I giudici federali in pensione difendono il record di Ketanji Brown Jackson sui casi di pornografia infantile definendolo “del tutto coerente”

La lettera, ottenuta per la prima volta dalla CNN e inviata al comitato dopo il primo giorno di udienze, respinge le accuse che Hawley ha twittato per la prima volta la scorsa settimana affermando che il record di Jackson include un “modello per lasciare fuori dai guai i criminali di pedopornografia per i loro crimini spaventosi”. È in linea con una revisione della CNN del materiale in questione che mostrava che Jackson seguiva principalmente le pratiche comuni di condanna giudiziaria nella specifica categoria di casi.

“Il record del giudice Ketanji Brown Jackson nei singoli casi è del tutto coerente con i modelli nazionali descritti dalla US Sentencing Commission e con ciò che i pubblici ministeri del DOJ o i dipartimenti di libertà vigilata dei tribunali statunitensi hanno raccomandato”, si legge nella lettera, indirizzata al presidente Dick Durbin, un democratico dell’Illinois , e il membro di rango Chuck Grassley, un repubblicano dell’Iowa, e scritto dal giudice in pensione Nancy Gertner del tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il distretto del Massachusetts.

Gertner è ora professore di diritto alla Harvard Law School. Altri giudici in pensione che hanno firmato la lettera includono Richard Holwell, un candidato di George W. Bush al tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il distretto meridionale di New York, e John Martin, un candidato di George HW Bush per il tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il distretto meridionale di New York. York.

Il primo giorno della sua udienza di conferma lunedì, Hawley ha avvertito Jackson che le avrebbe chiesto del suo record martedì. “Non ha ancora avuto la possibilità di rispondere a questo, e si merita quella possibilità”, ha detto.

“Nella misura in cui se n’è andata, era ben all’interno della corrente principale di ciò che altri giudici stavano facendo a livello nazionale da giudici nominati sia da repubblicani che da democratici”, ha scritto Gertner. Ha aggiunto che il record di Jackson – sia come commissario della Commissione per le sentenze degli Stati Uniti che come giudice del tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il Distretto di Columbia – “è del tutto coerente con il record di altri giudici di corte distrettuali in tutto il paese (nominato da presidenti di entrambi i partiti) nonché con la carica di Dipartimento di Giustizia”.

Ha osservato che i rapporti bipartisan e unanimi della US Sentencing Commission avevano fortemente criticato il trattamento della pornografia infantile da parte delle linee guida definendolo “eccessivamente severo” nei cosiddetti casi di non produzione in cui l’imputato guardava materiale pornografico ma non produceva, produceva o fornisce esso.

Ha affermato che “alla luce del riconoscimento della Commissione che le linee guida sulla pornografia infantile nei casi di non produzione erano troppo severe” i giudici federali “a livello nazionale le hanno seguite raramente”.

I tweet originali di Hawley, che prendevano di mira una manciata di casi di Jackson, hanno scatenato un rabbioso dissenso la scorsa settimana da parte della Casa Bianca e dei Democratici.

Il portavoce della Casa Bianca, Andrew Bates, ha definito i tweet di Hawley “disinformazione tossica e debolmente presentata che si basa sull’estrarre dal contesto gli elementi selezionati con cura del suo record – e si deforma sotto il minimo esame”.

Una revisione della CNN ha rivelato che il record specifico di Jackson sui crimini di pornografia infantile, così come il quadro più ampio di come i tribunali tendono ad affrontare questi casi, la collocano nel mainstream e non nel valore anomalo descritto da Hawley. Secondo la Casa Bianca, le sentenze di Jackson in cinque dei sette casi che erano stati individuati da Hawley erano uguali o superiori a quelle raccomandate dall’ufficio di libertà vigilata degli Stati Uniti.

Hawley ha riconosciuto all’udienza di lunedì che la difesa ha fatto per il record di Jackson su questi casi.

“Rileverò che alcuni hanno affermato che le linee guida federali sulle condanne sono troppo dure nei confronti dei crimini sessuali su minori, in particolare della pornografia infantile. Ho sentito molto questo argomento negli ultimi giorni. Il presidente ha citato qualcuno all’inizio di oggi che ha questo punto di vista, “Hawley ha detto. “Sarò solo onesto, non posso dire di essere d’accordo con quello.”

La nuova lettera rileva che “i pubblici ministeri si sono formalmente mossi per una pena inferiore a circa il 20% di questi casi” e che nel 2013 il Dipartimento di Giustizia ha chiesto una revisione delle linee guida per i casi in questione.

.

Leave a Comment