Grayson Allen affonda i Chicago Bulls tra i fischi mentre i Milwaukee Bucks prendono il comando per 3-1

CHICAGO — Nei giorni che hanno preceduto le prime partite di playoff in trasferta della squadra a Chicago, i Milwaukee Bucks hanno sfruttato ogni occasione per ricoprire Grayson Allen di fischi.

Hanno fischiato Allen quando è salito sull’autobus della squadra. Lo hanno fischiato quando è arrivato nella hall dell’hotel della loro squadra. Lo hanno persino fischiato durante le sessioni di film e quando Allen ha toccato la palla in allenamento.

Quindi, quando Allen ha stabilito i massimi della carriera dei playoff consecutivi nei Giochi 3 e 4 questo fine settimana per aiutare Milwaukee a prendere un imponente vantaggio per 3-1 nella serie su Chicago, la panchina dei Bucks si è divertita a fischiarlo fino in fondo.

“Si sono divertiti così tanto a farlo”, ha detto Allen con una risata dopo aver segnato 27 punti dalla panchina nella vittoria per 119-95 dei Bucks domenica pomeriggio. “Penso che sia onestamente esilarante. L’hanno trasformato in una cosa divertente. Inoltre, ascoltarlo durante il gioco è molto più facile perché pensano che sia così divertente”.

Gara 5 sarà mercoledì sera a Milwaukee.

I Bucks hanno iniziato a prendere in giro il proprio compagno di squadra all’inizio di questa stagione dopo aver sentito la reazione che Allen riceveva ogni volta che toccava la palla durante la prima partita della squadra a Chicago a marzo. Allen è diventato il nemico pubblico numero 1 dei fan di basket di Chicago dopo il suo flagrante fallo sulla guardia dei Bulls Alex Caruso durante una partita del 19 gennaio. Il 21 ha provocato la frattura del polso di Caruso, costringendolo a saltare due mesi.

Allen ha detto domenica di aver tentato di contattare Caruso per scusarsi dopo l’incidente, ma i due non si sono mai collegati. I Bulls hanno minimizzato qualsiasi animosità persistente nei confronti di Allen che ha portato alla serie, ma i fan dello United Center non l’hanno lasciato andare così facilmente, rispondendo con forti fischi ogni volta che Allen si è avvicinato al tavolo dei marcatori o ha toccato la palla in attacco ogni partita di questa stagione.

Anche se si è guadagnato la reputazione di cattivo a Chicago, Allen ha insistito dopo la partita di domenica che non si nutre di una reazione così negativa.

“Non è naturalmente comodo per me”, ha detto Allen. “Ora sono al punto, ogni volta che esco e gioco a basket, mi ricordo solo di uscire e divertirmi con questo. … La mia personalità è naturalmente a disagio con l’attenzione, i fischi, i disturbi. Non è qualcosa Mi nutro. Non esco a cercarlo”.

Ciò non ha impedito ai compagni di squadra di Allen di divertirsi.

La star dei Bucks Giannis Antetokounmpo suggerisce ad Allen di incorniciare una foto di Gara 3 in cui la panchina dei Bucks è sullo sfondo che fischia Allen mentre si dirige verso la linea di tiro libero dopo un e-1 convertito.

“Ha giocato in modo fantastico, forse dobbiamo fischiarlo ancora di più”, ha detto Antetokounmpo con un sorriso dopo la partita. “Forse i fan di Milwaukee, dobbiamo fischiarlo… no, non lo faremo”.

Ha aggiunto la guardia Jrue Holiday: “Quando l’abbiamo fischiato durante la partita, e ha iniziato davvero a tirare, penso che siamo rimasti fedeli”.

Dopo aver guidato tutti i marcatori in gara 3 venerdì con 22 punti, Allen è stato ancora meglio domenica pomeriggio.

Allen è andato 10 su 12 dal campo domenica, di cui 6 su 7 da 3 punti, per battere da solo la panchina di Chicago 27-17. È diventato il primo giocatore dei Bucks a segnare 25 punti e abbattere sei 3 in una partita di playoff nella storia della squadra e il primo giocatore dei Bucks con almeno 25 punti dalla panchina dai tempi di Tim Thomas nel 2003, secondo una ricerca di ESPN Stats & Information. Allen ha anche giocato in difesa, raccogliendo tre palle rubate e mantenendo Chicago a 3 su 8 quando era il difensore principale.

Allen è rimbalzato dopo essere andato 0 su 4 da 3 per iniziare la serie nelle prime due partite. La sua prestazione di questo fine settimana ha aiutato i Bucks a resistere alla perdita dell’attaccante Khris Middleton, che salterà il resto di questa serie del primo turno a causa di una distorsione al ginocchio sinistro.

“È un po’ tranquillo, ma fiducioso”, ha detto l’allenatore dei Bucks Mike Budenholzer di Allen. “Penso che questo sia un gruppo fiducioso, un gruppo che vede un giocatore che può aiutarli e apprezza la sua competitività. È solo tranquillo, senza tori —, e viene a giocare. Penso che i nostri ragazzi gravitino verso quel tipo di mentalità. Sicuramente è andata bene».

Nel momento in cui Allen ha fatto il check-in in partita tra i tentativi di tiro libero con 5:50 rimanenti nel quarto quarto, i fischi del pubblico dello United Center erano passati da pieni a deboli.

Chicago aveva aspettato cinque anni per una partita di playoff casalinga qui, e la ricompensa dei fan è stata un fine settimana di basket non competitivo. I Bulls sono stati superati da un punteggio combinato di 230-176 nelle due partite in casa e devono vincere mercoledì a Milwaukee per prolungare la loro stagione.

“Devi dare [Allen] merito”, ha detto la guardia dei Bulls Zach LaVine. “Sta tirando dei colpi. … Ovviamente, sappiamo cosa è successo [with the Caruso injury]. Alla fine, è anche basket. Lo capiamo. Ma non è che stiamo andando là fuori dicendo: “Quel ragazzo non può batterci”. I Milwaukee Bucks non possono batterci e lui fa parte della loro squadra. Loro nel loro insieme ci stanno battendo in questo momento.

“Non puoi semplicemente rendere conto di lui. Sono tutti.”

.

Leave a Comment