I casi di Covid aumentano nel nord-est quando prende piede la sottovariante omcron BA.2

FILADELFIA — I casi di coronavirus stanno di nuovo aumentando nel nord-est poiché la sottovariante omicron BA.2 — che è ancora più contagiosa del suo predecessore — diventa il ceppo predominante negli Stati Uniti.

Ma gli esperti affermano che i primi segnali suggeriscono che gli americani non devono temere il ripetersi dell’esplosione dei casi invernali che ha travolto il sistema sanitario e ha portato a sconvolgimenti di massa in tutta l’economia poiché milioni di persone si sono ammalate contemporaneamente.

Il Nordest ha registrato almeno 126 nuove infezioni ogni 100.000 persone la scorsa settimana, il doppio rispetto a un mese fa. È ancora molto al di sotto dei 2.200 casi ogni 100.000 persone registrati durante il picco di metà gennaio nel nord-est, in mezzo all’ondata di omicron. Secondo i dati federali, le nuove infezioni nel nord-est sono state più del doppio rispetto a quelle a ovest, Midwest e sud-est la scorsa settimana.

Resta da vedere se l’ultimo aumento nel nord-est sia l’inizio di un aumento più ampio o se rifletta un aumento minore sulla strada per il recupero dall’onda omicron punitiva. Diversi esperti hanno affermato che il futuro più ottimista sembra probabile, indicando promettenti recuperi in Gran Bretagna e altri paesi europei che spesso sopportano il percorso della pandemia negli Stati Uniti. Gli esperti si aspettavano anche un aumento con la fine dei mandati delle maschere e più persone che si mescolavano dopo l’ondata di omicron.

Cosa devi sapere su omicron e la sottovariante BA.2

“È prematuro chiamare questa un’ondata invece di un periodo di maggiore trasmissione”, ha affermato David Rubin, che tiene traccia delle tendenze del coronavirus per PolicyLab presso il Children’s Hospital di Filadelfia. “Questo è ciò che significa vivere con il virus: sei consapevole di cosa sta succedendo, senti parlare di casi nella tua stessa comunità e potresti decidere di indossare la maschera al mercato o modificare la tua routine per un paio di settimane”.

I conteggi ufficiali dei casi non forniscono un quadro completo della pandemia perché molti risultati dei test a domicilio non vengono segnalati alle agenzie governative.

Altri dati suggeriscono che il nordest stia ora sopportando il peso maggiore di BA.2 perché gli stati che segnalano i maggiori aumenti di pazienti infetti ricoverati negli ospedali e in visita ai reparti di emergenza sono in gran parte concentrati lungo il corridoio dell’Interstate 95.

Questi aumenti sono modesti e i ricoveri complessivi sono rimasti stabili nel nord-est e oltre dopo aver toccato il fondo un mese fa. Ondate di infezioni da BA.2 hanno avuto tributi contrastanti sugli ospedali di altri paesi, portando a un aumento dei ricoveri in Gran Bretagna e Hong Kong, ma non in Sud Africa.

Alcuni esperti ritengono che gli ospedali statunitensi stiano andando meglio a causa dell’immunità dall’esplosione dei casi di omicron, anche se le cose possono cambiare se le persone anziane e vulnerabili che hanno tenuto bassi per evitare l’omicron in inverno vengono infettate da BA.2.

Monitoraggio dei casi di coronavirus

“BA.2 infetterà molte persone che finora sono sfuggite al virus”, ha affermato William Hanage, epidemiologo della Harvard TH Chan School of Public Health. “La domanda è quanti di loro sono vulnerabili a gravi esiti. Si spera che non siano molti e si spera che sia gestibile facilmente”.

I Centers for Disease Control and Prevention si sono allontanati dall’affidarsi alle infezioni per rappresentare la gravità della pandemia in una comunità, passando a numeri che mostrano la tensione sul sistema sanitario. La maggior parte del nord-est rimane una zona verde secondo le metriche CDC, con alcune eccezioni in alcune parti dello stato di New York e del Maine settentrionale.

“Quello che stiamo vedendo ora non richiede un’azione a livello di comunità”, ha affermato Shira Doron, epidemiologa ospedaliera presso il Tufts Medical Center di Boston. “Ciò non significa che dietro le quinte non stia succedendo nulla a causa dell’aumento dei casi. Noi sanitari stiamo guardando. Stiamo preparando i nostri sistemi a fare ciò che dobbiamo fare per aumentare i test e il trattamento, qualora fosse necessario farlo”.

Craig Spencer, un medico del pronto soccorso che lavora in due ospedali nel nord di Manhattan, afferma di non aver visto nessun paziente con coronavirus nelle ultime settimane, anche se i casi medi giornalieri a New York City sono passati da 700 all’inizio di marzo a circa 1.900 lo scorso settimana, secondo i dati della città. È la prima volta durante la pandemia che un’ondata di infezioni circolanti in città non si è presentata al pronto soccorso, ha detto, anche se si aspetta più pazienti nelle prossime settimane.

“Vogliamo continuare a rimanere vigili, ma dovremmo anche celebrare il fatto che al momento i pazienti covid davvero malati non sembrano inondare gli ospedali”, ha detto Spencer.

L’aumento di BA.2, ora stimato dal CDC come responsabile dell’86% delle nuove infezioni, fornisce un test precoce per i politici democratici che hanno recentemente affermato che è tempo di imparare a convivere con il virus e che le persone vulnerabili si proteggano.

Anthony S. Fauci, consigliere medico capo del presidente Biden per la pandemia, ha messo in guardia dal respingere le infezioni più lievi associate a BA.2 come irrilevanti.

“Non dovremmo pooh-pooh essere infettati. Non è che ci sia la morte, il ricovero e qualsiasi cosa a parte il ricovero vada bene”, ha detto, aggiungendo che alcune persone potrebbero essere malate per molti giorni e “c’è sempre il rischio di covid a lungo”.

L’amministrazione Biden sta valutando se estendere il mandato della mascherina per aerei, metropolitane e altri mezzi di trasporto pubblico che scadranno lunedì prossimo. Ashish Jha, il nuovo zar del coronavirus della Casa Bianca, ha detto lunedì al programma “Today” di NBC News che un’estensione è “assolutamente sul tavolo”.

I governatori democratici del nord-est che hanno revocato i mandati delle maschere e altre misure per controllare il virus a febbraio e marzo non hanno segnalato alcun piano per ripristinare misure radicali per controllare l’ultimo aumento. A livello locale, Filadelfia è emersa come un’eccezione questa settimana quando è diventata la prima grande giurisdizione a reimporre un mandato di maschera, in vigore lunedì, in risposta alle crescenti infezioni.

Dopo essere emersa dall’impennata dell’omicron, Filadelfia ha impostato le metriche per riportare automaticamente i requisiti di maschera per interni se la città ha registrato un forte aumento delle infezioni e registrato più di 50 ricoveri o 100 casi medi giornalieri. La città ripristinerà l’obbligo di vaccinazione per entrare nei ristoranti e in altri esercizi pubblici se le condizioni peggiorano.

Monitoraggio della diffusione globale di BA.2

Commissario per la salute di Filadelfia Cheryl Bettigole ha affermato che la città sta cercando di intervenire prima di un’ondata di ricoveri, rilevando disparità razziali e di classe nelle vittime in una delle grandi città più povere del Paese.

‘Prego solo che Dio mi aiuti’: le minoranze razziali ed etniche sono sconvolte dall’aumento dei tassi di mortalità per covid-19

“Abbiamo perso 750 persone in omicron. Questo è il motivo per cui stiamo cercando di intervenire”, ha detto Bettigole, e con un metodo di mitigazione che permetta alla città di rimanere aperta e con un po’ di fortuna avrà vita breve. “Vogliamo che le persone si stiano godendo la vita, ma con una maschera”.

Mentre i residenti hanno elaborato la notizia del ritorno del mandato, alcuni si sono rassegnati alle mascherine come base della vita.

“In un certo senso sospettavo che stesse tornando”, ha detto Imani Sullivan, 22 anni, che lavora come badante e ha dovuto continuare a mascherarsi anche quando la città ha revocato il suo mandato. Alcuni membri della famiglia hanno anche insistito per mascherarsi quando si sono riuniti. “A questo punto è normale”.

Hannah Dart, 26 anni, una studentessa di master alla Drexel University, ha affermato che il nuovo mandato aiuterebbe chiarendo alcune regole che per lei non avevano molto senso. Alla Drexel, ha detto, le era stato chiesto di mascherarsi in classe ma non nel corridoio.

“Lo farò personalmente, finché non vedremo più picchi”, ha detto.

Julia Raifman, assistente professore di diritto sanitario, politica e medicina presso la Boston University, ha elogiato Filadelfia per aver rapidamente riportato un mandato di maschera prima di un potenziale picco.

“Quello che sembra un piccolo aumento può trasformarsi rapidamente in un aumento molto più grande con una diffusione esponenziale. Recitare solo quando vediamo l’impennata salire è troppo tardi”, ha detto Raifman.

Sebbene l’omicron avesse meno probabilità di causare gravi malattie agli individui, era così altamente contagioso e infettava così tanto la nazione che più di 100.000 morirono, gli ospedali furono invasi e il paese subì interruzioni dell’economia poiché i lavoratori essenziali si ammalavano.

A Filadelfia, i residenti e le aziende si adattano alla vita senza l’obbligo del vaccino

“Quando sminuiamo le minacce del virus, quando non adottiamo misure per affrontarlo, finiamo con molti più danni”, ha detto Raifman.

A Filadelfia, gli ebanisti Eric Nay, 51 anni, e Colin Scarborough, 34 anni, hanno deriso il ritorno del mascheramento obbligatorio.

“Non mi piace”, ha detto Nay, che fa il pendolare da un sobborgo vicino che non ha un mandato. “Se vuoi indossare una maschera, dipende da te. Lo stesso se non vuoi indossarne uno”, ha detto Nay.

“È davvero difficile respirare in estate”, ha aggiunto Scarborough. “È un dolore venire qui a lavorare con una maschera”.

Mentre il 31enne Hugo Chavez ha tagliato le salsicce per il suo pranzo nel centro di Rittenhouse Square, si è chiesto perché la città non stesse imponendo immediatamente il mandato di mascherare se le condizioni erano così cattive.

“Filadelfia ha tanti problemi. Ma tutto ciò che ci interessa sono maschere e sacchetti di plastica”, ha detto, riferendosi al recente divieto di sacchetti di plastica monouso.

Recenti sondaggi hanno mostrato che molti americani stanno trattando la pandemia con meno urgenza.

Un sondaggio Axios-Ipsos condotto durante il fine settimana ha rilevato che il 73% degli americani ha descritto il coronavirus come un problema gestibile. Inoltre, il 17% non credeva affatto che fosse un problema e solo il 9% pensava che presentasse una grave crisi.

Nella regione di Washington, ci sono segnali di escalation dai bassissimi tassi di trasmissione virale di poche settimane fa. Il tasso medio di casi pro capite in sette giorni è aumentato nell’ultima settimana nel Distretto a 22 ogni 100.000, e più nettamente in Virginia e nel Maryland rispettivamente a 16 e 14 ogni 100.000. Ciò pone ancora il tasso di casi ampiamente al di sotto del picco omicron invernale.

Un funzionario dell’ufficio del sindaco di Washington ha detto poco dopo che Filadelfia ha riportato il suo mandato di maschera lunedì che la DC non aveva piani attuali per farlo.

Nirappil, Achenbach e Keating hanno riferito da Washington. Julie Zauzmer Weil a Washington ha contribuito a questo rapporto.

Leave a Comment