I delfini scelgono Georgia LB Channing Tindall nel terzo round del Draft NFL

Il linebacker della Georgia Channing Tindall (41) gioca contro Vanderbilt durante una partita di football del college NCAA sabato 25 settembre 2021 a Nashville, Tennessee.  (Foto AP/John Amis)

Il linebacker della Georgia Channing Tindall (41) gioca contro Vanderbilt durante una partita di football del college NCAA sabato 25 settembre 2021 a Nashville, Tennessee. (Foto AP/John Amis)

PAPÀ

A differenza degli anni precedenti, i Dolphins hanno aspettato a lungo prima della loro prima scelta nel Draft NFL 2022.

Ma quando finalmente erano in orario nel terzo round nella tarda serata di venerdì, si sono assicurati di aggiungere un potenziale titolare in una posizione di bisogno.

I Dolphins hanno selezionato il linebacker interno della Georgia Channing Tindall con la scelta n. 102 della classifica generale.

Giocatore da quattro anni in Georgia, Tindall ha registrato 67 contrasti nella stagione 2021, insieme a 7,5 contrasti per sconfitta e 5,5 licenziamenti, che si sono classificati al quarto posto nella squadra. All’inizio del mese è venuto alla struttura dei Dolphins per una visita preliminare alla bozza e ha detto che si sentiva come “a casa”. Tindall, 22 anni, crede che gli allenatori della squadra siano stati attratti dalla sua potenziale versatilità nel suo schema.

“Il modo in cui usano i loro linebacker è diverso”, ha detto Tindall. “Usano i loro linebacker ovunque. A volte li mettono al limite, li mettono in gioco. Li hanno messi a MIKE, WILL. Sono molto versatili e mi sento come se ci si adattasse”.

Tindall, 6-1 e 230 libbre, ha giocato 50 partite nella sua carriera universitaria, registrando 108 contrasti, 16 contrasti persi, 12 sack e un fumble forzato. Non ha avuto un solo inizio, tuttavia, giocando su una difesa che produce annualmente giocatori della NFL. Cinque dei compagni di squadra difensivi di Tindall sono stati selezionati al primo turno giovedì sera.

La stagione da senior di Tindall è stata una svolta per lui, tuttavia, poiché la Georgia ha vinto il campionato nazionale di football del college. Tindall ha detto che passare più tempo per guardare un film con il suo allenatore Glenn Schumann gli ha permesso di capire meglio le sue responsabilità.

“Sono stato in missione per l’intera stagione… La mia mentalità era tipo fare o morire”, ha detto Tindall.

“La cosa più importante era che volevo essere la versione migliore di me”, ha aggiunto. “E sapevo che non stavo facendo tutto il possibile per essere la versione migliore di me”.

Come parte dello sforzo dei Dolphins di restituire il nucleo della loro difesa in questa bassa stagione, hanno firmato di nuovo i linebacker interni Elandon Roberts, Duke Riley e Sam Eguavoen. Tuttavia, tutti hanno firmato per un anno e hanno diviso il tempo di gioco accanto al titolare Jerome Baker. Il crescente utilizzo di Baker come linebacker esterno ha anche reso necessario un linebacker centrale in grado di giocare la corsa e il passaggio, quest’ultimo più importante che mai nella NFL di oggi.

Tindall, che ha corso una corsa di 4,47 40 yarde alla NFL Scouting Combine, si propone come il tipo di giocatore con le dimensioni e la velocità per ricoprire quel ruolo nel tempo, secondo il direttore generale Chris Grier ha detto.

“La velocità è ciò che ci piace”, ha detto. “Ha la capacità di giocare tutti e tre i down e anche di giocare in squadre speciali”.

Nato nella Carolina del Sud, Tindall era una recluta a quattro stelle dopo il liceo, giocando come difensore e difensore centrale. Quando è arrivato ad Atene, ha dovuto giocare dietro a molti altri linebacker molto pubblicizzati. Il compagno di linebacker interno della Georgia Quay Walker è andato n. 22 in assoluto ai Green Bay Packers, mentre Nakobe Dean, il destinatario del premio Butkus assegnato al miglior linebacker del college football, è stato scelto dai Philadelphia Eagles con la scelta n. 83 in assoluto.

Grier ha detto di aver avuto più conversazioni con l’allenatore della Georgia Kirby Smart e la decisione di Tindall di rimanere nonostante un elenco accatastato e il suo miglioramento si sono distinti per Grier durante il processo di valutazione.

“Parlando con Kirby, stava solo dicendo che la freccia sta ancora puntando su Channing”, ha detto Grier, “e che ha fatto un grande passo perché ora è stato nel box a giocare di più. E ovviamente con Nakobe e Quay lì, due giocatori davvero bravi davanti a lui, stavano tutti lottando per il tempo di gioco. Ma ha fatto un passo e ha finito per giocare di più perché era cresciuto così tanto. Quindi per noi è eccitante avere ancora un giocatore giovane, c’è ancora un vantaggio da sviluppare e riteniamo che abbia una buona progressione”.

All’arrivo del terzo round, le popolari finte scelte al draft per i Dolphins, che avevano esigenze sulla linea offensiva e sul linebacker interno, iniziarono a uscire dal tabellone. I Jacksonville Jaguars hanno selezionato il guardalinee offensivo del Kentucky Luke Fortner e il linebacker interno del Wyoming Chad Muma rispettivamente al numero 65 e al numero 70. Gli Houston Texans hanno quindi selezionato il linebacker interno dell’Alabama Christian Harris con la scelta numero 75 della classifica generale.

Più tardi, Dean, che venerdì ha avuto una delle diapositive più sorprendenti, è andato a Eagles. E i Las Vegas Raiders hanno selezionato il guardalinee offensivo di Memphis Dylan Parham con la scelta numero 90 in assoluto.

Ma i Dolphins avevano la loro scelta su Tindall, così come un altro popolare linebacker interno, Leo Chenal del Wisconsin, che è andato ai Kansas City Chiefs con la scelta successiva. Grier ha detto che il team aveva preso di mira Tindall durante tutto il processo di bozza, però. Diventa il primo linebacker della Georgia che il franchise abbia mai arruolato.

I Dolphins hanno cercato di scambiare “un paio di volte”, ha detto Grier, ma “la gente voleva fare le proprie scelte”.

Altri potenziali partner commerciali volevano che i Dolphins rinunciassero a una delle loro prime scelte del 2023 per fare un accordo, che Grier ha detto che era “non negoziabile”. I Dolphins hanno cinque scelte nei primi tre round del draft del prossimo anno, tra cui una coppia di prime e terze.

“È stata una lunga attesa per noi”, ha detto Grier.

I Dolphins hanno saltato i primi due round del draft dopo aver inviato le loro prime due scelte a Kansas City come parte dello scambio che ha portato il wide receiver All-Pro Tyreek Hill a Miami. La scelta assoluta n. 102 è stata l’ultima che i Dolphins abbiano mai fatto la loro prima selezione.

I Dolphins entrano nel Day 3 del Draft NFL con tre scelte rimaste: una nel quarto round (n. 125 in totale) e due nel settimo round (n. 224, n. 247). La squadra dovrebbe cercare profondità nel contrasto offensivo, nel centro e nella linea difensiva, ma potrebbe aver bisogno di accumulare più scelte per soddisfare tutte queste esigenze.

Questa storia è stata originariamente pubblicata 29 aprile 2022 23:32.

Daniel Oyefusi copre i Dolphins per il Miami Herald. Nato a Towson, nel Maryland, si è laureato all’Università del Maryland: College Park. In precedenza, ha coperto i Ravens per The Baltimore Sun.

.

Leave a Comment