gen. 6 sondaggi puntano i legislatori sempre di più verso i colleghi del GOP

Il continuo interesse per il coinvolgimento di specifici legislatori nello sforzo di Trump arriva mentre il comitato è ancora alle prese con l’opportunità di fare il passo storico di citare in giudizio i membri in carica, sebbene il suo presidente, il rappresentante. Benni Thompson (D-Miss.) ha messo in dubbio se ciò sarà fattibile. Thompson ha confermato questa settimana che non è stata presa alcuna decisione, dicendo che sta ancora cercando di convincere i legislatori del GOP a dare la loro versione della storia piuttosto che consentire ai record che si riflettono negativamente su di loro di stare da soli.

“Perché vorresti essere notato in quella luce piuttosto che spiegare la tua parte?” Thompson ha detto ai giornalisti martedì. “È importante, ed è per questo che abbiamo chiesto loro di entrare volontariamente”.

Mentre la domanda di citazione indugia, il panel selezionato continua a raccogliere informazioni che potrebbero fare più luce sulle azioni dei legislatori del GOP a sostegno della spinta di Trump.

Giovedì, ad esempio, dovrebbero ottenere i documenti relativi a una causa del dicembre 2020 intentata dal Rep. Louie Gohmert (R-Texas) contro l’allora vicepresidente Mike Pence. Quei documenti, detenuti dagli Archivi nazionali, dovrebbero descrivere il coinvolgimento della Casa Bianca di Trump nella causa, in cui Gohmert ha tentato di costringere Pence a rivelare se avrebbe tentato da solo di ribaltare le elezioni, come Trump chiedeva.

Pence rimase in silenzio sulle sue intenzioni fino all’ultimo momento possibile, e i rapporti suggeriscono che Trump fosse favorevole all’aumento della pressione sull’allora vicepresidente da parte di Gohmert.

Sempre nel radar del comitato: i contatti dell’avvocato di Trump Rudy Giuliani con i membri del Congresso, le affermazioni del consigliere commerciale di Trump Peter Navarro sul reclutamento di membri del Congresso per ritardare la certificazione elettorale e i tentativi dei legislatori di raggiungere Trump il 15 gennaio. 6 per chiedere ai rivoltosi di dimettersi.

La continua attenzione ai legislatori del GOP crea un difficile atto di equilibrio per il comitato ristretto. I suoi membri hanno passato settimane a valutare l’aggressività con cui prendere di mira direttamente i propri colleghi, sapendo che i repubblicani hanno una forte possibilità di riprendere la Camera l’anno prossimo e rispondere in modo gentile.

“Non abbiamo preso decisioni finali [on subpoenaing lawmakers]”, ha detto Thompson ai giornalisti lunedì sera. “Abbiamo opzioni, ma vogliamo essere sicuri di tutte le opzioni sul tavolo. Alcuni di questi sono stati i presupposti per il nostro comitato per farlo”.

Alla fine dovranno prendere quella decisione, dal momento che i legislatori repubblicani hanno ampiamente rifiutato le richieste di testimoniare volontariamente. Leader della minoranza della Camera Kevin McCarthyRappresentante. Scott Perry (R-Pa.) e Rep. Jim Giordano (R-Ohio) hanno tutti rifiutato, nonostante le prove dimostrino che hanno assistito o partecipato ad aspetti significativi dello sforzo di Trump. Ma i membri del comitato e gli assistenti affermano di non aver rinunciato a mettere insieme i ruoli dei legislatori repubblicani in quelle settimane caotiche usando altri documenti e testimonianze.

La giuria ha già rivelato la collaborazione di alcuni membri nella spinta a ribaltare le elezioni del 2020.

Gli investigatori hanno ripetutamente chiesto ai testimoni di descrivere i contatti con Perry, ad esempio, che ha contribuito a collegare Trump con il funzionario del Dipartimento di Giustizia Jeffrey Clark, un fattore chiave dello sforzo per sovvertire la vittoria di Biden.

Il comitato ha anche prodotto messaggi di testo, forniti dall’ex capo di gabinetto della Casa Bianca Mark Meadows, che mostravano un membro non identificato del Freedom Caucus pro-Trump House che affermava che l’ex presidente gen. Il piano 6 guiderebbe una “partecipazione nel cuore della repubblica federale”. La Giordania ha inoltrato un messaggio di testo a Meadows il 1 gennaio. 5 che descrive una strategia per ribaltare l’elezione tramite il Congresso.

Questo è in cima ai testi che gli investigatori hanno pubblicato inviati da frenetici legislatori a Meadows mentre una mafia pro-Trump ha preso d’assalto il Campidoglio il 15 gennaio. 6. Il presentatore di Fox News, Sean Hannity, ha inviato un messaggio a Meadows e Jordan dopo il 19 gennaio. 6 e ha discusso di un tentativo di aiutare Trump a lasciare l’incarico senza ulteriori incidenti.

Ma ci sono molte informazioni che il panel sta ancora cercando sui repubblicani con cui lavorano.

Vogliono dettagli sugli incontri chiave che Trump ha tenuto con i legislatori nel periodo che precede il gennaio. 6, mentre molti dei suoi alleati chiave si sono stretti alla Casa Bianca negli ultimi giorni di dicembre per organizzare un gennaio. 6 strategie. La giuria aveva cercato di chiedere a Jordan delle sue comunicazioni con il team legale di Trump, la Casa Bianca o la cosiddetta “stanza della guerra” al Willard Hotel prima dell’attacco.

Un altro episodio – che ha attirato poca attenzione – include legislatori che cercano direttamente di convincere Pence ad agire il 15 gennaio. 6 mentre i legislatori si preparavano a certificare la vittoria del presidente Joe Biden, secondo Rep. Matt Gaetz (R-Fla.). Ha descritto l’incontro durante un’apparizione al podcast “War Room” di Steve Bannon il mese scorso, anche se la data esatta dell’incidente non è chiara.

“Abbiamo presentato argomentazioni, affidavit e prove. Gli abbiamo mostrato dei video”, ha detto Gaetz. “Eravamo nella riunione del Cabinet Room con Mike Pence nei giorni precedenti al 6 gennaio e me ne sono andato piuttosto deluso dal fatto che non fosse motivato dalla nostra argomentazione”.

Quell’incontro potrebbe essere l’unico contatto diretto noto tra Pence e i legislatori che sostengono lo sforzo di Trump nelle ultime settimane della presidenza Trump. Gaetz ha rifiutato di elaborare quando gli sono stati richiesti dettagli sulla riunione e i nomi degli altri partecipanti.

Leave a Comment