Gli esperti offrono informazioni sulla nomina di Ketanji Brown Jackson alla Corte Suprema

WASHINGTON – Giovedì la commissione giudiziaria del Senato ha ascoltato una serie di esperti e sostenitori delle qualifiche del giudice Ketanji Brown Jackson per essere un giudice della Corte Suprema nel quarto e ultimo giorno delle udienze di conferma.

I democratici hanno utilizzato l’udienza di quasi quattro ore per complimentarsi e difendere il record di Jackson, che ha abbracciato numerose aree del mondo legale. Hanno propagandato la sua esperienza in uno studio privato, come difensore pubblico federale, vicepresidente della Commissione per le sentenze degli Stati Uniti e giudice federale.

I repubblicani, tuttavia, hanno trascorso l’udienza giovedì ripetendo gli attacchi a Jackson che hanno fatto all’inizio della settimana, inclusa la loro accusa di essere stata troppo indulgente nel condannare i reati di pedopornografia.

Il presidente del comitato Dick Durbin, D-Ill. ha aperto l’udienza ringraziando la “maggioranza” dei suoi colleghi repubblicani per essersi comportati in modo professionale quando hanno interrogato Jackson all’inizio della settimana. Ha elogiato anche il sen. Cory Booker, DN.J., per le commoventi osservazioni che ha fatto a conclusione dell’audizione di mercoledì riflettendo sulla natura storica della nomina di Jackson.

“La sua dichiarazione entrerà negli annali di questa commissione e del Senato degli Stati Uniti per l’impatto che hanno avuto in questo momento”, ha detto Durbin giovedì. “Vorrei poterlo dire per tutte le cose che sono successe nelle ultime 72 ore, ma non posso. Alcuni degli attacchi a questo giudice sono stati ingiusti, implacabili e al di sotto della dignità del Senato degli Stati Uniti”.

I membri del Comitato permanente per la magistratura federale dell’American Bar Association, che ha il compito di fornire valutazioni indipendenti e imparziali delle qualifiche professionali dei candidati giudiziari, hanno affermato di aver intervistato 250 avvocati e giudici su Jackson.

D. Jean Veta ha affermato che la giuria “ha prontamente concluso che il giudice Jackson dimostra l’eccezionale competenza professionale che ci si aspetta da un giudice della Corte Suprema e quindi merita una valutazione ben qualificata”.

Durbin ha chiesto a Veta di affrontare gli attacchi che i senatori repubblicani hanno fatto questa settimana, accusando Jackson di concedere troppa indulgenza agli imputati criminali.

“In particolare, nessun giudice, avvocato difensore o pubblico ministero ha espresso alcuna preoccupazione al riguardo e hanno respinto uniformemente qualsiasi accusa di parzialità”, ha affermato.

Durbin ha anche chiesto alla giuria in merito alle accuse presentate da diversi senatori del GOP che hanno affermato che Jackson era clemente nei confronti dei delinquenti di pedopornografia. “Non è mai emerso in nessuna delle interviste che abbiamo condotto”, ha detto Ann Claire Williams.

“Non abbiamo trovato alcuna prova di ciò”, ha aggiunto Joseph M. Drayton, che li ha intervistati e ha affermato che il problema sarebbe emerso nelle loro conversazioni se si fosse trattato di una preoccupazione.

Ma le risposte dei membri dell’ABA non hanno avuto alcun effetto sulla linea di interrogatorio dei repubblicani, che hanno invitato un difensore delle vittime della tratta sessuale e un attivista contro l’aborto a parlare come testimoni. Sen. Marsha Blackburn, R-Tenn., ha spinto Durbin a consentire ai legislatori di avere accesso ai promemoria di pre-condanna da casi di pornografia infantile su cui ha lavorato, qualcosa che i repubblicani hanno chiesto per tutta la settimana ma che i democratici hanno affermato che potrebbe mettere in pericolo le vittime.

“Si tratta di informazioni molto riservate e sensibili, che di solito vengono viste solo da un giudice e corrono il rischio di portarle a questo comitato e mettere a repentaglio o, peggio, terze parti innocenti, i nostri bambini, che sono stati vittime”, ha detto Durbin”. Mi dispiace, senatore, non parteciperò. Non lo vorrei sulla coscienza”.

I membri della commissione hanno ascoltato una giuria di testimoni, metà dei quali sono stati invitati da democratici e metà invitati da repubblicani. I testimoni dei Democratici hanno emesso raccomandazioni entusiastiche per Jackson, sottolineando la natura storica della sua nomina. Se confermata, sarebbe la prima donna di colore a prestare servizio nell’alta corte.

Jackson avrebbe “frantumato un soffitto di vetro che molti americani, compresi quelli che hanno combattuto e sono morti per il diritto di voto, un’unione più perfetta e l’America giusta, credevano che non sarebbero mai vissuti abbastanza per vederlo rotto”, ha detto la presidente del Congressional Black Caucus, Rep. Joyce Beatty, D-Ohio, che era tra coloro che hanno testato.

Altri esperti invitati dalla maggioranza includevano Wade Henderson, presidente e CEO della Leadership Conference on Civil and Human Rights e il cap. Frederick Thomas, il presidente nazionale della National Organization of Black Law Enforcement Executives. La giuria ha anche ascoltato Richard Rosenthal, un avvocato e amico dell’infanzia di Jackson.

“In primo luogo, Ketanji non era solo un campione nazionale di supernova dalla nostra squadra di dibattito”, ha ricordato Rosenthal dei loro giorni al liceo. “Era anche la leader non ufficiale della nostra affiatata famiglia di dibattito, agendo fondamentalmente come insegnante e mentore per tutti gli studenti più giovani. Fuori, nell’area erbosa tra i corridoi della scuola, ci sedevamo a gambe incrociate per terra, tutti di noi in rapita attenzione, mentre Ketanji si alzava e ci spiegava le chiavi del successo, in particolare la necessità di preparazione, equilibrio, disciplina e, soprattutto, duro lavoro”.

Henderson ha reso omaggio al dottor Martin Luther King Jr., la cui marcia da Selma a Montgomery ha avuto luogo questa settimana 57 anni fa. «Come disse quel giorno il dottor King, l’arco dell’universo morale è lungo, ma tende alla giustizia. Oggi, dobbiamo tutti riconoscere che la conferma del giudice Jackson alla Corte Suprema piegherà un po’ di più quell’arco”, ha affermato.

I testimoni invitati dalla minoranza includevano il procuratore generale dell’Alabama Steve Marshall, l’attivista anti-aborto Eleanor McCullen e Keisha Russell, un avvocato conservatore che si è espressa contro la teoria critica della razza durante la sua dichiarazione di apertura.

Sen. Lindsey Graham, RSC, uno dei critici più accesi di Jackson nel comitato, non ha partecipato ai lavori di giovedì.

“Non ho sentito nulla questa settimana per alleviare la mia paura che il giudice Jackson creda che sia necessaria una riprogettazione fondamentale nel nostro sistema di giustizia penale e che sarebbe così incline a usare la sua posizione in tribunale a tal fine”, ha affermato Marshall, che attacchi rigurgitati da senatori repubblicani sul record di condanna di Jackson. “Per questo motivo, mi oppongo rispettosamente alla sua nomina”.

Sen. Sheldon Whitehouse, DR.I., ha usato il suo giro di interrogatori per chiedere a molti dei testimoni del GOP, incluso Marshall, se fossero coinvolti negli eventi che circondano il 19 gennaio. 6 attacco al Campidoglio. Marshall ha ripetutamente affermato di no. Whitehouse ha anche chiesto a Marshall se Joe Biden è il presidente “debitamente eletto”, ma si è rifiutato di rispondere, dicendo solo tre volte che è il “presidente di questo paese”.

L’udienza finale è arrivata dopo due giorni estenuanti davanti al comitato per Jackson, che ha affrontato le domande dei senatori martedì e mercoledì dopo le dichiarazioni di apertura lunedì.

Oltre ai loro attacchi a Jackson in merito a casi di pedopornografia, i repubblicani hanno anche passato le udienze a mettere in discussione il suo lavoro come difensore pubblico in rappresentanza dei detenuti di Guantanamo Bay e hanno approfondito temi familiari e politicamente carichi di immigrazione e “teoria critica della razza”.

I democratici hanno difeso il record di Jackson e hanno elogiato le sue qualifiche e risultati.

“Giudice Jackson, sei straordinario. La tua storia è una grande storia americana”, ha detto Dubin concludendo i lavori di mercoledì.

Leave a Comment