Crescono le preoccupazioni per gli errori di calcolo con la Russia mentre le truppe statunitensi si accumulano vicino all’Ucraina

Nei prossimi giorni, ci saranno circa 7.000 soldati statunitensi e aerei mobilitati negli stati baltici, in Polonia, in Romania e in altri siti lungo il confine orientale della NATO poiché continuano a crescere le indicazioni che la Russia intende lanciare un’invasione su vasta scala in Ucraina, dice il Pentagono.

Sebbene le truppe americane non abbiano il compito di fare altro che addestrarsi con gli alleati, il potenziale per la Russia di impegnarsi inavvertitamente con le forze NATO nel corso della sua invasione apre la possibilità che le forze statunitensi possano essere obbligate a difendere i paesi partner.

Il presidente Vladimir Putin non ha dato l’ordine di invadere, mercoledì il portavoce del Dipartimento della Difesa John Kirby ha detto ai giornalisti, “ma stai arrivando davvero a un buon punto, che è il potenziale ― se decide di andare alla grande in Ucraina, quello mette le forze militari russe proprio contro il fianco orientale della NATO, il suo fianco occidentale”.

“E questo è un fianco orientale, tra l’altro, che continueremo a rafforzare e rendere più pronto”, ha aggiunto. “E così entri in un potenziale di errori di calcolo e di comunicazione errata.”

La panoramica mostra il dispiegamento di gruppi di battaglia e artiglieria vicino a Golovchino, Russia, 12 febbraio 23, 2022 (immagine satellitare ©2022 Maxar Technologies)

La panoramica mostra l'artiglieria trainata in un convoglio militare vicino a Golovchino, Russia, 20 febbraio  23, 2022 (immagine satellitare ©2022 Maxar Technologies)

La panoramica mostra l’artiglieria trainata in un convoglio militare vicino a Golovchino, Russia, 20 febbraio 23, 2022 (immagine satellitare ©2022 Maxar Technologies)

La panoramica mostra parte di un convoglio militare che si sposta a sud vicino a Golovchino, in Russia, il 2 febbraio.  23, 2022 (immagine satellitare ©2022 Maxar Technologies)

La panoramica mostra parte di un convoglio militare che si sposta a sud vicino a Golovchino, in Russia, il 2 febbraio. 23, 2022 (immagine satellitare ©2022 Maxar Technologies)

La panoramica mostra il dispiegamento di gruppi tattici a Krasnaya Yaruga, in Russia, il 2 febbraio.  23, 2022 (immagine satellitare ©2022 Maxar Technologies)

La panoramica mostra il dispiegamento di gruppi tattici a Krasnaya Yaruga, in Russia, il 2 febbraio. 23, 2022 (immagine satellitare ©2022 Maxar Technologies)

La panoramica mostra le truppe e l'equipaggiamento militare a Krasnaya Yaruga, Russia, 2 febbraio  23, 2022 (immagine satellitare ©2022 Maxar Technologies)

La panoramica mostra le truppe e l’equipaggiamento militare a Krasnaya Yaruga, Russia, 2 febbraio 23, 2022 (immagine satellitare ©2022 Maxar Technologies)

La panoramica mostra le truppe e l'equipaggiamento militare a Kupino, in Russia, 12 febbraio.  23, 2022 (immagine satellitare ©2022 Maxar Technologies)

La panoramica mostra le truppe e l’equipaggiamento militare a Kupino, in Russia, 12 febbraio. 23, 2022 (immagine satellitare ©2022 Maxar Technologies)

La panoramica mostra truppe ed equipaggiamenti militari aggiuntivi a Kupino, in Russia, 2 febbraio.  23, 2022 (immagine satellitare ©2022 Maxar Technologies)

La panoramica mostra truppe ed equipaggiamenti militari aggiuntivi a Kupino, in Russia, 2 febbraio. 23, 2022 (immagine satellitare ©2022 Maxar Technologies)

La panoramica mostra gli schieramenti militari a nord-est di Vuluyki, in Russia, il 2 febbraio.  23, 2022 (immagine satellitare ©2022 Maxar Technologies)

La panoramica mostra gli schieramenti militari a nord-est di Vuluyki, in Russia, il 2 febbraio. 23, 2022 (immagine satellitare ©2022 Maxar Technologies)

La panoramica mostra l'artiglieria semovente a nord-est di Vuluyki, in Russia, il 2 febbraio.  23, 2022 (immagine satellitare ©2022 Maxar Technologies)

La panoramica mostra l’artiglieria semovente a nord-est di Vuluyki, in Russia, il 2 febbraio. 23, 2022 (immagine satellitare ©2022 Maxar Technologies)

La panoramica mostra le truppe e le attrezzature di supporto a nord-est di Vuluyki, in Russia, il 2 febbraio.  23, 2022 (immagine satellitare ©2022 Maxar Technologies)

La panoramica mostra le truppe e le attrezzature di supporto a nord-est di Vuluyki, in Russia, il 2 febbraio. 23, 2022 (immagine satellitare ©2022 Maxar Technologies)

Kirby ha rifiutato di speculare su quale leader militare statunitense avrebbe contattato la Russia in caso di ulteriore invasione per comunicare eventuali movimenti tattici sul terreno che potrebbero influenzare le forze dall’altra parte del confine ucraino.

“Semplicemente non siamo ancora arrivati, che possiamo parlare di specifici meccanismi di deconflitto, e speriamo che non ce ne sia bisogno”, ha detto.

La Casa Bianca ha ribadito mercoledì che il coinvolgimento delle truppe statunitensi in Ucraina è ancora fuori discussione, indipendentemente dal fatto che la Russia spinga la sua invasione a Kiev e oltre.

“Sono diversi passi lungo la strada. ma quello che ti dirò è che il presidente è stato cristallino e coerente”, ha detto ai giornalisti la portavoce Jen Psaki. “Non sta inviando truppe statunitensi a combattere in Ucraina. Questo non è cambiato”.

Circa l’80% degli oltre 150.000 soldati russi ammassati lungo il confine ucraino sono pronti ad attaccare, ha detto ai giornalisti mercoledì un alto funzionario della difesa.

Le capacità a terra includono sistemi missilistici offensivi e forze di terra, oltre a più di due dozzine di navi nel Mar Nero, la maggior parte delle quali sono combattenti di superficie, ha affermato il funzionario.

Gli elicotteri d’attacco statunitensi, gli F-35 e la fanteria si dirigono verso i Paesi baltici durante l’invasione dell’Ucraina

«Ha la capacità di missili balistici schierati. Ha armature, artiglieria, sicuramente fanteria. Ha delle forze speciali”, ha detto. “E valutiamo oggi che è vicino al 100% di tutte le forze che prevedevamo che si sarebbe trasferito”.

Il Pentagono è d’accordo con la valutazione della Casa Bianca secondo cui è iniziata un’invasione, ha detto il funzionario, ma non è stato in grado di confermare se, o quante altre truppe russe fossero entrate in territorio ucraino precedentemente non occupato.

Gli Stati Uniti si sono impegnati a inviare più equipaggiamento militare in Ucraina, ha affermato il funzionario, ma potrebbe dover rivalutare come verrà consegnato, se la Russia chiuderà lo spazio aereo del paese.

“Ci sono diversi modi in cui puoi aiutare a fornire supporto e stiamo esplorando questi modi, nel caso in cui il trasporto aereo non sia possibile”, ha affermato il funzionario.

Ma potrebbe essere necessario un cambio di programma in termini di raccolta di informazioni con voli sull’Ucraina.

“Continueremo a cercare di avere quanta più visibilità possibile il più a lungo possibile”, ha affermato. “La sicurezza dei nostri equipaggi aerei sarà ovviamente fondamentale e [of] anche i nostri beni, perché non tutti i beni sono presidiati”.

“E se va in grande stile ed è in grado di possedere e manipolare lo spazio aereo, allora ovviamente cambierà molto del nostro calcolo”, ha aggiunto.

I soldati dell’82a divisione aviotrasportata in Polonia, quasi 5.000 di loro, sono pronti ad accogliere i rifugiati americani in “diverse località della Polonia”, ha detto il funzionario, sebbene non proprio al confine.

“Non abbiamo visto un numero significativo di cittadini americani attraversare”, ha detto. “Ora potrebbe cambiare, non lo sappiamo. Si spera che tutti abbiano seguito il consiglio del Dipartimento di Stato e del presidente e abbiano lasciato l’Ucraina”.

Loro e le altre truppe di stanza lungo il fronte della NATO trascorreranno le loro giornate in addestramento congiunto con gli alleati, ha detto il funzionario. Per le unità aeronautiche, ciò includerà il tipo di sortite di competenza che farebbero nelle loro stazioni di origine.

“Sono lì per le capacità di rassicurazione e deterrenza”, ha detto il funzionario. “Non ho dubbi che faranno addestramento congiunto con le nazioni ospitanti, e sai, missioni di addestramento in volo e permanenza in aria”.

Leave a Comment