I camionisti si preparano a una possibile repressione nell’assedio di Ottawa

OTTAWA, Ontario (AP) — Giovedì la polizia si è riversata nel centro di Ottawa in quello che i camionisti temevano fosse il preludio a una repressione della loro protesta di quasi tre settimane contro le restrizioni COVID-19 del Canada.

Le squadre di lavoro nella capitale hanno eretto recinzioni fuori dal Parlamento e, per il secondo giorno consecutivo, gli agenti hanno distribuito volantini che avvisavano i manifestanti di andarsene. In mattinata sono accorsi sul posto autobus carichi di forze dell’ordine.

“È giunto il momento che queste attività illegali e pericolose si fermino”, il primo ministro Justin Trudeau dichiarato in Parlamento, non lontano da dove erano parcheggiati gli oltre 300 camion.

“Sono una minaccia per la nostra economia e le nostre relazioni con i partner commerciali”, ha affermato. “Sono una minaccia per la sicurezza pubblica”.

Molti dei camionisti del sedicente Freedom Convoy hanno reagito agli avvertimenti con disprezzo, e quelli parcheggiati davanti a Parliament Hill hanno suonato i clacson a dispetto di un’ingiunzione del tribunale contro il clacson. A mezzogiorno, la stragrande maggioranza sembrava essere rimasta ferma.

“Sono pronto a sedermi sul mio culo e guardarli colpirmi con uno spray al peperoncino”, ha detto uno dei loro leader, Pat King. Per quanto riguarda i grandi camion parcheggiati da paraurti a paraurti, ha detto: “Non ci sono carri attrezzi in Canada che li toccheranno”.

Ottawa ha rappresentato l’ultima roccaforte del movimento dopo settimane di manifestazioni e blocchi che ha chiuso i valichi di frontiera negli Stati Uniti, ha inflitto danni economici su entrambi i paesi e ha creato una crisi politica per Trudeau.

Miniatura del video di Youtube

Le proteste hanno scosso la reputazione del Canada per la civiltà e il rispetto delle regole e hanno ispirato convogli simili in Francia, Nuova Zelanda e Paesi Bassi.

All’inizio di questa settimana, il primo ministro ha invocato il Canada’s Emergencies Act, che autorizza le forze dell’ordine a dichiarare illegali i blocchi, trainare camion e punire i conducenti arrestandoli, congelando i loro conti bancari e sospendendo le loro licenze.

Giovedì, Trudeau e alcuni dei suoi massimi ministri si sono alternati avvertendo fortemente i manifestanti di Ottawa di sgomberare o affrontare le conseguenze, in un’apparente mossa del governo per evitare uno scontro, o almeno dimostrare di aver fatto il possibile per evitarne uno. .

Il vice primo ministro Chrystia Freeland ha affermato che il governo ha iniziato a congelare i conti dei camionisti come minacciati. “Sta succedendo. Ho i numeri davanti a me”, ha detto.

Allo stesso modo, la polizia di Ottawa ha distribuito volantini sia il mercoledì che il giovedì esortando i camionisti a porre fine all’assedio e ha anche posizionato utili avvisi sui veicoli informando i proprietari su come e dove ritirare i loro camion se vengono rimorchiati.

L’occupazione ha fatto infuriare molti residenti di Ottawa.

“Abbiamo visto persone intimidite, molestate e minacciate. Abbiamo visto condomini che sono stati incatenati. Abbiamo visto incendi nei corridoi. I residenti sono terrorizzati”, ha affermato il ministro della Pubblica Sicurezza canadese Marco Mendicino. “Ed è assolutamente straziante vedere il senso di abbandono e impotenza che provano ormai da settimane”.

Le proteste in tutto il paese da parte di manifestanti su camion, trattori e camper inizialmente si sono concentrate sul requisito del vaccino canadese per i camionisti che entrano nel paese, ma presto si sono trasformate in un attacco più ampio alle precauzioni COVID-19 e al governo di Trudeau.

Il più grande e dannoso dei blocchi al confine ha avuto luogo presso l’Ambassador Bridge tra Windsor, Ontario e Detroit. Prima che le autorità arrestassero dozzine di manifestanti rimasti lo scorso fine settimana e revocassero l’assedio, ciò ha interrotto il flusso di ricambi per auto tra i due paesi e costretto l’industria a ridurre la produzione.

L’ultimo blocco al confine, a Manitoba, si è concluso pacificamente mercoledì.

Il movimento ha ottenuto il sostegno degli estremisti di destra e i veterani, alcuni armati, e le autorità hanno esitato a muoversi contro di loro, in parte per paura della violenza.

Personalità di Fox News e conservatori statunitensi come Donald Trump hanno incitato alle proteste e giovedì Trudeau si è lamentato del fatto che “circa la metà dei finanziamenti per le barricate qui proviene dagli Stati Uniti”.

Alcuni esperti di sicurezza hanno affermato che disperdere la protesta a Ottawa potrebbe essere complicato e pericoloso, con il potenziale per la violenza, e che una risposta pesante delle forze dell’ordine potrebbe diventare propaganda per gli estremisti antigovernativi.

I camion erano parcheggiati spalla a spalla in centro, alcuni con le gomme rimosse per ostacolare il traino. Si diceva che alcuni fossero incatenati insieme. La polizia era particolarmente preoccupata per i bambini tra i manifestanti.

“Non esiste un vero e proprio playbook”, ha affermato David Carter, professore alla School of Criminal Justice della Michigan State University ed ex agente di polizia. “So che ci sono capi di polizia negli Stati Uniti che stanno studiando questo e sviluppando piani strategici e partnership per gestire una protesta come questa se dovesse verificarsi nelle loro città”.

Mentre le tensioni sono aumentate giovedì, il ministro canadese per la preparazione alle emergenze Bill Blair ha dichiarato: “Per coloro che hanno bambini con loro, questo non è un posto per bambini. Portateli subito a casa”.

___

Gillies ha riferito da Toronto. Lo scrittore dell’Associated Press Andrew Selsky di Salem, nell’Oregon, ha contribuito a questo rapporto.

.

Leave a Comment