Da Malik Willis a Kyle Hamilton, i potenziali clienti del Draft NFL potrebbero essere raggiunti e rubati

Il Draft NFL è una creatura instabile, ed è sempre il caso che ci siano sia sorprese alla fine del round che si trasformano in titolari a lungo termine sia sballti al primo round che non restano a lungo. La valutazione è una scienza imperfetta, dopo tutto.

Ma a volte, la valutazione non è necessariamente colpa. Invece, l’attenzione laser di uno specifico front office su un particolare potenziale cliente è in contrasto con la più ampia comunità di draft. Questo accade spesso vicino alla cima del draft poiché giocatori come Blake Bortles, Baker Mayfield, Mitchell Trubisky e Sam Darnold sono andati tutti molto più avanti del loro grado di consenso. Succede anche in altre posizioni, poiché le squadre non sono state d’accordo quando hanno scelto giocatori come Clelin Ferrell, Dante Fowler, Justin Gilbert ed Ereck Flowers.

Ovviamente, questo non significa necessariamente che le squadre abbiano torto a pensare come fanno. Josh Allen, Kyler Murray e Patrick Mahomes sono stati tutti arruolati prima del consenso. Al di fuori del quarterback, anche giocatori come Ryan Kelly, Byron Jones, Kolton Miller e Garrett Bolles si sono dimostrati dei giocatori giustificabili.

Ma sembra che, il più delle volte, i giocatori draftati molto prima di quel consenso tendano a sottoperformare. Le due squadre che sono state più fuori dal consenso negli ultimi anni sono state i New England Patriots e i Seattle Seahawks, due franchigie con eccellenti storie recenti sul campo ma non nella draft room, dove hanno prodotto diverse classi mediocri.

Non sappiamo cosa faranno le squadre nel draft, ma quelle con le orecchie a terra hanno un’idea di cosa potrebbe succedere in vari punti. Utilizzando queste informazioni, sono state prodotte dozzine di bozze fittizie e possiamo confrontare quei dati, raccolti da Benjamin Robinson a Grinding the Mocks, per vedere quali giocatori vengono presi in giro più o meno del loro voto di consenso. Vediamo se riusciamo a trovare qualche furto o mettere in guardia sui potenziali risultati nel Draft NFL 2022:

Ruba

Kyle Hamilton, S, Notre Dame (n. 4 per consenso, n. 10 per derisione)

È piuttosto raro vedere un giocatore identificato come un furto che potrebbe ancora essere arruolato tra i primi 10, ma è esattamente quello che sta succedendo alla sicurezza di Notre Dame Kyle Hamilton. I suoi deludenti tempi di corsa di 40 yard alla mietitrebbia NFL e la sua giornata da professionista sembrano aver spaventato i pronostici rendendo Hamilton con una scelta tra i primi cinque, accontentandosi invece di lasciarlo cadere in media al 10° posto. Hamilton è una safety che sfrutta la sua capacità di raggiungere rapidamente ogni punto del campo, e la sua impressionante gamma lo ha fatto saltare in alto prima del processo di draft offseason. Il lento scatto di 40 yard non ha scoraggiato i valutatori, ma potrebbe scoraggiare le squadre.

Cole Strange, OL, Chattanooga (n. 68 per consenso, n. 115 per derisione)

Uno dei guardalinee più atletici della classe, Strange ha molteplici ostacoli sulla sua ascesa nella NFL. Il primo è che secondo la maggior parte degli analisti dovrebbe giocare al centro, ma ha giocato in quella posizione solo per una partita in sei anni di football universitario. Non solo, la sua età (23,7 anni il giorno del draft), il livello di competizione e la relativa mancanza di potere potrebbero spaventare alcune squadre della NFL. Ma i suoi allenamenti e il suo atletismo hanno comunque impressionato i valutatori.

Damone Clark, LB, LSU (n. 97 per consenso, n. 192 per derisione)

Non sorprende vedere questa scissione data la notizia che Clark sarà sottoposto a un intervento chirurgico alla colonna vertebrale che probabilmente gli impedirà di giocare nel 2022. Alcune schede devono ancora incorporare queste informazioni, ma quelle che spesso mettono Clark un po’ più avanti rispetto a dove va in finte bozze. Sebbene sia un talento al secondo turno con abilità di inseguimento, le squadre potrebbero preoccuparsi di perdere il suo primo anno di contratto da rookie e avere preoccupazioni a lungo termine sulla durata. Ma altre squadre potrebbero usarlo per balzare su di lui prima.

Tyler Allgeier, RB, BYU (n. 118 per consenso, n. 225 per derisione)

La posizione 225 nella classifica delle bozze fittizie ci dice essenzialmente che spesso non è apparso nelle bozze fittizie, anche in quelle di grandi dimensioni. Tuttavia, analisti come Allgeier, il quarto running back nel board di Dane Brugler. Allgeier è un dorso più grande che ha testato bene al di fuori del trattino di 40 yard. Suona esattamente come dovrebbe giocare un dorso con il suo set di strumenti atletici, con potenza e pazienza, e valutatori del genere. Ma non sono convinti che la NFL si innamorerà. Dato il numero di squadre della NFL che stanno ora tentando di progettare giochi in esecuzione per produrre grandi pezzi piuttosto che brevi yardage, questo potrebbe essere un giudizio accurato.

Alex Wright, Edge, UAB (n. 125 per consenso, n. 206 per derisione)

A volte, quando un insieme di tratti è raro in una classe, può spingere un giocatore in alto nel draft. Per Alex Wright, questa è la sua flessibilità, dimensione, lunghezza e potenza. Molti edge rusher in questa classe hanno dimensioni e potenza, ma la capacità di Wright di piegare e piegare i contrasti potrebbe essere ciò che gli fa guadagnare voti favorevoli dagli analisti del progetto. Si è infortunato alla mietitrebbia NFL, quindi non abbiamo una serie completa di allenamenti, ma agli analisti è piaciuto quello che hanno visto. Ma potrebbero anche vedere un giocatore infortunato che deve crescere prima di poter contribuire in modo significativo e lasciarlo cadere nelle loro finte bozze.

JT Woods, S, Baylor (n. 140 per consenso, n. 219 per derisione)

Woods, uno dei giocatori più veloci nel draft indipendentemente dalla posizione, aggiunge altezza e lunghezza a quel profilo atletico, oltre a test fenomenali in ogni categoria. Ha giocato ogni ruolo nella difesa di Baylor e potrebbe passare dalla sicurezza all’angolo a seconda della squadra. In caso contrario, si proietta in un ruolo di sicurezza gratuito in modo che la sua struttura leggera non diventi un ostacolo nel gioco di corsa. Detto questo, è meglio contro la corsa che in copertura nonostante la sua eccellente produzione di palla (otto deviazioni di passaggi, sei scelte l’anno scorso) e quell’incertezza potrebbe spingerlo a fondo nel draft.

Raggiunge

Travon Walker, Edge, Georgia (n. 9 per consenso, n. 2 per derisione)

I rapporti continuano a trapelare sul fatto che Walker sia probabilmente una delle prime cinque scelte nel draft nonostante sia il raro edge rusher nei primi tre round ad avere meno di 10 licenziamenti del college in carriera. Ormai, i fan hanno sentito abbastanza dei dibattiti che circondano Walker, il cui incredibile atletismo si traduce bene nella posizione di edge-rusher. Sembra che alla NFL piaccia sicuramente, e anche ai valutatori di terze parti. Ma a loro non piace tanto quanto pensano che piace alla NFL e lo hanno inserito appena nella top 10.

Malik Willis, QB, Libertà (n. 29 per consenso, n. 9 per derisione)

I quarterback vengono sempre spinti su queste schede e alcuni di loro hanno successo in grandi modi, ma anche per quegli standard, sembra che Willis stia ricevendo un po’ più di attenzione di quanto meriti. Un atleta fantastico che ha uno sviluppo significativo davanti a sé, Willis potrebbe essere spinto in alto a causa del successo dei quarterback “dal soffitto alto” prima di lui – e perché è una classe di quarterback relativamente debole. Gli analisti sono stati generalmente pessimisti sul valore che alla fine fornirà, ma hanno previsto che andasse abbastanza in alto. In generale, quest’anno ogni quarterback è stato spinto verso l’alto e il consenso sarà più basso su di loro rispetto alle prese in giro, ma Willis è l’esempio più chiaro.


Il quarterback di Liberty Malik Willis è un giocatore che potrebbe essere scelto molto prima della sua valutazione di consenso. (Robert McDuffie/USA Today)

Tyler Smith, OT, Tulsa (n. 49 per consenso, n. 30 per derisione)

Con una delle aperture alari più lunghe del draft, Smith è il tipo di giocatore di alto livello che a volte può causare disaccordo tra gli analisti, soprattutto dato il suo numero elevato di penalità e la scarsa tecnica. Aggiungi il fatto che non ha giocato contro molti rusher di alto livello, ed è comprensibile il motivo per cui alcuni analisti lo disapprovano. Ma si muove bene e ha un fisico impressionante per accompagnarlo. Questo a volte può essere sufficiente per una NFL per comprare sul soffitto e catturarlo presto.

Cam Taylor Britt, NCB, Nebraska (n. 101 per consenso, n. 67 per derisione)

Brugler ha già spiegato perché pensa che Taylor-Britt andrà più in alto di quanto gli analisti lo classificano. Taylor-Britt è un giocatore straordinariamente fisico con una struttura completa che si è dimostrato straordinariamente bene in quasi tutti gli allenamenti e ha una lunga storia di produzione con la palla. Ma c’è qualche dubbio sulla posizione che alla fine giocherà nella NFL, e se giocherà esclusivamente nello slot, è destinato a cadere. In caso contrario, potrebbe essere relegato in sicurezza, spesso in una posizione meno privilegiata.

Justin Ross, WR, Clemson (n. 113 per consenso, n. 82 per derisione)

Dopo una grande stagione da matricola, Ross non è riuscito a mantenere il suo clamore e si è trasformato in una star. L’operazione alla colonna vertebrale che gli ha fatto saltare la stagione 2020 è stata un’altra bandiera rossa per alcuni analisti del draft che non hanno visto un ritorno alla forma nel 2021. Ma la NFL ha mostrato la volontà di ignorare l’ultimo anno di produzione e utilizzare un picco livello di prestazioni di alcuni anni prima – pensa Jadeveon Clowney, Walker Little e Laquon Treadwell tra gli altri. Quindi, non è una sorpresa vedere qualcuno come Ross preso in giro prima di essere classificato nei draft board.

(Foto in alto di Kyle Hamilton: Brandon Sloter/Icon Sportswire via Getty Images)

.

Leave a Comment