico, citando la sua lunga difesa dell’uso della forza contro il governo federale, l’addestramento militare, familiarità con le comunicazioni crittografate e l’organizzazione di combattenti e armi che portano all’assedio del Campidoglio quando il Congresso si è riunito per certificare i risultati del college elettorale 2020.

Gli avvocati di Rhodes, Bright e Phillip Linder, hanno presentato ricorso contro la decisione a Mehta, il giudice del processo che sovrintende al caso del loro cliente e di 10 coimputati. Hanno sostenuto che l’ex paracadutista dell’esercito e laureato in giurisprudenza a Yale, che è diventato una delle figure più visibili del movimento antigovernativo di estrema destra, si è dichiarato non colpevole, ha incontrato volontariamente agenti dell’FBI diverse volte nell’arco di un anno prima della sua incriminazione, offerto di arrendersi in anticipo a Washington, ha dato agli agenti l’accesso al suo telefono e non ha passaporto.

A sostegno delle loro affermazioni, Rhodes e i suoi avvocati per la prima volta hanno identificato pubblicamente e hanno messo a disposizione della corte mercoledì un testimone chiave che loro e i pubblici ministeri hanno identificato come un leader della squadra sul campo a Washington: Michael Greene. I documenti del tribunale indicano Greene, che non è stato accusato, ha partecipato a numerose chiamate il gen. 6 con Rhodes, Meggs e altri coimputati, inclusa la chiamata chiave delle 14:33.

Bright ha detto che Greene era pronto a testimoniare ciò che aveva detto all’FBI, che Rhodes durante le loro chiamate non aveva mai ordinato a Meggs di entrare nell’edificio. Sia Rhodes che Greene hanno recentemente testato davanti al comitato ristretto della Camera che indaga sugli eventi di gennaio. 6, Bright ha confermato. Un ex esperto di esplosivi dell’esercito e appaltatore della Blackwater soprannominato “Whip”, Greene è stato precedentemente identificato nei documenti del pubblico ministero solo come “Persona 10”, ma ha servito come portavoce del gruppo.

Il procuratore capo degli Stati Uniti Kathryn Rakoczy ha contestato le smentite di Rhodes, Greene e Meggs su questo punto perché sarebbe autoincriminante e avrebbe fornito una massa di altre prove, dicendo: “Il governo mette in dubbio la credibilità di quella persona [Greene] su questo punto”.

Rakoczy ha affermato che il governo ha setacciato 165.000 messaggi sull’app criptata Signal dal telefono di Rhodes, ottenuta solo lo scorso maggio. Sta ancora aspettando di analizzare il contenuto di un altro telefono sequestrato durante il suo recente arresto in attesa della revisione da parte di una squadra di filtri per possibili avvocato-cliente o altro materiale che non può essere fornito agli investigatori.

Ripetutamente nelle settimane precedenti il ​​gen. 6, 2021, e per giorni dopo fino all’arresto dei suoi associati, Rhodes si è impegnato in una retorica rivoluzionaria, definendo gli eventi “la nostra ‘Lexington'”, riferendosi alla battaglia di apertura della Rivoluzione americana e una “scaramuccia iniziale in una guerra più ampia”, ha detto Rakoczy.

Rhodes è stato l’architetto, il pianificatore e il sostenitore chiave di uno sforzo per organizzare i combattenti armati, che erano pronti a rispondere alla chiamata di Rhodes di prendere le armi sotto la sua direzione e seguire il percorso dei “Padri Fondatori”, ha detto.

“Questo è il percorso di resistenza violenta al governo, il tipo di condotta presunta nell’accusa, una cospirazione sediziosa”, ha concluso Rakoczy. “Candidamente, la situazione politica in questo paese non è cambiata” così tanto nell’ultimo anno.

“L’imputato possiede la rete e gli strumenti per realizzare quei piani, ed è per questo che riteniamo che ci sia un pericolo così grave nel rilasciarlo”, ha poi concluso il pubblico ministero.

Il Dipartimento di Giustizia ha lanciato per la prima volta l’accusa storicamente rara di cospirazione sediziosa nell’indagine sulla violazione del Campidoglio contro Rodi e i suoi coimputati.

La rivolta al Campidoglio è seguita a una manifestazione all’Ellisse, in cui Trump ha esortato i suoi sostenitori a marciare verso il Congresso. I rivoltosi pro-Trump hanno aggredito più di 100 ufficiali e hanno preso d’assalto gli uffici del Campidoglio, interrompendo il procedimento mentre i legislatori sono stati evacuati dal piano della Camera.

Leave a Comment