Ethan Crumbley, sospettato della sparatoria in una scuola del Michigan, dovrebbe rimanere in detenzione per adulti, affermano i pubblici ministeri

“Questo è qualcuno che vuole essere ricordato, e ha riflettuto su come vuole essere ricordato, non come qualcuno che ha avuto un impatto positivo sulla società, non come qualcuno che ha portato qualcosa di buono o significativo in tavola, ma vuole essere paragonato a personaggi del calibro di Hitler o [serial killer Jeffrey] Dahmer o l’assassino della scuola di Parkland”, ha detto Collins.

Gli avvocati di Crumbley, 15 anni, hanno affermato che essere ospitato all’Oakland County Children’s Village avrebbe migliorato il suo accesso all’istruzione e avrebbe servito meglio la sua salute mentale logora. Crumbley è estremamente isolato nella prigione della contea, ha detto l’avvocato difensore Paulette Loftin.

Il giudice della contea di Oakland Kwamé L. Rowe ha detto che entro la prossima settimana avrebbe deciso dove si sarebbe tenuto Crumbley.

I genitori di Crumbley, Jennifer e James Crumbley, sono detenuti nella stessa prigione del figlio con l’accusa di aver ignorato i suoi segnali di avvertimento e di aver evitato la sparatoria del 30 novembre. L’accusa ha ricevuto ampia attenzione perché è raro che i genitori vengano accusati in relazione a crimini presumibilmente commessi dai loro figli.

All’udienza di martedì, i pubblici ministeri hanno dipinto un’immagine di Crumbley come crudele, impenitente e talentuoso nel nascondere i suoi piani per danneggiare gli altri. Prima della sparatoria, ha delineato a un amico un piano per perseguitare, violentare, torturare e uccidere un compagno di classe, ha detto al giudice il procuratore Markeisha Washington. Nel diario di Crumbley, ha detto, ha scritto che intendeva arrendersi alla polizia dopo la sparatoria in modo da poter godere del dolore che aveva causato.

Collins ha affermato che Crumbley, accusato da adulto di omicidio e terrorismo, non è cambiato da quando è stato incarcerato. In una dimostrazione del suo desiderio di notorietà, ha detto, ha chiesto mentre era in prigione come poteva ottenere la sua “posta di fan” e “posta di odio”. A Crumbley piace il suo lato oscuro, ha sostenuto Collins.

“Permette alle persone di vedere chi vuole che vedano”, ha detto Washington. “E solo chi gli è vicino, come i suoi genitori, lo capirebbe o lo riconoscerebbe. È affascinato dalla violenza, dalle armi e dal vedere gli altri soffrire”.

Quel tipo di personalità potrebbe renderlo pericoloso in una struttura per minori, dove potrebbe avere influenza sui bambini a rischio e dove sarebbe più difficile monitorare le sue conversazioni con altre persone, ha detto Collins.

“Finarlo in una scuola, in una mensa, in un’aula scolastica con i giovani, proprio come si è divertito mentre aveva programmato per il giorno in cui si sarebbe tolto la maschera e avrebbe giustiziato quei compagni di classe, è un’ingiustizia che nessuno dovrebbe sopportare. ” lei disse.

Loftin ha affermato che il suo cliente stava avendo una crisi di salute mentale prima della sparatoria, comprese allucinazioni, e che nessuno lo ha aiutato. Gli avvocati di Crumbley hanno detto che intende presentare una difesa per follia.

Poiché la legge federale richiede la separazione tra minori e adulti in detenzione, ha detto Loftin, Crumbley interagisce raramente con qualcuno oltre ai suoi avvocati ed esiste in “estremo isolamento”.

“Per qualcuno che ha problemi di salute mentale, l’isolamento è orribile”, ha detto.

Nella prigione della contea di Oakland, Crumbley è tenuto in una cella di cemento con una porta di vetro, una finestra, una cuccetta singola e un bagno, il capitano. Thomas Bida dell’ufficio dello sceriffo della contea è stato testato. Gli è permesso fare telefonate, guardare la TV accanto al cellulare e usare un tablet con app per libri, inclusi alcuni libri di Harry Potter che ha letto, film, giochi e messaggi personali, ha detto Bida.

Quel tablet, ha detto Bida, ha un’app educativa associata a un’organizzazione senza scopo di lucro. Crumbley non ha ricevuto altro materiale didattico e non sta guadagnando crediti di scuola superiore.

I giovani del Villaggio dei bambini frequentano le lezioni, ma la responsabile della struttura, Heather Calcaterra, ha detto di avere diverse preoccupazioni sulla possibilità che Crumbley viva lì. Il centro ha una carenza di personale, ha detto, e non ha mai ospitato un residente accusato di aver ucciso persone in una scuola.

Calcaterra ha detto che era anche preoccupata che la presenza di Crumbley potesse traumatizzare altri residenti e che potesse essere un bersaglio.

“Questa è stata una situazione devastante”, ha detto della sparatoria. “E non sappiamo quale sia la presenza dell’imputato nel nostro campus, nelle aule, nelle unità, in che modo ciò possa innescare o avere un impatto su altri giovani della contea di Oakland”.

Jennifer Crumbley, 43 anni, e James Crumbley, 45 anni, dovrebbero comparire in tribunale giovedì per riprendere l’udienza nel loro caso. A febbraio 8, i pubblici ministeri hanno mostrato comunicazioni online tra la famiglia e gli altri intese a illustrare il comportamento preoccupante di Ethan Crumbley e l’attenzione dei suoi genitori sui propri problemi.

Ad un certo punto, come mostrano i messaggi, Crumbley ha mandato un messaggio a sua madre mentre era a casa da solo per dirle che aveva allucinazioni a un demone che lanciava ciotole. Jennifer Crumbley non ha riconosciuto i messaggi, hanno detto i pubblici ministeri. “Puoi almeno rispondere a un messaggio”, implorò Ethan Crumbley.

I pubblici ministeri hanno detto che i genitori di Crumbley erano indifferenti quando si sono incontrati con i consulenti scolastici la mattina della sparatoria per discutere del disegno di un corpo insanguinato e di un proiettile trovato sul compito di matematica del figlio. Rifiutandosi di portare Ethan Crumbley fuori dalla scuola, hanno detto i pubblici ministeri, James Crumbley ha ripreso a consegnare gli ordini di DoorDash e Jennifer Crumbley è tornata a lavorare in un ufficio immobiliare.

Quando hanno appreso della sparatoria ore dopo, James Crumbley è corso a casa per scoprire che mancava una pistola acquistata di recente, secondo una chiamata ai servizi di emergenza da lui effettuata. Jennifer Crumbley ha urlato ed è scappata dal suo ufficio, i suoi colleghi hanno messo alla prova. Più tardi quel giorno, ha scritto al suo capo: “Ho bisogno del mio lavoro, per favore non giudicarmi per quello che ha fatto mio figlio”.

“Sono rimasto sorpreso da quel messaggio”, ha testimoniato il suo capo, Andrew Smith. “Sono rimasto sorpreso che fosse preoccupata per il suo lavoro in quel momento. Pensavo che sarebbe stata più preoccupata per quello che stava succedendo”.

Leave a Comment