DeSantis corteggia ulteriori polemiche onorando il nuotatore che è arrivato secondo a Lia Thomas

Il governatore repubblicano, già coinvolto in una rissa con la Disney per il cosiddetto disegno di legge “Don’t Say Gay” dello stato, ha affermato che la NCAA sta “perpetuando una frode” e ha dichiarato Emma Weyant, matricola dell’Università della Virginia e nativa della Florida, la “legittima vincitore” della gara.
Weyant aveva chiuso a circa 1,75 secondi dietro Thomas, che è arrivato a personificare il discorso in corso sulla partecipazione delle donne trans allo sport e l’equilibrio tra inclusione e fair play.

“La NCAA sta fondamentalmente facendo sforzi per distruggere l’atletica leggera femminile”, ha detto il governatore repubblicano in una conferenza stampa. “Stanno cercando di minare l’integrità della concorrenza e incoronare qualcun altro”.

La NCAA attualmente richiede che le atlete trans abbiano un anno di terapia ormonale sostitutiva (HRT) per essere autorizzate a partecipare agli sport femminili. Thomas ha detto di aver iniziato la terapia ormonale sostitutiva a maggio 2019 e di essersi dichiarata trans in autunno e la NCAA ha approvato la sua partecipazione al campo femminile.
La proclamazione di martedì arriva sullo sfondo della resa dei conti di DeSantis con la Disney sul controverso disegno di legge della Florida che vieterebbe le lezioni in classe sull’orientamento sessuale e l’identità di genere prima della quarta elementare. Il giorno dopo che il CEO della Disney Bob Chapek ha condannato pubblicamente la legislazione – che DeSantis ha detto che firmerà in legge – il governatore della Florida ha strappato la Disney come una “società sveglia” in una stanza di sostenitori.

A differenza dei precedenti leader del GOP, DeSantis è rimasto impassibile di fronte alle pressioni aziendali o alle minacce di boicottaggio economico sulle politiche divise. Piuttosto, ha guadagnato un seguito nazionale appoggiandosi ai combattimenti, indipendentemente da chi è sul lato ricevente – una strategia che era in piena mostra martedì quando è entrato nel dibattito acceso dalla vittoria di Thomas nell’evento stile libero da 500 yard femminili.

“In Florida, rifiutiamo queste bugie e riconosciamo Emma Weyant di Sarasota come la migliore nuotatrice femminile nei 500 stile libero”, ha detto in un tweet.

Mentre il sesso è una categoria che si riferisce ampiamente alla fisiologia, il genere di una persona è un innato senso di identità. I fattori che concorrono a determinare il sesso elencato su un certificato di nascita possono includere anatomia, genetica e ormoni, e vi è un’ampia variazione naturale in ciascuna di queste categorie. Per questo motivo, i critici hanno affermato che il linguaggio del “sesso biologico”, come usato nella proclamazione di DeSantis, è eccessivamente semplicistico e fuorviante.

Un rapporto del 2017 sulla rivista Sports Medicine che ha esaminato diversi studi correlati non ha rilevato “nessuna ricerca diretta o coerente” sulle persone trans che hanno un vantaggio atletico rispetto ai loro coetanei cisgender, in qualsiasi stato della loro transizione, e i critici affermano che posture come quella di DeSantis aggiungeranno solo alla discriminazione che devono affrontare le persone trans, in particolare i giovani trans.

Tuttavia, il dibattito sull’inclusione degli atleti transgender, in particolare donne e ragazze, è diventato un punto critico politico negli ultimi anni, soprattutto tra i conservatori.

Finora quest’anno, Iowa e South Dakota hanno approvato una legislazione che vieta alle donne e alle ragazze transgender di partecipare a squadre sportive coerenti con il loro genere in scuole e college accreditati. E l’anno scorso, Alabama, Arkansas, Florida, Mississippi, Montana, Tennessee, Texas e West Virginia hanno emanato divieti sportivi simili, facendo infuriare i sostenitori LGBTQ, che sostengono che i conservatori stanno creando un problema dove non ce n’è uno.

.

Leave a Comment