DeSantis spingerà attraverso la nuova mappa della Florida che porterà grandi guadagni GOP

La mossa di mercoledì è un segnale del potere che DeSantis esercita nello stato ora dominato dai repubblicani. La riorganizzazione dei distretti in Florida potrebbe contribuire a plasmare la composizione della Camera degli Stati Uniti almeno per il prossimo decennio.

Christian Ziegler, vicepresidente del Partito Repubblicano della Florida, ha elogiato la proposta sui social media, proclamando che DeSantis “non lascia che nessuna battaglia rimanga incombattuta per i conservatori”.

La mappa preparata dall’ufficio del governatore smantellerebbe il seggio della Florida settentrionale ora detenuto dal rappresentante. Al Lawson, un democratico nero, e invece creare nuovi distretti in tutta la regione che probabilmente eleggerebbero repubblicani. La mappa potrebbe potenzialmente portare a capovolgere il seggio nell’area di Tampa Bay ora detenuto dal Rep. Charlie Cristo, che non è alla ricerca di un nuovo mandato perché si candida a governatore. Il distretto centrale della Florida detenuto dalla Rep. Stefania Murphy diventerebbe anche un distretto favorevole al GOP.

Manny Diaz, presidente del Partito Democratico della Florida, ha affermato che la mappa sarebbe stata immediatamente contestata se adottata.

“È spaventoso, ma non sorprendente, che il legislatore repubblicano abbia abdicato al suo dovere costituzionale di redigere e passare le mappe del Congresso al governatore”, ha affermato Diaz in una nota. “Come dimostra la proposta mappa rilasciata oggi, il Gov. DeSantis è deciso a eliminare i seggi del Congresso in cui le comunità minoritarie della Florida hanno la possibilità di eleggere rappresentanti di loro scelta e sta imponendo le proprie preferenze politiche di parte sulla mappa del Congresso della Florida”.

In una nota sulla nuova mappa, Ryan Newman, consigliere generale di DeSantis, ha affermato che il piano di “compromesso” “elimina le infermità costituzionali federali identificate dal governatore e migliora diverse metriche relative alle mappe approvate dal legislatore”.

DeSantis ha affermato per settimane che l’attuale seggio di Lawson – che si estende da Jacksonville a appena ad ovest di Tallahassee – è in contrasto con le recenti decisioni della Corte Suprema degli Stati Uniti perché è stato disegnato per garantire l’elezione di un candidato nero. La nuova mappa presenta invece due nuovi distretti incentrati su Jacksonville che sono stati vinti dall’ex presidente Donald Trump.

la mappa del governatore non solo rimuove il distretto di Lawson, ma la sua proposta rifarebbe anche il seggio della Florida centrale nell’area di Orlando ora detenuto dal rappresentante. Val Demings quindi gli elettori bianchi costituirebbero la maggior parte degli elettori delle primarie democratiche, secondo l’analisi di Matthew Isbell, un consulente di dati democratici.

I legislatori repubblicani erano inizialmente riluttanti ad apportare grandi modifiche ai distretti detenuti dai democratici neri perché ciò poteva essere contrario agli standard dei distretti fieristici della Florida approvati dagli elettori. Tali standard sostengono che i distretti delle minoranze non possono essere “diminuiti” quando vengono ridisegnati.

Il presidente della ridistribuzione del Senato statale Ray Rodrigues (R-Estero), tuttavia, ha affermato in una nota inviata mercoledì ai senatori che “ho stabilito che la mappa del governatore riflette gli standard che il Senato può supportare”.

Rappresentante di Stato Anna Eskamani (D-Orlando) ha ribattuto che “questa mappa è spazzatura ed è un assalto diretto ai distretti fieristici che gli elettori della Florida hanno approvato in modo schiacciante sostenuto un decennio fa e non sopporterebbe nemmeno l’adunata legale federale”.

Durante la sessione legislativa del 2022, i legislatori hanno deciso di avere un processo di riorganizzazione dei quartieri più agevole rispetto al decennio precedente. In definitiva la mappa del Congresso in uso negli ultimi sei anni è stato messo in atto dalla Corte Suprema della Florida dopo che la corte ha ritenuto che il processo fosse stato contaminato da “intenti incostituzionali” di favorire i repubblicani e gli incumbent.

Ma DeSantis – rompendo con il modo in cui i precedenti governatori repubblicani hanno gestito la riorganizzazione dei distretti – a gennaio ha proposto le sue mappe che richiedevano lo smantellamento di due seggi ora detenuti dai democratici neri. La Florida ha ottenuto un seggio al Congresso nel 2022 a causa della crescita della popolazione per un totale di 28. I repubblicani hanno un vantaggio di 16-11, ma una mappa approvata lungo le linee del partito e inviata a DeSantis avrebbe aumentato il numero di seggi conquistati da Trump nel 2020 per 18.

Il governatore ha posto il veto alla proposta in parte perché includeva ancora un distretto di accesso delle minoranze nell’area di Jacksonville.

Questa settimana, il presidente della Camera dello stato Chris Sprowls e lo stato Il presidente del Senato Wilton Simpson ha detto ai loro membri che non stavano elaborando la propria proposta e avrebbero invece accettato qualsiasi cosa DeSantis avesse proposto.

I democratici, che sono in inferiorità numerica sia alla Camera che al Senato dello stato, possono fare ben poco per impedire ai repubblicani di muoversi attraverso la loro nuova mappa durante la sessione speciale.

Stato Sen. Annette Taddeo (D-Miami), una candidata alla carica di governatore, ha dichiarato mercoledì che i democratici dovrebbero boicottare l’intera sessione, anche se non è chiaro quanti seguiranno il suo esempio. “È un peccato che il presidente del Senato e il presidente della Camera non siano riusciti a mettere insieme una spina dorsale per resistere a DeSantis”, ha detto in una nota. “Chiamo il resto dei miei colleghi democratici nella legislatura di unirsi a me nel cojones caucus”.

Leave a Comment