Greg Abbott e Beto O’Rourke vincono le nomination per il governatore del Texas nelle prime gare di medio termine

“È troppo poco, troppo tardi” Abbott ha scritto. “In Texas, continueremo a proteggere il confine e a fare il lavoro del governo federale”.

O’Rourke ha sfruttato l’occasione della sua vittoria primaria per radunare i Democratici per la lotta di novembre.

“Dobbiamo superare l’incompetenza, la corruzione e la crudeltà di Greg Abbott”, ha detto O’Rourke a una folla di sostenitori a Fort Worth dopo la chiusura delle urne. “Sei con me su questo?”

Anche i concorsi primari per procuratore generale, Congresso e dozzine di altri incarichi locali come giudice di contea e giudice di pace erano in ballottaggio in uno stato in cui i repubblicani hanno trovato terreno dopo alcune battute d’arresto durante le elezioni di medio termine del 2018.

Oltre a determinare i candidati – o impostare il ballottaggio – i risultati di martedì aiuteranno a determinare il potere di resistenza politica del nome della famiglia Bush, la potenza dell’approvazione dell’ex presidente Donald Trump e la futura rappresentanza dello stato a Capitol Hill.

In una primaria democratica seguita da vicino nel 28° distretto congressuale lungo il confine meridionale, la Rep. Henry Cuellar (D) è stato costretto al ballottaggio con la sua sfidante più liberale del 2020, Jessica Cisneros, nella più costosa lotta del Congresso democratico del ciclo. Cuellar si era immerso nel suo baule da guerra dopo che la sua casa e l’ufficio della sua campagna erano stati perquisiti dall’FBI. Cisneros è stato sostenuto da attivisti liberali del Texas e dell’estremo nord, compresi i Justice Democrats.

Cuellar ha negato qualsiasi addebito ma è scomparso dalla campagna elettorale dopo il raid dell’FBI, incoraggiando i gruppi liberali che vedono una possibilità di spodestare uno dei democratici più conservatori alla Camera.

Il procuratore generale del Texas Ken Paxton, un sostenitore di Trump che deve affrontare un’indagine dell’FBI e un’accusa per frode sui titoli di stato, non è riuscito a vincere a titolo definitivo e dovrà affrontare un ballottaggio con George P. Bush nella sua ricerca della sua terza nomina repubblicana. Bush, nipote e nipote di ex presidenti, ha sconfitto la giustizia della Corte Suprema statale in pensione Eva Guzman e la Rep. Louie Gohmert per il secondo posto.

Gli strateghi repubblicani sono entrati nel giorno delle elezioni rialzisti sulle loro prospettive a novembre. I totali delle votazioni anticipate mostrano l’interesse repubblicano molto più alto di quello dei Democratici in quelle che sembravano configurarsi come primarie a bassa affluenza alle urne affare. Più di 1 milione di repubblicani hanno votato fino a venerdì, rispetto a circa 628.000 democratici, secondo un conteggio tenuto dal segretario di stato del Texas.

“La loro affluenza sarà sminuita dalla nostra affluenza”, ha detto David M. Carney, un consulente repubblicano che stava consigliando Abbott sulla sua campagna di rielezione. “L’EPA dovrebbe essere quaggiù a proteggere i Democratici come specie in via di estinzione”.

I democratici hanno ribattuto di essere ben posizionati per mantenere la propria posizione e potenzialmente ottenere guadagni in autunno, anche se si sono lamentati del fatto che le nuove leggi sul voto hanno impedito ad alcuni dei loro elettori di presentarsi. Questi includono regole che richiedono tipi specifici di identificazione dell’elettore che hanno portato a un numero maggiore di schede elettorali respinte per corrispondenza.

Nella contea di Harris, che comprende la città di Houston, i funzionari hanno annunciato ritardi nel conteggio perché le schede elettorali danneggiate dovevano essere duplicate per essere scansionate correttamente, secondo l’ufficio del segretario di stato del Texas.

I distretti in tutto lo stato hanno segnalato traffico leggero nelle prime ore del mattino, con solo quattro persone che hanno votato a metà mattina presso il centro comunitario Iglesia Palabra de Amor nell’estremo nord di Fort Worth: due repubblicani e due democratici. Quindici minuti dopo l’apertura dei seggi elettorali alle 7 del mattino, i funzionari elettorali erano pronti ma nessun elettore era ancora arrivato a Kingsville, una città di circa 25.000 a circa 45 miglia a sud-ovest di Corpus Christi.

“La nostra principale preoccupazione è la bassa affluenza alle urne”, ha affermato Prissy Garza, giudice votante del distretto 43 nella contea di Kleberg.

Più tardi nel corso della giornata, sono apparse lunghe file insieme alle frustrazioni degli elettori mentre i texani hanno lottato con nuove apparecchiature per il voto, seggi elettorali ridotti e altre modifiche al processo di voto.

Il presidente del Partito Democratico della contea di Hidalgo, Patrick Eronini, ha affermato di aver originariamente mappato circa 88 seggi elettorali, ma è stato in grado di aprirne solo 41. Semplicemente non aveva abbastanza lavoratori.

“Molti giudici sono morti di covid e uno si è ammalato di covid all’ultimo minuto”, ha detto Eronini. “La contea non ci ha fornito la formazione adeguata. Ci hanno dato un giorno per addestrare le persone sulle nuove macchine”.

Fred North, 74 anni, di Richardson nella contea di Dallas è stata una delle prime persone a votare martedì al Richardson Civic Center. Ha detto di aver incolpato la bassa affluenza alle urne sulle leggi sul voto più restrittive in Texas.

“Votare era molto più facile. Trovare il posto giusto per votare è stato un po’ confuso per me”, ha detto North. “È già abbastanza difficile votare e dovremmo trovare ogni modo possibile per aiutare le persone a votare. Non ha senso renderlo più difficile”.

Un altro potenziale vincitore della serata è stato il leader della minoranza della Camera Kevin McCarthy (R-California), che ha visto diversi candidati che ha sostenuto in testa ai primi ritorni per le primarie del Congresso. Includono il dirigente aziendale Monica De La Cruz nel 15° distretto, il Navy SEAL in pensione Morgan Luttrell nell’8° distretto e l’ex pilota di elicotteri dell’esercito Wesley Hunt nel nuovo 38° distretto.

Rappresentante. Van Taylor (R), che rappresenta il 3° distretto congressuale nei sobborghi a nord di Dallas, ha guidato i suoi sfidanti da destra nel conteggio dei voti in anticipo. Ha attirato critiche dopo aver votato per una commissione bipartisan per indagare sul gen. 6 attacco al Campidoglio degli Stati Uniti, sconvolgendo i sostenitori dell’ex presidente Trump.

Trump era rimasto fuori da quella corsa, mentre approvava più di 30 altri candidati repubblicani nello stato, una vasta gamma che andava dalla campagna governativa di Abbott a un candidato per il giudice della contea di Tarrant. Molte delle sue approvazioni erano arrivate nelle ultime settimane e sono andate a incumbent o candidati che non hanno dovuto affrontare una seria opposizione, suggerendo che sperava di migliorare il suo record di vittorie e sconfitte alle primarie del GOP, una statistica di cui spesso si vanta.

Aveva anche approvato con orgoglio la Rep. Ryan Guillen, un altro politico di confine, che ha recentemente cambiato partito per diventare un repubblicano dopo che i leader statali hanno ridisegnato il suo distretto. I repubblicani hanno presentato candidati locali in una clip che non si vedeva nella memoria recente nelle roccaforti storicamente democratiche nel sud del Texas.

“Grande notte in Texas!” Trump ha detto in un comunicato stampa dopo l’inizio del conteggio delle schede. “Tutti i 33 candidati approvati da Trump hanno vinto le primarie o sono sostanzialmente in testa in caso di ballottaggio”.

Abbott e l’ex membro del Congresso O’Rourke (D) avrebbero dovuto vincere le nomination dei loro partiti per il posto più alto nello stato. I sondaggi pubblici e privati ​​li avevano messi entrambi ben al di sopra della soglia del 50% necessaria per evitare il 24 maggio ballottaggio nei rispettivi concorsi.

O’Rourke, a cui i Democratici hanno trascorso mesi esortando a partecipare alla gara, ha affrontato sfidanti che avevano raccolto pochi soldi, inclusa la giornalista radiofonica pubblica Joy Diaz. Gli sfidanti di Abbott includevano lo YouTuber conservatore Chad Prather, l’uomo d’affari Don Huffines e l’ex presidente del GOP statale Allen West, i quali avevano tutti accusato il governatore a due mandati di agire secondo priorità conservatrici solo quando costretto.

Anche prima che l’Associated Press proiettasse la vittoria, Huffines ha rilasciato una dichiarazione in cui ammetteva la sconfitta ad Abbott rivendicando il merito di aver costretto il governatore “a fornire vere vittorie conservatrici” durante le primarie repubblicane sfidandolo da destra.

Il tenente governatore Dan Patrick, uno stretto alleato di Trump che come Abbott ha vinto la sua nomination per cercare un altro mandato, ha attirato solo sfidanti poco conosciuti, mentre i Democratici hanno scelto da un campo che includeva lo sfidante Patrick del 2018 Mike Collier e il rappresentante statale. Michelle Beckley.

Paxton, che ha seguito altri repubblicani nella sua corsa alla rielezione del 2018, aveva al ballottaggio gli sfidanti meglio finanziati di qualsiasi repubblicano. Ha pubblicato annunci che attaccavano Guzman e Gohmert, ma i sondaggi suggerivano che sarebbe stato probabilmente costretto a un secondo round, con Bush che sarebbe andato la sera come il secondo classificato più probabile.

“Ha già ammesso che questo sta andando a un ballottaggio”, ha detto Bush in una recente intervista dopo una tappa della campagna vicino alla College Station. L’approvazione di Paxton da parte di Trump, ha detto, non ha cambiato la sua stessa strategia. Bush aveva lottato almeno per negare a Paxton l’approvazione, inutilmente.

Trump ha anche sostenuto lo stato Sen. Dawn Buckingham alle primarie per sostituire Bush, aiutandola a guidare il campo Martedì come sono stati contati i voti. Ha raccolto quasi $ 2 milioni per la corsa al commissario fondiario; Jay Kleberg, un ambientalista democratico che guida la gara per la nomina del suo partito, aveva accumulato $ 500.000, più di qualsiasi democratico in corsa per la carica di procuratore generale. Nella corsa per il commissario all’agricoltura, Trump ha appoggiato l’incumbent Sid Miller, un altro dei primi sostenitori della sua campagna presidenziale del 2016.

I nuovi distretti congressuali approvati dalla legislatura guidata dai repubblicani del Texas lo scorso anno hanno ridotto drasticamente il numero di seggi competitivi, con i distretti oscillanti intorno a Houston, Dallas e Austin ridisegnati in distretti sicuri per un partito.

I Democratici erano divisi tra pochi candidati, con il Rep. Vicente Gonzalez (D-Tex.) sostiene il veterano dell’esercito Ruben Ramirez e alcuni gruppi nazionali liberali che sostengono l’attivista Michelle Vallejo nel 15° distretto. Correva imperterrita da sinistra, mentre Ramirez sosteneva che il Il distretto di tendenza repubblicana è più propenso a eleggere un moderato a novembre.

Le primarie repubblicane più aspre si sono svolte nell’8° Distretto del Congresso, dove la Rep. Kevin Brady (R) è in pensione. Il candidato sostenuto da McCarthy per quel seggio, Luttrell, ha affrontato critiche per la sua amicizia con il rappresentante. Adam Kinzinger (R-Ill.), un compagno veterano. Christian Collins, un aiutante ferroviario del sen. Ted Cruz (R), ha attaccato Luttrell per una donazione di $ 5.000 di Kinzinger – un critico di Trump e membro del panel della Camera che indaga sull’insurrezione del Campidoglio del 2021 – anche se il candidato l’ha restituita.

“Ho passato la mia vita a intimidire altre persone, come quel vestito vuoto”, ha detto Luttrell durante un dibattito televisivo con Collins il mese scorso.

Luttrell ha avuto il supporto di Rep. Dan Crenshaw (R) e l’ex governatore Rick Perry, entrambi mentori politici, mentre Collins si è mobilitato durante il periodo delle votazioni anticipate con Reps. Marjorie Taylor Greene (R-Ga.) e Madison Cawthorn (RNC).

La lotta democratica più costosa per un seggio aperto si stava svolgendo nel 35° distretto congressuale, dove l’ex consigliere comunale di Austin Greg Casar aveva bloccato le approvazioni sindacali e liberali, radunandosi con il rappresentante. Alexandria Ocasio-Cortez (DN.Y.) e il Sen. Elizabeth Warren (D-Mass.) – sebbene abbia perso il sostegno di un capitolo locale dei Socialisti Democratici d’America per il suo rifiuto delle sue politiche israeliane.

I sondaggi lo avevano davanti alla Rep. Eddie Rodriguez e candidati meno noti, ma i sostenitori di Casar e Cisneros stavano cercando di spingerli oltre il 50% martedì, diffidando dei ballottaggi che potrebbero dare ai democratici moderati il ​​tempo di riorganizzarsi e spendere soldi contro di loro.

“Si tratta di assicurarsi di inviare un messaggio: non scherzare con i progressisti del Texas”, ha detto Ocasio-Cortez agli elettori a una manifestazione di San Antonio il mese scorso con Casar e Cisneros.

I democratici stavano anche combattendo per un altro seggio sicuro, il 30° distretto congressuale di Dallas, dove il rappresentante. Eddie Bernice Johnson (D) si sta ritirando e aveva approvato la Rep. Jasmine Crockett, ex difensore d’ufficio. Crockett ha raccolto consensi da gruppi liberali, ma ha seguito altri due candidati nella raccolta fondi: l’ex membro dello staff legislativo statale Abel Mulugheta e l’agente del partito Jane Hamilton.

I democratici hanno affermato che mentre lo stato rimane un terreno difficile, il partito è pronto a mostrare che il Texas sta diventando più blu dopo l’esplosione di energia del 2018, mentre cercano di cavalcare i cambiamenti demografici.

“Il Texas è stato uno stato difficile per i Democratici per 25 anni”, ha affermato Matt Angle, direttore del Lone Star Project, un gruppo incentrato sul reclutamento e sul supporto dei Democratici in Texas. “Il fatto che [Republicans] riuscire a resistere in uno stato repubblicano non è una dimostrazione di forza”.

Jack Douglas a Fort Worth, Annette Nevins a Richardson e Mary Lee Grant a Kingsville hanno contribuito a questo rapporto.

Leave a Comment