Gli Stati Uniti sono stati annunciati come host dei Mondiali di rugby 2031 e 2033

Gli Stati Uniti sono stati confermati come l’ospite della Coppa del mondo di rugby maschile del 2031 e della Coppa del mondo di rugby femminile del 2033 poiché il rugby mondiale delinea il programma per i prossimi 11 anni di questo sport.

L’annuncio è arrivato giovedì a Dublino, con l’Inghilterra che ospiterà la Coppa del mondo di rugby femminile 2025 e l’Australia annunciata come destinazione della Coppa del mondo di rugby maschile 2027 e della Coppa del mondo di rugby femminile 2029.

L’annuncio dell’Australia e degli Stati Uniti come doppio host per entrambe le competizioni è la prima volta che il World Rugby – l’organo di governo di questo sport – ha assegnato entrambi i tornei premier allo stesso paese in un periodo di due anni come parte di una nuova strategia decisione annunciata lo scorso novembre.

“Oggi abbiamo approvato tre eccezionali nazioni ospitanti della Coppa del Mondo di rugby – Inghilterra, Australia e Stati Uniti – fornendo una certezza senza precedenti e un’opportunità senza precedenti per accelerare la crescita e l’impatto del rugby a livello globale. È fantastico per il rugby, per i fan e per il nazioni ospitanti”, ha detto il presidente del World Rugby Bill Beaumont.

“Oggi è un momento fondamentale per lo sport e uno sviluppo entusiasmante per i fan. Vorrei congratularmi con tutti coloro che sono stati coinvolti nel trasformare questo sogno in realtà mentre cerchiamo di offrire uno sport veramente globale per tutti”.

Dopo la Coppa del Mondo maschile del 2023 in Francia, l’Inghilterra ospiterà la Coppa del Mondo femminile del 2025 (dopo averla organizzata in precedenza nel 2010), con il torneo pronto ad aumentare le squadre qualificate da 12 a 16.

La Coppa del Mondo maschile del 2027 in Australia ne segue tre nell’emisfero settentrionale (2015 Inghilterra, 2019 Giappone, 2023 Francia) e la loro offerta ha superato quella dell’Argentina, mentre la Russia ha ritirato la sua nel dicembre 2020. Questa è la seconda volta che l’Australia ospita un Mondiale maschile Coppa dopo il 2003 e si svolgerà dal 10 settembre al 23 ottobre 2027.

La Coppa del Mondo 2029 sarà la seconda volta che l’emisfero australe ospita la competizione femminile dopo la Coppa del Mondo 2021 ritardata che si svolgerà in Nuova Zelanda nell’ottobre 2022.

Per il 2031 e il 2033, l’annuncio degli Stati Uniti arriva dopo che World Rugby ha confermato a novembre di essere entrato in “discussioni esclusive” con gli Stati Uniti in relazione all’hosting di entrambi gli eventi di rugby globali. Inizialmente gli Stati Uniti erano interessati a ospitare la competizione maschile 2027, ma hanno rivolto la loro attenzione al 2031 per darsi abbastanza tempo per mettere a punto i piani.

Il presidente Joe Biden ha espresso il suo sostegno all’offerta degli Stati Uniti ad aprile e ha affermato che le garanzie del governo necessarie per ospitare un torneo del genere sarebbero state “eseguite da funzionari che hanno la competenza e l’autorità”. Biden ha aggiunto che il governo non vedeva l’ora di aiutare a “consegnare i Mondiali di rugby di maggior successo nella storia”. World Rugby parla della pista di nove anni dando loro abbastanza tempo per trasformare lo sport negli Stati Uniti mentre si prepara ad ospitare i più grandi eventi di rugby.

Fonti hanno detto a ESPN che il torneo maschile dovrebbe rimanere nella sua attuale finestra di ottobre-novembre nel 2031, con l’offerta degli Stati Uniti per entrambi i tornei, inclusi gli stadi NFL tra le 25 potenziali città ospitanti: Atlanta; Austin, Texas; Baltimora; Birmingham, Alabama; Boston; Charlotte, Carolina del Nord; Chicago; Dallas; Denver; Houston; Kansas City, Missouri; Los Angeles; Minneapolis; Nashville, Tennessee; New York/New Jersey; Orlando, Florida; Filadelfia; Fenice; Pittsburgh; San Diego; Area della Baia di San Francisco; Seattle; Washington DC.

L’amministratore delegato di USA Rugby Ross Young ha dichiarato: “Parlo a nome della comunità del rugby e dei fan negli Stati Uniti quando esprimo la nostra sincera gratitudine al World Rugby per la loro fiducia e sostegno alla nostra visione di far crescere questo incredibile sport in modo esponenziale nel nostro paese.

“USA Rugby ora si avventurerà in una nuova era e garantirà che l’evento più prezioso dello sport sia un trampolino di lancio per creare entusiasmo e passione duraturi e sostenibili per il rugby da costa a costa. Non vediamo l’ora di collaborare con World Rugby negli anni a venire per garantire che i nostri preparativi per questi tornei e gli eventi stessi sono un catalizzatore di cambiamento di paradigma per la crescita del nostro sport, non solo qui negli Stati Uniti ma in tutto il mondo”.

.

Leave a Comment