Gingrich lascia il segno nel GOP moderno

Newt GingrichNewton (Newt) Leroy Gingrich ALTROun’icona del GOP di quasi 30 anni fa, sta lasciando il segno nel GOP moderno mentre i repubblicani si preparano per la stagione di medio termine 2022 fiduciosi di prendere il controllo della Camera e puntare a capovolgere il Senato.

L’ex presidente che ha rovesciato la maggioranza della Camera democratica a metà mandato del 1994, stabilendo una maggioranza del GOP per la prima volta in quattro decenni, ha parlato mercoledì ai repubblicani della Camera durante il loro ritiro politico annuale in Florida ed era di nuovo lì giovedì.

Gingrich ha consegnato un messaggio ottimista e ottimista durante il ritiro, secondo le persone nella stanza, lodando i leader del GOP ed esprimendo sostegno per il loro piano di definire un’agenda politica durante la stagione della campagna.

“È molto importante stabilire prima delle elezioni cosa si intende fare e poi riconoscere che si desidera organizzare le attività per mantenere effettivamente la parola data e farlo”, Gingrich, che si sta consultando con il leader della minoranza alla Camera Kevin McCarthyLa conferenza del GOP confidente di Kevin McCarthyMcCarthy lo farà presidente se i repubblicani riconquisteranno La Camera McCarthy afferma che il GOP otterrà il controllo della Camera: “Non sarà una maggioranza di cinque seggi” Il GOP della Camera tiene Trump a debita distanza mentre affina la strategia di medio termine ALTRO (R-California) su un piano politico “Impegno per l’America”, ha detto a The Hill in un’intervista.

Gingrich è stata una presenza importante nella vita politica americana per cinque decenni, un periodo che include un’offerta presidenziale fallita nel 2012 e un’alleanza con l’ultimo presidente del GOP, Donald TrumpDonald TrumpDifesa e sicurezza nazionale — Biden si stringe agli alleati in Europa Ginni Thomas ha inviato messaggi a Mark Meadows sollecitando gli sforzi per ribaltare le elezioni: rapporto The Defense Production Act non ci porterà la sicurezza della catena di approvvigionamento ALTRO.

McCarthy ha detto in una conferenza stampa mercoledì che i leader repubblicani hanno limitato il numero di oratori esterni al loro ritiro quest’anno, ma di quelli che voleva che parlassero, Gingrich era “No. 1.”

“Newt può raccontarci le sfide che ha dovuto affrontare. Come ha fatto a fare qualcosa che la maggior parte delle persone non pensava fosse possibile?” disse McCarthy. “Servono solo cinque seggi per conquistare la maggioranza. L’idea non è quella di lottare per conquistare la maggioranza. È una lotta per cambiare il Paese”.

Una serie di proposte politiche fanno eco al “Contratto con l’America” ​​di Gingrich del 1994, che rappresenta il suo contributo più duraturo alla politica del GOP. Il contratto è stato firmato da più di 300 incumbent repubblicani e candidati al Congresso, e il GOP ha ottenuto 54 seggi alla Camera quell’anno, inaugurando la “rivoluzione repubblicana” e nominando Gingrich Speaker.

Si discute di quanto il contratto abbia aiutato i repubblicani a riconquistare la camera. Ma i repubblicani ora lo considerano in gran parte come un progetto su come agire rapidamente in maggioranza, evitando il tipo di paralisi e divisione che ha impedito loro di abrogare l’Affordable Care Act dopo aver conquistato il controllo di Washington nel primo mandato di Trump.

Gingrich ha raccomandato che un piano fosse rilasciato intorno al Labor Day. Ma ciò non ha impedito a politici e candidati indipendenti di rilasciare i propri piani ispirati al Contratto con l’America.

Rappresentante. Madison Cawthorn (RN.C.) a febbraio ha elaborato e introdotto una risoluzione in 52 punti “Nuovo contratto con l’America”, che includeva punti come l’abolizione dell’imposta sul reddito e il Dipartimento dell’istruzione. Ha contattato Gingrich al riguardo, anche se l’ex Presidente non ha aiutato a realizzarlo.

Robby Starbuck, un alleato di Cawthorn, un regista conservatore che lavora nel 5° distretto del Tennessee, nell’area di Nashville, ha anche pubblicato a gennaio un piano per la campagna “Nuovo contratto con l’America”, che ha descritto come “un tono più populista” rispetto all’originale. Starbuck ha detto di non aver contattato Gingrich prima di pubblicarlo, ma Gingrich presto lo ha condiviso con approvazione sui suoi account sui social media.

“Penso che molte persone mi considerino come qualcuno che esiste da molto tempo e ha un’esperienza pratica utile”, ha detto Gingrich a The Hill.

Sen. Rick ScottRick ScottIl GOP fa pressioni sul DHS per il ritiro del titolo 42 McCarthy contrasta con McConnell sul rilascio dell’agenda del GOP Blunt: Greitens non dovrebbe essere in corsa al Senato se le accuse sono vere ALTRO (R-Fla.) ha presentato a febbraio un piano in 11 punti per “Rescue America”. In una dichiarazione, Scott ha definito Gingrich “un buon amico e qualcuno con cui parlo regolarmente per ottenere input su questioni e campagne”, aggiungendo che Gingrich “ha fatto più di quasi chiunque altro” per rendere le idee del Partito Repubblicano basate.

Non a tutti i repubblicani piace l’idea di emulare la strategia basata sulle idee di Gingrich.

Una parte del piano di Scott che suggeriva di far pagare qualcosa a circa il 50% degli americani che attualmente non pagano le tasse ha provocato attacchi da parte dei Democratici e un rimprovero da parte del leader della minoranza al Senato Mitch McConnellAddison (Mitch) Mitchell McConnellMcConnell voterà contro la nomina alla Corte Suprema di Jackson Il GOP abbatte il boicottaggio della Corte Suprema The Hill’s Morning Report – Sale la tensione all’udienza di Jackson ALTRO (R-Ky.).

McConnell ha indicato che i repubblicani del Senato non elaboreranno un piano politico prima delle elezioni. Scott in particolare ha rilasciato il suo piano attraverso il suo apparato elettorale piuttosto che il Comitato senatoriale repubblicano nazionale, che presiede, e ha affermato che non rappresenta le opinioni di tutti i repubblicani.

“Rick ha ragione e McConnell ha semplicemente torto”, ha detto Gingrich. “Penso che il popolo americano meriti di sapere in anticipo cosa rappresenti.”

La rivoluzione di Gingrich non ebbe un lieto fine per l’allora Relatore.

Il contratto originale di Gingrich con l’America ha subito attacchi da parte dei Democratici, che hanno accusato i repubblicani di pagare le agevolazioni fiscali per i ricchi con tagli alla previdenza sociale e all’assistenza sanitaria.

E lo sforzo nel 1998 per mettere sotto accusa l’ex presidente Clinton è esploso quando, prima dello sforzo della Camera di dicembre, i repubblicani hanno perso cinque seggi alla Camera in un’elezione di medio termine dove speravano di ottenere guadagni.

Gingrich, che ha anche affrontato un rimprovero per violazioni dell’etica ed è stato sotto pressione dai colleghi del GOP per la scarsa performance di medio termine, si è dimesso da presidente nel gennaio 1999.

Eppure oggi i repubblicani stanno cercando di parlare con Gingrich ed emulare il suo approccio.

Rappresentante. Jim Banks (R-Ind.), presidente del Comitato di studio repubblicano, ha invitato Gingrich a parlare al caucus conservatore in ottobre.

“Il relatore Gingrich è stato il primo a padroneggiare la comunicazione bidirezionale con la base repubblicana, sfruttarla per spingere il partito in una direzione più conservatrice e quindi ottenere una maggioranza massiccia”, ha affermato Banks in una nota. “Sa che i repubblicani devono fare appello agli elettori della classe operaia, appoggiarsi alle questioni della guerra culturale e mostrare agli elettori che siamo pronti a combattere”.

Gingrich ha detto di aver detto mercoledì ai repubblicani della Camera di avvicinarsi a un rilancio del piano politico “come americani, non come repubblicani”.

“Vuoi offrire una legislazione attraente per ogni democratico moderato così come per i repubblicani”, ha detto Gingrich. Dopo il 1994, ha affermato, una media di 63 democratici ha votato a favore di elementi del contratto con l’America. “Questa è un’elezione di ampliamento della base, non un’elezione di mobilitazione della base”.

.

Leave a Comment