Gli imprenditori di Miami Beach reagiscono al coprifuoco delle vacanze di primavera: “Perderemo almeno $ 10.000 al giorno”

Gli imprenditori di Miami Beach hanno reagito al coprifuoco e alle restrizioni commerciali imposte dal governo della città in risposta alle recenti violenze, dicendo a FOX Business che sta causando loro una perdita di decine di migliaia di dollari.

Dopo che due sparatorie hanno causato il ferimento di cinque persone, i funzionari di Miami Beach hanno implementato il coprifuoco e diverse restrizioni alle attività commerciali che hanno lo scopo di “mitigare comportamenti pericolosi e illegali”.

Il coprifuoco durerà dalle 23:59 alle 6:00 fino al 28 marzo e le aziende dovrebbero “chiudere sufficientemente prima del coprifuoco” per dare alle persone abbastanza tempo per andarsene prima di violare il coprifuoco.

Miami Beach Steakhouse fa causa alla città per il coprifuoco durante le vacanze di primavera

Dalle 23:59 alle 6:00, le attività commerciali diverse dagli hotel possono operare, ma solo tramite i servizi di consegna. L’asporto e il ritiro non sono consentiti, secondo la città.

Inoltre, giovedì, venerdì e sabato, è vietata la vendita di bevande alcoliche “per il consumo fuori sede” nell’area del coprifuoco dopo le 18:00.

Per Rick Silverberg, proprietario della Portofino Wine Bank, ciò significa che la sua enoteca non può vendere o effettuare consegne a privati ​​dopo le 18:00, il che si traduce in una perdita di almeno $ 10.000 al giorno. (La Mega Agenzia)

Per Rick Silverberg, proprietario della Portofino Wine Bank, ciò significa che la sua enoteca non può vendere o effettuare consegne a privati ​​dopo le 18:00, il che si traduce in una perdita di almeno $ 10.000 al giorno.

“Stimo che in queste ore perderemo almeno diecimila dollari al giorno in vendite. Normalmente rimaniamo attivi fino a mezzanotte. E, sai, ora essere costretti a chiudere alle 18:00 e dalle 18:00 alle 22:00 sono le ore più trafficate di sicuro”, ha detto Silverberg. “Quindi ha un grande effetto negativo e impatto così come il mio staff perché anche il mio staff, sai, non li pago per stare in piedi, quindi perdono tutti ore. Voglio dire, devo lasciare che i ragazzi tornino a casa e non necessariamente vogliono farlo”.

Silverberg ha anche affermato che la decisione di consentire a bar e ristoranti di operare fino a quasi mezzanotte, ma di costringere i negozi di liquori, birra ed enoteca a chiudere alle 18:00 è “assurda”.

MIAMI BEACH STREETS TRANQUILLA MENTRE IL CORPURO ENTRA IN EFFETTO DOPO LA VIOLENZA DELLE VACANZE DI PRIMAVERA

“Ci sono già leggi in vigore che rendono illegale bere vino o alcolici di qualsiasi tipo sulla spiaggia”, ha detto Silverberg. “Quindi chiudere un negozio di liquori? Non sembra che faccia nulla quando puoi attraversare la strada e a pancia in su fino al bar e sferrare tutti i colpi che vuoi senza restrizioni fino a mezzanotte”.

La Banca del Vino di Portofino deve chiudere alle 18 a causa dell’ordinanza urgente. (La Mega Agenzia)

È anche preoccupato che questa azione di emergenza da parte dei funzionari di Miami Beach venga utilizzata di nuovo quando ci sarà un picco di violenza.

“Sono preoccupato che lo faranno il prossimo fine settimana, e il fine settimana successivo e il fine settimana successivo, fino a quando non decideranno che, OK, torneremo ai nostri orari originali”, ha detto Silverberg. “Temo che non ci sia una fine in vista.”

Il coprifuoco sta avendo un effetto enorme anche su ristoranti e bar come il Mango’s Tropical Café a Miami Beach, che in genere è aperto fino alle 5 del mattino, ma ora è costretto a chiudere prima di mezzanotte a causa del coprifuoco.

Joshua Wallack, direttore operativo del Tropical Café di Mango, ha detto a FOX Business che il coprifuoco chiude Miami Beach e manda i turisti a Miami.

“Il coprifuoco, sai, ha effettivamente chiuso una spiaggia e manda tutti i turisti a Miami”, ha detto Wallack. “Due idioti che lo hanno davvero rovinato per decine di migliaia di persone che si sono divertite a Miami Beach a marzo, che dovrebbe essere il mese migliore dell’anno”.

Joshua Wallack, direttore operativo del Tropical Café di Mango, ha detto a FOX Business che il coprifuoco chiude Miami Beach e manda i turisti a Miami. (La Mega Agenzia)

Ha aggiunto che l’intera città è “paralizzata” a causa delle azioni di emergenza intraprese e ha affermato che avrebbe potuto essere evitato, affermando che il coprifuoco sta danneggiando solo le imprese.

“Programmavamo magnificamente Ocean Drive e Loomis Park, sai, e loro non l’hanno ancora capito, e vogliono punire le aziende che sono lì da 30 anni e dicono che è colpa nostra, quando non è nostra colpa”, ha aggiunto Wallack.

Il proprietario di un ristorante ha già citato in giudizio Miami per il coprifuoco, affermando che si tratta di una misura “arbitraria” che alla fine danneggerà le imprese, secondo il Miami Herald.

CLICCA QUI PER OTTENERE L’APP FOX NEWS

L’esterno di Papi Bistecca. (La Mega Agenzia)

Il proprietario del Papi Steak nella spiaggia di Maimi ha citato in giudizio la città nel tentativo di bloccare il coprifuoco.

“Sebbene l’attore comprenda e apprezzi pienamente il desiderio della città di garantire la sicurezza dei residenti e dei visitatori della città alla luce dei recenti eventi violenti, il coprifuoco è inammissibilmente eccessivo e prende di mira indiscriminatamente aree della città che sono state sicure, protette e libere dalla violenza. .. a est di Collins Ave.”, afferma la causa.

Leave a Comment