Come Biden sta cercando di abbassare i prezzi del carburante con l’etanolo a base di mais

Con i prezzi che continuano a salire e le elezioni di medio termine che si avvicinano, l’amministrazione Biden sta cercando un modo per frenare l’inflazione per gli americani stanchi di spendere.

Ora una nuova politica sta arrivando da un luogo inaspettato: l’Agenzia per la protezione dell’ambiente.

L’amministrazione ha annunciato martedì che consentirà la vendita di benzina miscelata con livelli più elevati di etanolo durante l’estate. La mossa darà ad alcuni conducenti un’opzione di carburante più economica quando fanno il pieno. Ma bruciare più biocarburanti a base di mais può avere un costo per l’ambiente.

Cosa sta facendo l’amministrazione Biden?

Il piano prevede la revoca del divieto estivo sulla vendita di miscele di benzina a più alto contenuto di etanolo, note come E15.

La mossa dell’amministratore dell’EPA Michael Regan consentirebbe la vendita di benzina contenente tutto l’anno 15 per cento di etanolo, che proviene da mais e altri materiali vegetali. La maggior parte della benzina bruciata negli Stati Uniti ha concentrazioni più basse di etanolo.

Mirando a una vittoria politica, il presidente Biden ha parlato martedì in un impianto di produzione di bioetanolo nell’Iowa, il principale stato di coltivazione del mais del paese. Mettere l’etanolo nella benzina è popolare tra gli agricoltori del Midwest, ma generalmente è criticato dagli ambientalisti e dalle compagnie petrolifere.

“Sono qui oggi per parlare del lavoro che stiamo facendo per abbassare i costi per le famiglie americane e mettere l’America rurale al centro dei nostri sforzi per costruire un futuro made in America”, ha detto Biden.

Il 12 aprile il presidente Biden ha affermato che l’EPA consentirà la vendita di una miscela di benzina che include il 15% di etanolo questa estate per fornire sollievo alla pompa. (Video: The Washington Post, Foto: The Washington Post)

L’annuncio arriva in mezzo a un’ondata di azioni da parte della Casa Bianca e della Federal Reserve per tenere sotto controllo l’inflazione.

Ma il discorso di Biden è arrivato poche ore dopo che il Bureau of Labor Statistics ha annunciato un aumento dell’8,5% dei prezzi a marzo rispetto a un anno fa, spinto in parte da un aumento dei costi energetici.

Questo alleggerirà davvero i prezzi del carburante?

Un po. Per i conducenti, l’acquisto di benzina con più etanolo miscelato potrebbe far risparmiare in media a una famiglia 10 centesimi per gallone, stimano i funzionari di Biden, con sconti maggiori disponibili in alcuni negozi.

Pavel Molchanov, un analista energetico con Raymond James, ha fissato il risparmio a circa 5 centesimi al gallone. “Non molto, ma ogni piccola parte aiuta”, ha detto.

Ma E15 non è disponibile per tutti i conducenti. Solo circa 2.300 stazioni vendono il carburante, in 30 stati. E le auto più vecchie, che spesso sono le più grandi consumatrici di benzina, non possono usarlo. Solo i veicoli realizzati negli ultimi due decenni possono bruciarlo in sicurezza.

Inoltre, la mossa non affronta il motivo per cui il petrolio è così scarso e i prezzi del carburante sono così alti: l’interruzione del petrolio proveniente dalla Russia dopo l’invasione dell’Ucraina, nonché gli effetti persistenti della pandemia di coronavirus.

Secondo AAA, martedì il prezzo di un gallone di benzina era in media di $ 4,10, un aumento del 43 percento rispetto a un anno fa.

“Non esiste una bacchetta magica”, ha affermato Patrick De Haan, analista petrolifero di GasBuddy. “Non c’è modo di spostare l’ago in modo abbastanza significativo da portare i prezzi ai livelli pre-covid”.

Questo sarà dannoso per l’ambiente?

La decisione comporta alcuni rischi per l’ambiente e la salute.

Dopotutto, il divieto originale sulle vendite di E15 tra il 1 giugno e il 15 settembre è stato messo in atto per la prima volta per la preoccupazione che bruciare carburante ricco di etanolo nella calura estiva avrebbe peggiorato lo smog. In effetti, la California, che ha uno dei peggiori inquinanti atmosferici della nazione, vieta completamente l’E15.

Ed Avol, professore ed esperto di inquinamento atmosferico presso la University of Southern California, ha affermato che il passaggio all’etanolo riduce l’inquinamento da monossido di carbonio ma porta a livelli più elevati di ozono esterno, che è collegato all’asma e a una serie di altri disturbi.

“Quindi, a seconda di come lo si guarda, l’etanolo potrebbe essere considerato “buono” o “cattivo” per l’inquinamento atmosferico”, ha detto. Ma tutto sommato, ha aggiunto: “Sono favorevole alla rimozione dell’etanolo dalla benzina”.

Poi c’è il cambiamento climatico. Uno studio pubblicato all’inizio di quest’anno negli Atti della National Academy of Sciences suggerisce che l’etanolo a base di mais, nonostante sia un combustibile rinnovabile, potrebbe non essere una soluzione all’aumento delle temperature globali.

Finanziata in parte dalla National Wildlife Federation e dal Dipartimento dell’Energia, la ricerca ha esaminato l’intero processo di produzione dell’etanolo e ha scoperto che probabilmente era almeno il 24% più ad alta intensità di carbonio della normale benzina.

Ciò è dovuto in parte alla quantità di terra convertita in campi di mais da un mandato del Congresso del 2005 che prevedeva la miscelazione di etanolo nella fornitura di benzina della nazione.

“La mossa di Biden di raddoppiare la produzione dall’industria dell’etanolo, afflitta dall’inquinamento, ci sta spingendo più in profondità”, ha affermato in una nota Mitch Jones, direttore delle politiche del gruppo ambientale Food & Water Action.

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sui cambiamenti climatici, l’energia e l’ambiente, fornite ogni giovedì

Leave a Comment