Formazioni, come guardare, link in streaming

Messico vs USMNT dal vivo, anteprima delle qualificazioni alla Coppa del Mondo 2022: i giganti di lunga data della CONCACAF rinnoveranno la loro aspra rivalità quando gli Yanks si recheranno a sud verso l’Estadio Azteca giovedì (22:00 ET).

[ MORE: Full USMNT World Cup qualifying schedule & results ]

La sfida è ancora più grande del solito per Gregg Berhalter and Co., questa volta, poiché l’USMNT sarà senza cinque probabili titolari a causa di un’ondata di infortuni subiti negli ultimi giorni e settimane.

In primo luogo, il difensore Chris Richards si è infortunato alla caviglia nella sconfitta per 2-0 in casa del Canada a gennaio; il centrocampista Weston McKennie si è rotto un piede tra alcune delle sue migliori condizioni da quando è arrivato alla Juventus; il portiere Matt Turner ha subito un infortunio al piede pochi giorni prima dell’apertura della New England Revolution del 2022 e deve ancora fare il suo debutto stagionale; terzino destro Sergiño Dest si è infortunato al tendine del ginocchio; e infine, durante il fine settimana, Brenden Aaronson si è slogata un MCL. Nessuno dei quattro giocatori, che sono stati o sono diventati titolari affermati durante le prime 11 partite di qualificazione alla Coppa del Mondo, è nel campo della squadra nazionale maschile degli Stati Uniti questa settimana.

Nelle loro assenze, artisti del calibro di Zack Steffen (infortunato durante gran parte delle qualificazioni alla Coppa del Mondo), Kellyn Acosta (quattro partenze in WCQ), Walker Zimmerman (partenza titolare a rotazione al centro difensore), Reggie Cannon o DeAndre Yedlin (quattro partenze tra di loro in questo ciclo ), e a Gio Reyna (infortunato dalla sua ultima apparizione negli Stati Uniti a settembre) verrà chiesto di intensificare e porre fine agli otto anni di attesa dell’USMNT per il ritorno ai Mondiali.

[ MORE: USMNT roster for final round of 2022 World Cup qualifiers ]


Come guardare la partita di qualificazione alla Coppa del Mondo di Messico vs USMNT in diretta, collegamento in streaming e ora di inizio

Inizio: 22:00 ET, giovedì (24 marzo)
Leader di tutte le serie: Messico – 36 vittorie, USA – 22 vittorie, pareggi – 15
Classifiche FIFA attuali: Messico – 12°, USA – 13°
Analisi dal vivo: qui su ProSoccerTalk
In loco: NBC Sports’ Nick Zaccardi sarà all’Azteca
Canale TV/streaming: CBS Sports Network, Paramount+, Univision, TUDN


La posta in gioco è alta per entrambe le squadre, che si trovano al 2° posto (USA) e al 3° (Messico) nella classifica CONCACAF, a pari merito con 21 punti. L’USMNT si è assicurato un’altra famosa vittoria per 2-0 su El Tri a novembre. L’USMNT non ha mai vinto una qualificazione alla Coppa del Mondo all’Estadio Azteca, rendendo giovedì una rara opportunità per una prima doppietta WCQ in assoluto sul Messico.

Una vittoria metterebbe entrambe le squadre sul punto di assicurarsi la qualificazione al torneo del prossimo inverno in Qatar, mentre una sconfitta potrebbe vederle scivolare a meno di un punto dal 4° posto (playoff interconfederali) con solo due partite rimaste.

[ MORE: How to watch Premier League in USA ]


Formazione Messico vs USMNT, punteggio, aggiornamenti, analisi dal vivo


90° minuto più interruzione: Bene… è andata esattamente come sarebbe andata quando si è passati dal premere il piede sul pedale dell’acceleratore al dire al Messico di farlo per gli ultimi 10 minuti e più. Qui, maggiori informazioni sull’argomento.

Gregg Berhalter annuncia dopo la partita che Shaq Moore sarà chiamato in campo per le partite contro Panama e Costa Rica a seguito del test COVID positivo di Reggie Cannon.


80° minuto: Berhalter sta facendo degli strani sostituti, andando a quattro difensori centrali, in un certo senso, rimuovendo il terzino destro Yedlin e il centro-centro Adams per Erik Palmer-Brown e Aaron Long.

Lasceremo che sieda qui per te. E poi aggiungi che Christian Pulisic è stato rimosso pochi minuti dopo per Jordan Morris, che ha quasi subito un rigore.


73° minuto: A Gregg Berhalter viene negata una possibilità per i suoi due sostituti e la grande possibilità di centrocampo centrale per farlo sembrare un genio.

Kellyn Acosta vede Giovanni Reyna, che attutisce una palla a Pefok nel cuore dell’area.

Il centravanti dello Young Boys tira a metà, tenta a metà di trovare Reyna con un passaggio di ritorno. È un pasticcio e puzza e dovrebbe essere 1-0 (di nuovo).


70° minuto: Walker Zimmerman ha giocato una buona partita e non ha ricevuto nessuna delle offerte di Raul Jimenez per acquistare un rigore dal difensore centrale degli Yanks.

È rivelatore che uno dei migliori giocatori del Messico ha ritenuto importante provare a colpire il mazzo nella scatola, dove El Tri ha vissuto così raramente stanotte.


60° minuto: Questi sono buoni sub. Pepi non farà la differenza dato che è fuori dal campo per l’attaccante infuocato degli Young Boys Jordan Pefok, e Timothy Weah è fuori per Giovanni Reyna.

Weah stava bene all’inizio, ma qualcuno doveva venire fuori e non sarebbe stato Pulisic.


51° minuto: Tempo in gola dato che Chucky Lozano non riesce a mettersi di fronte a DeAndre Yedlin ma lo spettatore televisivo non lo sa dato che Zack Steffen lascia che un bel cross sfreccia attraverso i sei.

0-0.

Un’altra nota: Ricardo Pepi è stato sostanzialmente in silenzio per mezz’ora o più. L’abbiamo già detto e l’abbiamo visto offrire la sua prossima possibilità. Potrebbe essere quello, di nuovo?


49° minuto: Kellyn Acosta fa scivolare Pulisic in area ma non ci sono corridori sul secondo palo e la stella del Chelsea si accontenta di un tiro duro e del conseguente calcio d’angolo.

Gli Yanks ottengono il servizio d’angolo di Acosta e un secondo pallone ma non riescono a fabbricare pericolo reale e resta 0-0.

Un gol potrebbe significare il primo posto in classifica dato che il canadese Mark Anthony Kaye ha raccolto un secondo giallo molto CONCACAF e il leader della classifica in Costa Rica dopo che Panama ha pareggiato l’Honduras.


METÀ TEMPO

Va detto che gli Stati Uniti sono stati in gran parte migliori, ma questo non significa molto, dato quanto male ha giocato il Messico nei primi 45 minuti.

Tata Martino sarà furioso per la prestazione del Messico, ma sarà felice di essere arrivato all’intervallo sullo 0-0.

Come si sentirà Berhalter riguardo al fatto che gli Yanks dovrebbero essere in vantaggio per 1-0 con Pulisic e potrebbero essere stati in vantaggio anche prima quando Ochoa ha negato Weah?

Il Messico si aspetterà di più dal suo attaccante e forse farà anche un cambio, e Martino saprà di essere a un gol dal rovinare il grande sforzo degli Yanks.

La grande domanda: Gregg Berhalter lo farà o si accontenterà di un punto?

Ecco i numeri…

Statistiche del primo tempo del Messico vs USMNT

Messico 0, USMNT 0

Marcatori: nessuno

Tentativi di tiro: Messico 4, USMNT 4

Tiri in porta: Messico 1, USMNT 3

Proprietà: Messico 57, USMNT 43


36° minuto: Oh, dovrebbe essere 1-0 per i visitatori.

Timothy Weah sta vivendo una giornata con il lato sinistro della formazione messicana, e il suo cross trova Christian Pulisic sulla soglia di casa.

È questa l’ultima puntata di Capitan America come El Tri ritrovo? No. Pulisic svolazza il suo tiro dal braccio di un disperato Ochoa. Una bella parata del veterano ma avrebbe dovuto essere 1-0 per gli Yanks ad Azteca.

Non migliora ad ogni visualizzazione.


23° minuto: Ora Tyler Adams gioca Timothy Weah sulla fascia destra ed è un altro fallo e un calcio di punizione ancora più pericoloso.

Questa volta, è Christian Pulisic a dominare lo sforzo.

L’occasione non serve a nulla perché il Messico esce dal campo sulla destra.


21° minuto: Christian Pulisic conquista un calcio di punizione e un cartellino giallo di Edson Alvarez, che ora salterà la prossima partita di qualificazione del Messico.

L’occasione è nel punto morto ea 35 metri dalla porta, che non è un tiro di campagna contro un portiere bravo come Memo Ochoa.

O è? Non è Kellyn Acosta che colpisce solido ma proprio a Ochoa.


13° minuto: Abbiamo delle possibilità!

In primo luogo, è Zack Steffen che raccoglie un colpo di testa di Cesar Montes su un cross di Tecatito, e gli Yanks contrattaccano con Antonee Robinson sulla sinistra.

L’uomo del Fulham ha già avuto momenti difficili in difesa, ma il suo cross si fa strada a Timothy Weah per un tiro meno che pieno che Memo Ochoa lancia in corner (che non va a nulla).


9° minuto: Tutt’altro che fluido, anche se una bella manovra di Tecatito a centrocampo fa scattare il Messico sulla destra.

Antonee Robinson viene sorpreso due volte a essere un po’ troppo aggressivo, ma non c’è nessuna ricompensa El Tri.


1° minuto: Gli Yanks escono veloci dai cancelli e spingono il Messico in alto con i numeri. Memo Ochoa è costretto a intervenire entro i primi 60 secondi e ci sono segnali promettenti per gli Yanks in un’atmosfera scoraggiante.

Per inciso, il vantaggio di Panama sull’Honduras aggiunge pressione alla necessità di entrambe le squadre di creare spazio Los Canaleros in aggiunta l’uno all’altro.


21:44 ET: nervi? Sì, li abbiamo.

Hector Herrera potrebbe non essere più il miglior centrocampista infallibile della CONCACAF, ma ha molta esperienza in partite importanti all’Azteca contro una buona opposizione. Agli Yanks mancherà Weston McKennie ed è lui il pezzo che dà a Berhalter una posizione superiore nel mezzo del parco. Kellyn Acosta è bravo e Yunus Musah potrebbe essere molto bravo, ma il primo può essere irregolare e il secondo è piuttosto verde.


21:06 ET: Le formazioni sono fuori e non ci sono troppe sorprese considerando che sapevamo che Gregg Berhalter non avrebbe avuto accesso a Weston McKennie (piede), Brenden Aaronson (ginocchio), Sergiño Dest (bicipite femorale), Chris Richards (caviglia) e Matt Turner ( calcio).

McKennie e Aaronson hanno mancato la vittoria per 2-0 nell’incontro inverso, ma questo è un cast molto simile. La cattiva notizia è che l’assenza di Reggie Cannon è legata al COVID e Yedlin è l’unico difensore dedicato attualmente con la squadra. Forse Joe Scally potrebbe ricevere una chiamata?

Segui @AndyEdMLS
Segui @NicholasMendola

Leave a Comment