I fuggitivi di Los Angeles dietro la truffa dei soccorsi COVID-19 catturati in Europa

Una coppia di Tarzana e un membro della famiglia che gestiva un massiccio giro di frode di soccorso COVID-19 sono stati catturati in Montenegro dopo essere fuggiti dagli Stati Uniti, ha confermato una fonte delle forze dell’ordine al Times mercoledì.

Nicole Navas Oxman, portavoce del Dipartimento di giustizia degli Stati Uniti, ha dichiarato al Times che le autorità federali stanno cercando l’estradizione di Richard Ayvazyan; sua moglie, Marietta Terabelian; e sua cognata Tamara Dadyan.

Ayvazyan, 43 anni, e Terabelian, 37 anni, si sono tagliati i braccialetti di monitoraggio elettronico e sono scomparsi ad agosto dopo essere stati condannati a giugno.

Ayvazyan è stato condannato in contumacia a 17 anni di carcere per aver guidato un giro di frode che ha rubato 18 milioni di dollari in una truffa per garantire prestiti pandemici di emergenza destinati alle piccole imprese sconvolte dal blocco. Sua moglie è stata condannata a sei anni.

Dadyan, la moglie del fratello minore di Ayvazyan, è scomparsa Jan. 28, dopo che il giudice distrettuale degli Stati Uniti Stephen V. Wilson le ha concesso 30 giorni per costituirsi, a causa delle obiezioni dei pubblici ministeri federali che hanno affermato di non avere fiducia nella sua resa. Era stata condannata a 10 anni e 10 mesi di reclusione.

La loro cattura in Europa è stata segnalata per la prima volta mercoledì da NBC News.

I tre sono tra gli otto cospiratori condannati nello schema, hanno detto le autorità.

Il gruppo ha presentato 151 richieste fraudolente di prestiti che avrebbero dovuto impedire alle piccole imprese a livello nazionale di crollare durante il blocco iniziale della pandemia di COVID-19, hanno affermato i pubblici ministeri.

A Tamara Dadyan sono stati concessi 30 giorni per costituirsi, nonostante le obiezioni dei pubblici ministeri federali che hanno affermato di non avere fiducia nella sua resa.

(Tribunale distrettuale degli Stati Uniti)

L’anello di frode familiare ha creato attività fittizie per ottenere molti dei prestiti, allegando alle domande buste paga false e dichiarazioni dei redditi contraffatte. Per aprire conti bancari per le imprese, hanno usato i nomi di persone le cui identità erano state rubate.

Hanno speso generosamente il denaro rubato, hanno detto i pubblici ministeri. Nel giugno 2020, Ayvazyan e Terabelian hanno utilizzato $ 640.000 in prestiti per catastrofi pandemiche per acquistare una casa in collina da $ 3,25 milioni a Tarzana, una villa in stile mediterraneo con vista panoramica.

Quando gli agenti federali in equipaggiamento da combattimento hanno fatto irruzione nella tenuta di 2,6 acri nel novembre 2020, Terabelian, che era fuori su cauzione, si è precipitato fuori dalla porta sul retro e ha lanciato un sacchetto della spesa tra i cespugli, hanno detto i pubblici ministeri.

Gli agenti sono andati a prendere la borsa e l’hanno svuotata, e pile di contanti sono cadute sul prato: circa $ 450.000.

Una giuria ha deciso che il governo potrebbe confiscare la casa, i contanti, monete d’oro, orecchini di diamanti, orologi da polso e altre proprietà acquisite con i prestiti aziendali pandemici che avrebbero dovuto salvare posti di lavoro, incluso un Rolex da $ 35.000 che Ayvazyan ha acquistato durante una vacanza nei turchi e Isole Caicos.

Nei messaggi di testo, Dadyan e suo cognato hanno discusso di come creare falsi rapporti sulle buste paga e inventare numeri di identificazione del datore di lavoro che sembrerebbero legittimi agli osservatori dei prestiti governativi.

Gli agenti dell’FBI che hanno fatto irruzione nella casa Encino di Dadyan e suo marito hanno trovato documenti di identità falsi, carte di credito per attività fasulle, libretti degli assegni intestati a richiedenti prestiti fraudolenti e timbri e sigilli notarili appartenenti a tribunali statali e federali.

Dadyan si è dichiarato colpevole a giugno di furto di identità aggravato, cospirazione per commettere frode telematica e frode bancaria e cospirazione per commettere riciclaggio di denaro. Ha nominato suo marito e suo fratello come co-cospiratori. Suo marito, Artur Ayvazyan, a sua volta ha incolpato Dadyan per la frode quando ha preso posizione al processo.

Artur Ayvazyan è stato condannato e condannato a cinque anni di carcere. Si è costituito il gen. 28, il giorno in cui sua moglie si è astenuta.

Leave a Comment