Come la repubblicana Suzanne Harp, sostenuta da Trump, ha denunciato la relazione del rivale “Rino” Van Taylor con “Isis Bride” Tania Joya

“Uomo di famiglia. Uomo d’affari. Marina degli Stati Uniti”.

Ecco come Rep. Van Taylor, un repubblicano del Texas in corsa per un terzo mandato al Congresso, si descrive sul sito web della sua campagna. Ma mercoledì pomeriggio, Taylor ha confessato una relazione extraconiugale durata nove mesi con un ex jihadista che è stato portato via in Siria dal suo defunto marito nel 2013, guadagnandosi il soprannome di “sposa dell’ISIS”.

“Circa un anno fa, ho commesso un errore orribile che ha causato profondo dolore e dolore tra coloro che amo di più in questo mondo”, ha scritto Taylor, padre di tre ragazze, in un’e-mail ai sostenitori dopo che è stata diffusa la notizia della sua relazione con Tania Joya, il cui primo marito, un texano di nome John Georgelas, si convertì all’Islam e combatté per lo Stato Islamico sotto il Nome di guerra Yahya Abu Hassan.

“Ho avuto una relazione, era sbagliata ed è stato il più grande fallimento della mia vita”, ha continuato l’e-mail di Taylor, informando i suoi elettori che avrebbe abbandonato la sua candidatura per la rielezione. “Voglio scusarmi per il dolore che ho causato con la mia indiscrezione, soprattutto a mia moglie Anne e alle nostre tre figlie. Da mesi, Anne ed io lavoriamo per riparare le cicatrici lasciate dalle mie azioni. Sono indegno, ma eternamente grato per il suo amore e il suo perdono”.

Taylor, un conservatore sostenuto dalla NRA, è uno dei soli quattro repubblicani del Texas che hanno rifiutato la cosiddetta grande bugia di Donald Trump, in cui continua ad affermare falsamente che le elezioni presidenziali del 2020 gli sono state rubate. Con i primi rapporti sulla sua relazione che sono usciti circa 36 ore prima dell’apertura delle urne, è sceso appena al di sotto della soglia del 50% per evitare un ballottaggio alle primarie di martedì, con il 49% dei voti. La sua decisione di ritirarsi lascia il secondo classificato Keith Self, un ex giudice della contea di Collin, come presunto candidato del GOP nel distretto profondamente rosso per le elezioni generali di novembre contro il democratico Sandeep Srivastava.

La scossa è arrivata pochi giorni dopo che una terza candidata repubblicana, Suzanne Harp, una banchiera appoggiata da Trump e che ha definito la sua missione come “Difendere il Texas dalla sinistra radicale e dai repubblicani RINO”, ha contribuito a smascherare la vicenda, secondo Joya.

Joya dice di essersi messa in contatto con Harp giovedì scorso, dopo essersi stancata di vedere i cartelloni pubblicitari della campagna di Taylor in giro per la città.

“Tutto quello che volevo era che Suzanne Harp dicesse semplicemente: ‘Ehi, conosco il tuo piccolo scandalo con Tania Joya. Vorresti dimetterti prima che ti mettiamo in imbarazzo?'”, ha detto Joya Il notiziario mattutino di Dallas. “Ma non è andata così”.

Invece, Harp si sente un sostenitore per incontrare Joya, che ha messo a nudo la sua anima in un’intervista registrata di 35 minuti pubblicata online domenica sera da National File, un sito di notizie di estrema destra accusato dai media tradizionali di pubblicare spesso affermazioni pretestuose. Joya ha condiviso messaggi di testo con lo sbocco che Taylor aveva inviato durante la loro relazione, incluso uno che diceva: “Voglio un lavoro lungo e lento mentre bevo un drink, poi mi fai una gola profonda mentre mi accarezzi il cazzo e io sborro le tue tonsille”.

Taylor, Joya e Harp, che sono arrivate terze alle primarie, non hanno risposto immediatamente alle richieste di commento di The Daily Beast mercoledì.

Joya e Taylor si sono incontrati per la prima volta attraverso un programma anti-estremismo a cui Joya stava lavorando dopo essere tornata dalla Siria e aver deciso di aiutare a “riprogrammare” le persone suscettibili alla radicalizzazione. Joya ha detto di aver detto a Taylor che lo trovava attraente e i due si sono scambiati i numeri di telefono.

Joya e Taylor sono presto diventate fisicamente intime, ha detto a National File. Taylor sapeva che Joya stava lottando finanziariamente e si è offerta di acquistare la sua casa per $ 600.000, secondo il punto vendita. Secondo quanto riferito, ha anche aiutato Joya a redigere un piano aziendale per una palestra che sperava di aprire. In un’intervista con l’agenzia di stampa di estrema destra Breitbart pubblicata lunedì, Joya ha detto che Taylor le ha pagato $ 5.000 lo scorso giugno in cambio del silenzio sulla loro relazione.

Parlando con Il notiziario mattutino di DallasHarp ha definito “scioccante” la relazione tra Taylor e Joya.

“Suzanne considera il suo risultato più significativo crescere e istruire a casa i suoi quattro figli secondo i valori giudeo cristiani con suo marito, Bill, di 27 anni”, secondo il sito web della campagna di Harp. “Hanno educato con cura i quattro ragazzi a coltivare una relazione con il Signore studiando la Parola di Dio insieme ai grandi filosofi per sviluppare una visione del mondo biblica, una profonda comprensione della Costituzione e le benedizioni di essere americani”.

Taylor ha conseguito la laurea ad Harvard, quindi è entrato a far parte del Corpo dei Marines degli Stati Uniti. Ha continuato a guadagnare un MBA ad Harvard mentre prestava servizio nella Riserva del Corpo dei Marines, quindi ha lanciato una carriera nella finanza immobiliare. Durante la sua permanenza nel Corpo, che includeva un dispiegamento in Iraq, Taylor ha detto di aver guadagnato il Combat Action Ribbon, la Presidential Unit Citation e la Navy Commendation Medal con “V” al valore.

Non è noto se Taylor abbia intenzione di scontare il resto del suo mandato, che terminerà a gennaio 2023.

.

Leave a Comment