ESCLUSIVA I missili russi in Ucraina hanno un tasso di fallimento fino al 60%, affermano i funzionari statunitensi

Un missile è visto dopo un bombardamento, in mezzo all’invasione russa dell’Ucraina, a Kharkiv, Ucraina, 24 marzo 2022. REUTERS/Oleksandr Lapshyn

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

WASHINGTON, 25 marzo (Reuters) – I missili russi a guida di precisione stanno fallendo fino al 60% delle volte in Ucraina, hanno detto a Reuters tre funzionari statunitensi con conoscenza dell’intelligence sulla questione, una possibile spiegazione per gli scarsi progressi dell’invasione russa.

Da quando il presidente Vladimir Putin ha ordinato l’invasione dell’Ucraina lo scorso febbraio. 24, la Russia non è riuscita a raggiungere obiettivi di base come la neutralizzazione dell’aviazione ucraina nonostante le forze armate di gran lunga più grandi.

I funzionari statunitensi, che hanno parlato in condizione di anonimato a causa della sensibilità delle informazioni, non hanno fornito prove a sostegno della valutazione e non hanno rivelato cosa stesse esattamente guidando gli alti tassi di fallimento dei missili russi.

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

La Reuters non è stata in grado di verificare in modo indipendente le cifre.

Sebbene Reuters non sia in grado di determinare quale sarebbe un tasso di guasto standard per i missili da crociera lanciati dall’aria, due esperti intervistati da Reuters hanno affermato che qualsiasi tasso di guasto del 20% e oltre sarebbe considerato alto.

Il Cremlino afferma che quella che chiama “operazione militare speciale” verrà pianificata e che la Russia raggiungerà tutti i suoi obiettivi. Presenta gli Stati Uniti come un “impero delle bugie” che ha scatenato una guerra dell’informazione contro la Russia.

Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha rifiutato un commento immediato e ha suggerito a Reuters di rivolgersi al ministero della Difesa che non ha risposto immediatamente alle telefonate e a una richiesta scritta di commento.

Nei giorni scorsi il ministero della Difesa russo ha lodato la professionalità e la tecnologia missilistica delle forze armate. Dice che le affermazioni sui fallimenti sono propaganda fuorviante distribuita dai nemici della Russia guidati dagli Stati Uniti.

ERRORI MISSILI

Funzionari della difesa degli Stati Uniti hanno detto ai giornalisti questa settimana che il Pentagono stima che la Russia abbia lanciato più di 1.100 missili di ogni tipo dall’inizio della guerra. I funzionari statunitensi finora non hanno detto quanti di questi hanno raggiunto i loro obiettivi e quanti non sono riusciti a farlo.

Citando l’intelligence statunitense, tre funzionari statunitensi hanno affermato che gli Stati Uniti hanno stimato che il tasso di fallimento della Russia variava giorno per giorno, dipendeva dal tipo di missile lanciato e talvolta poteva superare il 50%. Due di loro hanno detto che ha raggiunto il 60%.

Uno dei funzionari ha affermato che l’intelligence ha mostrato che i missili da crociera lanciati dalla Russia avevano un tasso di guasto compreso tra il 20% e il 60%, a seconda del giorno.

La Russia è stata vista schierare due tipi di missili da crociera lanciati dall’aria in Ucraina, il Kh-555 e il Kh-101, secondo il Progetto di difesa missilistica del centro di studi strategici e internazionali.

I fallimenti possono includere qualsiasi cosa, da fallimenti di lancio a un missile che non esplode all’impatto.

Gli Stati Uniti ritengono che la Russia abbia lanciato missili da crociera lanciati dall’aria dallo spazio aereo russo all’inizio di questo mese quando ha attaccato una base militare ucraina vicino al confine polacco, e uno dei funzionari statunitensi ha detto a Reuters che c’era un tasso di fallimento particolarmente alto durante questo attacco. Lo sciopero ha ucciso 35 persone, secondo le autorità ucraine.

Gli attacchi missilistici sono stati una caratteristica dell’invasione russa, con la Russia che ha annunciato attacchi contro obiettivi militari, inclusi depositi di armi.

L’invasione ha ucciso migliaia di persone e ha allontanato dalle proprie case un quarto dei 44 milioni di ucraini. Il bombardamento ha colpito zone residenziali, scuole e ospedali nelle città ucraine tra cui Kharkiv e il porto assediato di Mariupol sul Mar d’Azov.

La Russia afferma che l’operazione era necessaria perché gli Stati Uniti stavano usando l’Ucraina per minacciare la Russia mentre i russofoni erano perseguitati in Ucraina. Mosca nega di prendere di mira i civili.

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Segnalazione di Phil Stewart; Segnalazione aggiuntiva di Guy Faulconbridge; Montaggio di Mary Milliken e Daniel Wallis; Montaggio di Toby Chopra

I nostri standard: i principi di fiducia di Thomson Reuters.

.

Leave a Comment